Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

CEI1974

CEI 1974

Isaia

20 Nell`anno in cui il Tartàn, mandato ad Asdòd da Sargon re di Assiria, giunse ad Asdòd, la assalì e la prese.
20,1 Il tartan era il generalissimo assiro; la città filistea di Asdod fu conquistata da Sargon nel 711 a. C.
In quel tempo il Signore disse per mezzo di Isaia figlio di Amoz: "Và, sciogliti il sacco dai fianchi e togliti i sandali dai piedi!". Così egli fece, andando spoglio e scalzo.
20,2-4 Azione simbolica: il profeta assume l'aspetto di un prigioniero di guerra.
3 Il Signore poi disse: "Come il mio servo Isaia è andato spoglio e scalzo per tre anni, come segno e simbolo per l`Egitto e per l`Etiopia,
4 così il re di Assiria condurrà i prigionieri d`Egitto e i deportati dell`Etiopia, giovani e vecchi, spogli e scalzi e con le natiche scoperte, vergogna per l`Egitto.
5 Allora saranno abbattuti e confusi a causa dell`Etiopia, loro speranza, e a causa dell`Egitto, di cui si vantavano. 6In quel giorno gli abitanti di questo lido diranno: Ecco che cosa è successo al paese al quale ci eravano rivolti e nel quale cercavamo rifugio per essere aiutati e liberati dal re di Assiria! Ora come ci salveremo?".

Note al testo

20,1Il tartan era il generalissimo assiro; la città filistea di Asdod fu conquistata da Sargon nel 711 a. C.
20,2-4Azione simbolica: il profeta assume l'aspetto di un prigioniero di guerra.