Naum
      AL LIBRO DI NAUM

      Autore e ambiente storico
Il libro del profeta Naum annunzia il giudizio di Dio sulla città di Ninive, capitale dell'Assiria. Nel VII secolo a.C. questa nazione dominava su tutta la regione del Vicino Oriente, e il regno di Giuda era suo vassallo. Il libro di Naum fu composto tra il 663 a.C., anno in cui Tebe, capitale dell'Egitto, fu saccheggiata dagli Assiri, e il 612 a.C., anno in cui Ninive cadde assediata dai Medi.

      Caratteristiche principali
Il breve libro di Naum comprende tre parti. La prima (1,2-8) proclama che il Signore è il dominatore di tutto il mondo, e a lui nulla e nessuno può resistere. La seconda (1,9-2,3) mostra come la potenza di Dio agisce nella situazione storica del tempo: distruggerà Ninive e libererà il popolo del regno di Giuda. La terza (2,4 - 3,19) descrive la rovina di Ninive e la fine del suo potere.

Naum parla ai suoi contemporanei della potenza e della giustizia del Signore. Egli manifesta bontà e pazienza verso il suo popolo che si rifugia in lui, ma pronunzia un giudizio inesorabile e terribile contro i nemici della sua nazione: Ninive sarà incapace di reagire alla devastazione inevitabile da cui verrà colpita. Ma Ninive è anche il simbolo di ogni potere umano fondato su presupposti che Dio rifiuta. E ogni potere di questo genere è destinato alla rovina.

      Schema
- Il Signore è un Dio terribile e buono 1,1-8
- Messaggi per le città di Ninive e Giuda 1,9-2,3
- Ninive presa d'assalto e distrutta 2,4-3,19

      NAUM



Capitolo 1
        


1Questo messaggio riguarda la città di Ninive. È il racconto di quel che Dio ha rivelato a Naum, originario di Elkos.

      Il Signore è un Dio terribile e buono
2Il Signore è un Dio esigente,
egli punisce chi si oppone a lui;
la sua collera è terribile.
Il Signore si vendica dei suoi nemici,
è adirato contro di loro.
3Il Signore è paziente,
la sua potenza è immensa,
ma non considera innocente il colpevole.
Quando egli cammina,
si scatena una violenta tempesta;
le nubi sono la polvere
sollevata dai suoi passi.
4Minaccia il mare e il mare si prosciuga,
priva i fiumi delle loro acque.
I prati di Basan e il monte Carmelo
diventano aridi,
appassiscono i fiori del Libano.
5Davanti a lui
le montagne tremano,
sussultano le colline.
Alla sua presenza la terra si scuote,
tutta la terra con i suoi abitanti.
6Chi può resistere alla sua ira,
affrontare il fuoco della sua collera?
Divampa come un incendio
e perfino le rocce si spezzano
davanti a lui.
7Il Signore è buono, è un rifugio sicuro
nel giorno della sventura.
Egli si prende cura
di quelli che si rifugiano in lui
8quando stanno per essere travolti.
Egli distrugge chi gli è ribelle
e spinge i suoi nemici
nelle tenebre della morte.

      Messaggi per Ninive e Giuda
9Che cosa tramate contro il Signore?
Egli distrugge i suoi avversari.
Nessuno gli si oppone più di una volta.
10Essi sono come rovi intrecciati,
bevono fino a essere ubriachi,
ma saranno bruciati come erba secca.

11Da te, Ninive, è uscito
un uomo pieno di idee malvagie
che complotta contro il Signore.
12Così dice il Signore alla gente di Giuda:
"I vostri nemici,
anche se potenti e numerosi,
saranno distrutti e spariranno dalla terra.
Ti ho fatto soffrire,
ma non ti affliggerò più.
13Ora, ti libererò dal dominio dei nemici,
spezzerò le tue catene".

14Ma contro dite, re di Ninive,
il Signore ha deciso:
"Non avrai più discendenti
che porteranno il tuo nome.
Dal tempio dei tuoi dèi farò sparire
gli idoli di legno e di metallo.
Ecco, io preparo la tua tomba
perché ormai
tu non conti più niente per me".

successivo >>    
A A