Abdia
Il breve libro del profeta Abdia è di un'epoca posteriore al 587 a.C., data della caduta e della distruzione di Gerusalemme. Abdia proclama il giudizio di Dio su Edom, nazione vicina al regno di Giuda. Edom, pur essendo legata a Giuda da un'origine etnica comune, ha gioito della sua catastrofe e ha aiutato gli invasori, razziando e massacrando.

      Caratteristiche principali
Abdia annunzia agli Israeliti superstiti che Edom sta per essere punito per il suo tradimento: il Signore distruggerà la potenza degli Edomiti e la sapienza di cui erano orgogliosi. Infatti Dio è il Signore delle nazioni e manifesta la sua autorità su di loro: anch'esse saranno giudicate da lui. Così gli Israeliti potranno rientrare nella loro terra e riprenderne possesso, acclamando il Signore come loro re.

      Schema
- Il Signore punirà Edom 1-14
- Dio giudicherà le nazioni e darà la vittoria a Israele 15-21

      ABDIA


Capitolo 1
      



1Ecco il messaggio di Abdia contro il popolo di Edom. Così come glielo ha rivelato il Signore nostro Dio.

      Il Signore punirà Edom
Il Signore ha mandato un messaggero
alle nazioni
e noi abbiamo sentito il suo annunzio:
"Muovetevi! Andiamo a combattere
contro Edom!".
2Il Signore dice a Edom:
"Io ti renderò debole,
tutti ti disprezzeranno.
3La tua superbia ti ha ingannato.
Tu abiti in fortezze tra le rocce,
la tua casa domina dall'alto;
per questo tu dici dentro di te:
"Chi potrà abbattermi?".
4Anche se costruirai la tua casa in alto
come un nido d'aquila,
o la porrai tra le stelle,
io ti butterò giù.

5Quando di notte vengono i ladri,
prendono solo quel che vogliono.
Quando i vendemmiatori
raccolgono i grappoli,
ne lasciano sempre qualcuno.
Tu invece sarai completamente distrutto.
6Discendenti di Esaù,
voi e i vostri tesori nascosti
siete stati scoperti!
7Tutti i tuoi alleati
ti cacciano dal tuo territorio.
Quelli che vivevano in pace con te
ti hanno ingannato;
quelli che hanno mangiato il tuo pane
ti hanno teso una trappola.
Essi dicono: "Dov'è la sua astuzia?"
8Nel giorno in cui punirò Edom, -
dice il Signore, -
io annienterò i suoi sapienti,
e la saggezza sarà cancellata dalla sua terra.
9Gli uomini valorosi della città di Teman
saranno spaventati,
ogni soldato di Edom
sarà ucciso.

      I motivi della punizione di Edom
10"Sarai ricoperto di vergogna
e finito per sempre,
perché hai agito con violenza
contro i tuoi fratelli,
i discendenti di Giacobbe.
11Tu stavi in disparte quel giorno,
quando gli stranieri entrarono
dalle porte di Gerusalemme.
Quando i nemici portarono via
le sue ricchezze
e se le giocarono ai dadi,
anche tu hai fatto come loro.
12Non dovevi godere
della sfortuna dei tuoi fratelli
discendenti di Giuda;
non dovevi gioire nel giorno
della loro rovina;
non dovevi ridere nel giorno
della loro angoscia.
13Non dovevi entrare nella città
del mio popolo
in quel giorno di sventura.
Non dovevi anche tu rallegrarti
della sua sofferenza,
e metter le mani sulle sue ricchezze,
nel giorno della sua caduta.
14Non dovevi appostarti agli incroci
per uccidere quelli che fuggivano.
Non dovevi consegnarli ai nemici
il giorno della loro sconfitta.

      Dio giudicherà le nazioni
15"Si avvicina il giorno in cui io, il Signore,
giudicherò tutte le nazioni.
Edom, quello che tu hai fatto agli altri
sarà fatto a te.
Avrai quel che ti meriti.
16Tutte le nazioni berranno
la coppa del castigo
che il mio popolo Israele ha bevuto
sul mio monte santo.
Dovranno berla fino in fondo
e saranno ridotte a niente.

      La vittoria d'Israele
17"Ma qualcuno si rifugerà sul monte Sion,
e quello sarà di nuovo un luogo santo.
I discendenti di Giacobbe
riavranno i loro beni.
18La gente di Giacobbe sarà come fuoco,
quella di Giuseppe sarà come fiamma.
Insieme bruceranno la gente di Esaù
come stoppia
e la ridurranno in cenere:
nessuno potrà scampare.
Così il Signore ha parlato.

19"Gli abitanti del Negheb
occuperanno il territorio di Edom;
quelli della pianura di Sefela
invaderanno la regione dei Filistei;
gli Israeliti prenderanno i territori
di Efraim e di Samaria;
la gente di Beniamino prenderà Galaad.
20Gli esuli del nord d'Israele
riconquisteranno la Fenicia fino a Sarepta.
Quelli di Gerusalemme
che sono esuli in Sefarad
occuperanno le città del Negheb.
21Gli uomini vittoriosi di Gerusalemme
attaccheranno Edom e la governeranno.
Il Signore stesso sarà re!".
A A