Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

CEI1974

CEI 1974

Geremia

21 Questa parola fu rivolta a Geremia dal Signore quando il re Sedecìa gli mandò il sacerdote Pascur figlio di Malchìa, e Sofonìa figlio di Maasìa, per dirgli:
21,1 I cc. 21-23 Sono una profezia del tempo dell'assedio di Gerusalemme nel 587 a. C. Questo Pascur è diverso da quello di cfr. 20,1.
2 "Intercedi per noi presso il Signore perché Nabucodònosor re di Babilonia ci muove guerra; forse il Signore compirà a nostro vantaggio qualcuno dei suoi tanti prodigi, così che egli si allontani da noi".Risposta del profeta
3 Geremia rispose loro: "Riferite a Sedecìa:
4 Così dice il Signore, Dio di Israele: Ecco io farò rientrare le armi di guerra, che sono nelle vostre mani, con le quali combattete il re di Babilonia e i Caldei che vi assediano fuori delle mura e le radunerò in mezzo a questa città.
5 Io stesso combatterò contro di voi con mano tesa e con braccio potente, con ira, furore e grande sdegno.
6 Percuoterò gli abitanti di questa città, uomini e bestie; essi moriranno di una grave peste.
7 Dopo ciò - dice il Signore - io consegnerò Sedecìa, re di Giuda, i suoi ministri e il popolo, che saranno scampati in questa città dalla peste, dalla spada e dalla fame, in potere di Nabucodònosor, re di Babilonia, in potere dei loro nemici e in potere di coloro che attentano alla loro vita. Egli li passerà a fil di spada; non avrà pietà di loro, non li perdonerà né risparmierà.
Al popolo
8 Riferirai a questo popolo: Dice il Signore: Ecco, io vi metto davanti la via della vita e la via della morte.
9 Chi rimane in questa città morirà di spada, di fame e di peste; chi uscirà e si consegnerà ai Caldei che vi cingono d`assedio, vivrà e gli sarà lasciata la vita come suo bottino.
10 Poiché io ho volto la faccia contro questa città a suo danno e non a suo bene. Oracolo del Signore. Essa sarà messa nelle mani del re di Babilonia, il quale la brucerà con il fuoco".

Alla famiglia reale
11 Alla casa del re di Giuda dirai:
"Ascoltate la parola del Signore!
12 Casa di Davide, così dice il Signore:
Amministrate la giustizia ogni mattina
e liberate l`oppresso dalla mano dell`oppressore,
se no la mia ira divamperà come fuoco,
si accenderà e nessuno potrà spegnerla,
a causa della malvagità delle vostre azioni.
Eccomi a te, o abitatrice della valle,
roccia nella pianura, dice il Signore.
Voi che dite: Chi scenderà contro di noi?
Chi entrerà nelle nostre dimore?
21,13-14 La roccia è l'arcopoli di Gerusalemme, considerata luogo sicuro. Il bosco è allusione al palazzo reale: cfr. 22,6. cfr 1Re 7,2.
14 Io vi punirò come meritano le vostre opere
- dice il Signore -
e accenderò il fuoco nel suo bosco,
che divorerà tutti i suoi dintorni".

Note al testo

21,1I cc. 21-23 Sono una profezia del tempo dell'assedio di Gerusalemme nel 587 a. C. Questo Pascur è diverso da quello di cfr. 20,1.
21,13-14La roccia è l'arcopoli di Gerusalemme, considerata luogo sicuro. Il bosco è allusione al palazzo reale: cfr. 22,6. cfr 1Re 7,2.