Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

CEI1974

CEI 1974

Salmi

140 Salmo. Di Davide.

Signore, a te grido, accorri in mio aiuto;
ascolta la mia voce quando t`invoco.
140,1 Simile al precedente.
Come incenso salga a te la mia preghiera,
le mie mani alzate come sacrificio della sera.
140,2 Il sacrificio vespertino nel tempio era accompagnato dalla incensazione.
3 Poni, Signore, una custodia alla mia bocca,
sorveglia la porta delle mie labbra.
4 Non lasciare che il mio cuore si pieghi al male
e compia azioni inique con i peccatori:
che io non gusti i loro cibi deliziosi.
Mi percuota il giusto e il fedele mi rimproveri,
ma l`olio dell`empio non profumi il mio capo;
tra le loro malvagità continui la mia preghiera.

140,5 La metafora dell'olio, usato per gli ospiti a banchetto, esclude ogni rapporto di amicizia col peccatore.
6 Dalla rupe furono gettati i loro capi,
che da me avevano udito dolci parole.
7 Come si fende e si apre la terra,
le loro ossa furono disperse alla bocca degli inferi.

8 A te, Signore mio Dio, sono rivolti i miei occhi;
in te mi rifugio, proteggi la mia vita.
9 Preservami dal laccio che mi tendono,
dagli agguati dei malfattori.
10 Gli empi cadono insieme nelle loro reti,
ma io passerò oltre incolume.


Note al testo

140,1Simile al precedente.
140,2Il sacrificio vespertino nel tempio era accompagnato dalla incensazione.
140,5La metafora dell'olio, usato per gli ospiti a banchetto, esclude ogni rapporto di amicizia col peccatore.