Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

CEI1974

CEI 1974

Proverbi

22 1 Un buon nome val più di grandi ricchezze
e la benevolenza altrui più dell`argento e dell`oro.
Il ricco e il povero si incontrano,
il Signore ha creato l`uno e l`altro.
22,2 Ricchi e poveri vivono insieme, con mutui diritti e doveri.
3 L`accorto vede il pericolo e si nasconde,
gli inesperti vanno avanti e la pagano.
4 Frutti dell`umiltà sono il timore di Dio,
la ricchezza, l`onore e la vita.
5 Spine e tranelli sono sulla via del perverso;
chi ha cura di se stesso sta lontano.
6 Abitua il giovane secondo la via da seguire;
neppure da vecchio se ne allontanerà.
7 Il ricco domina sul povero
e chi riceve prestiti è schiavo del suo creditore.
8 Chi semina l`ingiustizia raccoglie la miseria
e il bastone a servizio della sua collera svanirà.
9 Chi ha l`occhio generoso sarà benedetto,
perché egli dona del suo pane al povero.
10 Scaccia il beffardo e la discordia se ne andrà
e cesseranno i litigi e gli insulti.
Il Signore ama chi è puro di cuore
e chi ha la grazia sulle labbra è amico del re.
22,11 Puro di cuore, cioè di rette intenzioni: cfr. Mt 5,8.
12 Gli occhi del Signore proteggono la scienza
ed egli confonde le parole del perfido.
Il pigro dice: "C`è un leone là fuori:
sarei ucciso in mezzo alla strada".
22,13 Il pigro ingigantisce le difficoltà per non agire.
14 La bocca delle straniere è una fossa profonda,
chi è in ira al Signore vi cade.
La stoltezza è legata al cuore del fanciullo,
ma il bastone della correzione l`allontanerà da lui.
22,15 L'educazione serve a frenare le inclinazioni cattive.
Opprimere il povero non fa che arricchirlo,
dare a un ricco non fa che impoverirlo.
Sentenze dei savi
22,16 Il povero oppresso è stimolato a lavoro; la ricchezza produce l'ignavia, che distrugge i patrimoni.
Porgi l`orecchio e ascolta le parole dei sapienti
e applica la tua mente alla mia istruzione,
22,17 Di qui a 24,22 le 'parole dei sapienti'; una collezione anonima di proverbi che ha molti punti di contatto con il libro del sapiente egiziano Amenem-ope (sec. X a.C.).
18 perché ti sarà piacevole custodirle nel tuo intimo
e averle tutte insieme pronte sulle labbra.
19 Perché la tua fiducia sia riposta nel Signore,
voglio indicarti oggi la tua strada.
Non ti ho scritto forse trenta
tra consigli e istruzioni,
22,20 Il citato libro egiziano ha trenta capitoli; il numero può anche indicare una quantità indeterminata.
21 perché tu sappia esprimere una parola giusta
e rispondere con parole sicure a chi ti interroga?
Raccomandazioni
22 Non depredare il povero, perché egli è povero,
e non affliggere il misero in tribunale,
23 perché il Signore difenderà la loro causa
e spoglierà della vita coloro che li hanno spogliati.
24 Non ti associare a un collerico
e non praticare un uomo iracondo,
25 per non imparare i suoi costumi
e procurarti una trappola per la tua vita.
26 Non essere di quelli che si fanno garanti
o che s`impegnano per debiti altrui,
27 perché, se poi non avrai da pagare,
ti si toglierà il letto di sotto a te.
Non spostare il confine antico,
posto dai tuoi padri.
22,28 Cfr. 15,25. cfr. Prv 23,10.
29 Hai visto un uomo sollecito nel lavoro?
Egli si sistemerà al servizio del re,
non resterà al servizio di persone oscure.

Note al testo

22,2Ricchi e poveri vivono insieme, con mutui diritti e doveri.
22,11Puro di cuore, cioè di rette intenzioni: cfr. Mt 5,8.
22,13Il pigro ingigantisce le difficoltà per non agire.
22,15L'educazione serve a frenare le inclinazioni cattive.
22,16Il povero oppresso è stimolato a lavoro; la ricchezza produce l'ignavia, che distrugge i patrimoni.
22,17Di qui a 24,22 le 'parole dei sapienti'; una collezione anonima di proverbi che ha molti punti di contatto con il libro del sapiente egiziano Amenem-ope (sec. X a.C.).
22,20Il citato libro egiziano ha trenta capitoli; il numero può anche indicare una quantità indeterminata.
22,28Cfr. 15,25. cfr. Prv 23,10.