Home » Testo CEI 1974 » Libri Storici » Giosue
Giosue
Il libro prende il nome del suo protagonista, il fedelissimo collaboratore di Mosč, Giosuč, il quale, dopo la morte del grande condottiero, guidņ effettivamente il popolo eletto nella terra che Dio gli aveva promesso e ne organizzņ la distribuzione fra le tribł d’Israele. Il libro non č una storia completa degli avvenimenti, svoltisi pił o meno alla fine del sec. XIII a.C., ma una scelta frammentaria di episodi senza ordine cronologico, ispirata dall’idea che come la premessa, cosģ anche la conquista della terra di Canaan fu opera di Dio che guidava Israele, il quale perciņ deve essere fedele all’alleanza come Dio č fedele ai suoi impegni (24, 8.12-24). La terra conquistata č santa a motivo delle divine promesse e deve essere santificata dal popolo eletto con la eliminazione delle popolazioni idolatriche che la occupavano. Nella tradizione cristiana, Giosuč prefigurava Gesł col quale in ebraico ebbe identico il nome, che significa “Salvatore”: l’ingresso nella Palestina attraverso il fiume Giordano č tipo del battesimo che introduce nel regno di Dio, e la conquista vittoriosa della terra simboleggia l’espansione della Chiesa. La redazione definitiva del libro sembra riportarsi ai secc. VIII-VII a.C..

Capitolo 1            Giosuč succede a Mosč
1
- 1. Su Giosuè, successore di Mosè ed esempio di coraggio e di fedeltà: cfr. Es 17, 8-16Nm 13, 8.16.17-33; 27, 18-23; Dt 3, 2131, 1-8.14-1534, 9Sir 46, 1-10. Siamo nella seconda metà del sec. XIII a.C.
Dopo la morte di Mosč , servo del Signore, il Signore disse a Giosuč , figlio di Nun, servo di Mosč : 2 Mosč mio servo č morto; orsł, attraversa questo Giordano tu e tutto questo popolo, verso il paese che io dņ loro, agli Israeliti. 3 Ogni luogo che calcherą la pianta dei vostri piedi, ve l`ho assegnato, come ho promesso a Mosč . 4 Dal deserto e dal Libano fino al fiume grande, il fiume Eufrate, tutto il paese degli Hittiti, fino al Mar Mediterraneo, dove tramonta il sole: tali saranno i vostri confini. 5 Nessuno potrą resistere a te per tutti i giorni della tua vita; come sono stato con Mosč , cosģ sarņ con te; non ti lascerņ nč ti abbandonerņ. 6 Sii coraggioso e forte, poichč tu dovrai mettere questo popolo in possesso della terra che ho giurato ai loro padri di dare loro. 7 Solo sii forte e molto coraggioso, cercando di agire secondo tutta la legge che ti ha prescritta Mose', mio servo. Non deviare da essa ne' a destra ne' a sinistra, perchč tu abbia successo in qualunque tua impresa. 8 Non si allontani dalla tua bocca il libro di questa legge, ma m`ditalo giorno e notte, perchč tu cerchi di agire secondo quanto vič scritto; poichč allora tu porterai a buon fine le tue imprese e avrai successo. 9 Non ti ho io comandato: Sii forte e coraggioso? Non temere dunque e non spaventarti, perchč č con te il Signore tuo Dio, dovunque tu vada".
Preparativi per il passaggi del giordano 10 Allora Giosuč comandņ agli scribi del popolo: 11 "Passate in mezzo all`accampamento e comandate al popolo: Fatevi provviste di viveri, poichč fra tre giorni voi passerete questo Giordano, per andare ad occupare il paese che il Signore vostro Dio vi d  in possesso". 12 Poi Giosuč disse ai Rubeniti, ai Gaditi e alla metą della tribł di Manąsse: 13 "Ricordatevi di ciņ che vi ha ordinato Mosč , servo del Signore: Il Signore Dio vostro vi concede riposo e vi d  questo paese; 14 le vostre mogli, i vostri bambini e il vostro bestiame rimarranno nella terra che vi ha assegnata Mosč oltre il Giordano; voi tutti invece, prodi guerrieri, passerete ben armati davanti ai vostri fratelli, e li aiuterete, 15 finch il Signore conceda riposo ai vostri fratelli, come a voi, e anch`essi siano entrati in possesso del paese che il Signore Dio vostro assegna loro. Allora ritornerete e possederete la terra della vostra ereditą, che Mosč , servo del Signore, diede a voi oltre il Giordano, ad oriente". 16 Essi risposero a Giosuč : "Faremo quanto ci hai ordinato e noi andremo dovunque ci manderai. 17 Come abbiamo obbedito in tutto a Mosč , cosģ obbediremo a te; ma il Signore tuo Dio sia con te come č stato con Mosč . 18 Chiunque disprezzerą i tuoi ordini e non obbedirą alle tue parole in quanto ci comanderai, sarą messo a morte. Solo, sii forte e coraggioso".

Note Capitolo 1.
- 1. Su Giosuè, successore di Mosè ed esempio di coraggio e di fedeltà: cfr. Es 17, 8-16Nm 13, 8.16.17-33; 27, 18-23; Dt 3, 2131, 1-8.14-1534, 9Sir 46, 1-10. Siamo nella seconda metà del sec. XIII a.C.
successivo >>    
A A