Home » Testo CEI 1974 » Libri Storici » Esdra
Esdra
Nella Volgata latina il libro è unito con quello seguente di Neemia sotto il solo nome di Esdra; effettivamente i due libri si presentano con i caratteri di un’opera unica, in continuazione con le Cronache e forse dello stesso autore (cfr. introd. a Cr), pubblicata nel III sec. a.C. Esdra, ispettore religioso inviato dal re di Persia e Neemia, governatore della provincia giudaica, sono i protagonisti del racconto, che si interessa al travagliato periodo della storia ebraica dopo il ritorno degli esiliati in Babilonia (538 a.C.), intesi a ricostruire le mura e il tempio di Gerusalemme tra mille difficoltà, non senza mettere alla base una riforma religiosa e morale. Svanita la speranza e la possibilità di una autonomia politica con la restaurazione del trono, la comunità ebraica è completamente impegnata nella vita religiosa e diventa a “chiesa” del “santo resto” d’Israele, sul quale si erano appuntate le più rosee previsioni dei profeti. In quest’epoca nasce il cosiddetto Giudaismo (cfr. nota a 2 Mac 2, 21). L’autore utilizza una cronaca aramaica, vari documenti ebraici e brani delle “memorie” di Esra e di Neemia. A causa della mancanza di certe precisazioni cronologiche, non è chiara quale sia l’esatta successione delle missioni di Esdra e di Neemia. Supponendo che in Esd 4, 4 si tratti del re persiano Dario I, in Esd /, 7 di Artaserse II e in Ne 1, 1 di Artaserse I, si avrebbe la seguente successione cronologica dei testi: Esd 1, 1 – 4, 5 + 4, 6-23; Ne cc. 7-10.

Capitolo 1            Editto di Ciro
1
- 1. Ciro conquistò Babilonia nel 539 a.C.; l'editto è del 538. Per le profezie cfr. Ger 25, 11-1229, 10. Anche il libro di Isaia aveva predetto la clemenza di Ciro per gli Ebrei: Is 44, 2845, 1-5.
Nell`anno primo del regno di Ciro, re di Persia, perché si adempisse la parola che il Signore aveva detto per bocca di Geremia, il Signore destò lo spirito di Ciro re di Persia, il quale fece passare quest`ordine in tutto il suo regno, anche con lettera: 2 "Così dice Ciro re di Persia: Il Signore, Dio del cielo, mi ha concesso tutti i regni della terra; egli mi ha incaricato di costruirgli un tempio in Gerusalemme, che è in Giudea. 3 Chi di voi proviene dal suo popolo? Sia con lui il suo Dio; torni a Gerusalemme, che è in Giudea, e ricostruisca il tempio del Signore Dio d`Israele: egli è il Dio che dimora a Gerusalemme. 4
4. I superstiti sono scampati al rischio dell'annientamento nell'esilio; essi sono anche il nucleo del nuovo Israele, purificato dalla prova: cfr. Is 10, 20-21Ger 23, 3; 31, 1.
Ogni superstite in qualsiasi luogo sia immigrato, riceverà dalla gente di quel luogo argento e oro, beni e bestiame con offerte generose per il tempio di Dio che è in Gerusalemme". 5 Allora si misero in cammino i capifamiglia di Giuda e di Beniamino e i sacerdoti e i leviti, quanti Dio aveva animato a tornare per ricostruire il tempio del Signore in Gerusalemme. 6 Tutti i loro vicini li aiutarono validamente con oggetti d`argento e d`oro, con beni e bestiame e con oggetti preziosi, oltre a quello che ciascuno offrì volontariamente. 7
7. Cfr. Ger 27, 19-22.
Anche il re Ciro fece trarre fuori gli arredi del tempio, che Nabucodònosor aveva asportato da Gerusalemme e aveva deposto nel tempio del suo dio. 8 Ciro, re di Persia, li fece trarre fuori per mano di Mitridate il tesoriere, che li consegnò a Sesbassar, principe di Giuda. 9 Questo è il loro computo: Bacili d`oro: trenta; bacili d`argento: mille; coltelli: ventinove; 10 coppe d`oro: trenta, coppe d`argento di second`ordine: quattrocentodieci; altri arredi: mille. 11 Tutti gli oggetti d`oro e d`argento erano cinquemilaquattrocento. Sesbassar li riportò da Babilonia a Gerusalemme, in occasione del ritorno degli esuli.

Note Capitolo 1.
- 1. Ciro conquistò Babilonia nel 539 a.C.; l'editto è del 538. Per le profezie cfr. Ger 25, 11-1229, 10. Anche il libro di Isaia aveva predetto la clemenza di Ciro per gli Ebrei: Is 44, 2845, 1-5.
4. I superstiti sono scampati al rischio dell'annientamento nell'esilio; essi sono anche il nucleo del nuovo Israele, purificato dalla prova: cfr. Is 10, 20-21Ger 23, 3; 31, 1.
7. Cfr. Ger 27, 19-22.
successivo >>    
A A