Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

CEI2008

CEI 2008

Salmi

INNO DI LODA A DIO, GIUSTO GIUDICE
75 Al maestro del coro. Su "Non distruggere". Salmo. Di Asaf. Canto.

75,1 La regalità di Dio, che si farà visibile nel giudizio che egli pronuncierà sui malvagi e nella salvezza che offrirà ai giusti, è il motivo della lode di questo inno.
2 Noi ti rendiamo grazie, o Dio, ti rendiamo grazie:
invocando il tuo nome, raccontiamo le tue meraviglie.

3 Sì, nel tempo da me stabilito
io giudicherò con rettitudine.

4 Tremi pure la terra con i suoi abitanti:
io tengo salde le sue colonne.

5 Dico a chi si vanta: "Non vantatevi!",
e ai malvagi: "Non alzate la fronte!".

6 Non alzate la fronte contro il cielo,
non parlate con aria insolente.

7 Né dall'oriente né dall'occidente
né dal deserto viene l'esaltazione,

8 perché Dio è giudice:
è lui che abbatte l'uno ed esalta l'altro.

Il Signore infatti tiene in mano una coppa,
colma di vino drogato.
Egli ne versa: fino alla feccia lo dovranno sorbire,
ne berranno tutti i malvagi della terra.

75,9 coppa, colma di vino drogato: rappresenta la punizione di Dio. È un’immagine che ricorre con una certa frequenza nei testi biblici (ad es. Is 51,17; Ger 49,12 51,7; Ez 23,31; Ab 2,16).
10 Ma io ne parlerò per sempre,
canterò inni al Dio di Giacobbe.

11 Piegherò la fronte dei malvagi,
s'innalzerà la fronte dei giusti.



Note al testo

75,1 La regalità di Dio, che si farà visibile nel giudizio che egli pronuncierà sui malvagi e nella salvezza che offrirà ai giusti, è il motivo della lode di questo inno.
75,9 coppa, colma di vino drogato: rappresenta la punizione di Dio. È un’immagine che ricorre con una certa frequenza nei testi biblici (ad es. Is 51,17; Ger 49,12 51,7; Ez 23,31; Ab 2,16).