Dimensioni del testo

Carattere

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25

4 Re (2 Re)

AT greco Torna al libro

Interconfessionale Vai al libro

AT greco 9 9,1 καὶ Ελισαιε ὁ προφήτης ἐκάλεσεν ἕνα τῶν υἱῶν τῶν προφητῶν καὶ εἶπεν αὐτῷ ζῶσαι τὴν ὀσφύν σου καὶ λαβὲ τὸν φακὸν τοῦ ἐλαίου τούτου ἐν τῇ χειρί σου καὶ δεῦρο εἰς Ρεμμωθ Γαλααδ
Interconfessionale 9,1 Allora udii il Signore che dava quest’ordine a voce alta: «Venite voi che dovete punire la città! Ciascuno tenga in mano la propria arma di distruzione».
AT greco 9,2 καὶ εἰσελεύσῃ ἐκεῖ καὶ ὄψῃ ἐκεῖ Ιου υἱὸν Ιωσαφατ υἱοῦ Ναμεσσι καὶ εἰσελεύσῃ καὶ ἀναστήσεις αὐτὸν ἐκ μέσου τῶν ἀδελφῶν αὐτοῦ καὶ εἰσάξεις αὐτὸν εἰς τὸ ταμίειον ἐν τῷ ταμιείῳ
Interconfessionale Vidi allora sei uomini venire dalla porta nord del tempio, ciascuno con la propria arma in mano. Fra loro c’era un uomo vestito di lino e portava una borsa legata alla cintura con l’occorrente per scrivere. Si fermarono tutti al lato dell’altare di bronzo.
9,2 vestito di lino: cioè con una veste bianca (si tingevano soltanto quelle di lana): è l’abito dei sacerdoti (vedi Levitico 6,3; 16,4), ma è anche quello degli angeli che seminano distruzione (Apocalisse 15,6).
AT greco 9,3 καὶ λήμψῃ τὸν φακὸν τοῦ ἐλαίου καὶ ἐπιχεεῖς ἐπὶ τὴν κεφαλὴν αὐτοῦ καὶ εἰπόν τάδε λέγει κύριος κέχρικά σε εἰς βασιλέα ἐπὶ Ισραηλ καὶ ἀνοίξεις τὴν θύραν καὶ φεύξῃ καὶ οὐ μενεῖς
Interconfessionale La gloriosa presenza del Dio d’Israele, che si trovava sopra i cherubini, si alzò di lì e si diresse verso l’entrata del tempio. Il Signore chiamò l’uomo vestito di lino che portava l’occorrente per scrivere
9,3 La gloriosa presenza di Dio Ez 1,28+.
AT greco 9,4 καὶ ἐπορεύθη τὸ παιδάριον ὁ προφήτης εἰς Ρεμμωθ Γαλααδ
Interconfessionale e gli disse: «Percorri tutta la città di Gerusalemme e fa’ un segno a forma di T sulla fronte di tutti quelli che si lamentano e soffrono per le azioni disgustose commesse nella città».
9,4 fa’ un segno Es 12,7.13; Ap 7,2-4; 9,4.
AT greco 9,5 καὶ εἰσῆλθεν καὶ ἰδοὺ οἱ ἄρχοντες τῆς δυνάμεως ἐκάθηντο καὶ εἶπεν λόγος μοι πρὸς σέ ὁ ἄρχων καὶ εἶπεν Ιου πρὸς τίνα ἐκ πάντων ἡμῶν καὶ εἶπεν πρὸς σέ ὁ ἄρχων
Interconfessionale 9,5 Poi sentii il Signore ordinare agli altri cinque uomini: «Andate con lui per le strade delle città e uccidete gli abitanti. Non abbiate pietà, non risparmiate nessuno.
AT greco 9,6 καὶ ἀνέστη καὶ εἰσῆλθεν εἰς τὸν οἶκον καὶ ἐπέχεεν τὸ ἔλαιον ἐπὶ τὴν κεφαλὴν αὐτοῦ καὶ εἶπεν αὐτῷ τάδε λέγει κύριος ὁ θεὸς Ισραηλ κέχρικά σε εἰς βασιλέα ἐπὶ λαὸν κυρίου ἐπὶ τὸν Ισραηλ
Interconfessionale Sterminate vecchi, giovani, bambini, ragazze e donne, ma non avvicinatevi a chi ha il segno della T sulla fronte. Iniziate dal mio santuario». Essi allora cominciarono dagli anziani che stavano davanti al tempio.
9,6 iniziate dal mio santuario 1Pt 4,17; cfr. Ger 25,29.
AT greco 9,7 καὶ ἐξολεθρεύσεις τὸν οἶκον Αχααβ τοῦ κυρίου σου ἐκ προσώπου μου καὶ ἐκδικήσεις τὰ αἵματα τῶν δούλων μου τῶν προφητῶν καὶ τὰ αἵματα πάντων τῶν δούλων κυρίου ἐκ χειρὸς Ιεζαβελ
Interconfessionale Il Signore ordinò ancora: «Profanate il tempio, riempite i suoi cortili di cadaveri, poi andate oltre!». Essi ubbidirono e andarono a uccidere gli abitanti della città.
9,7 riempite… di cadaveri: cioè profanate il tempio (vedi nota a 6,5 e 2 Re 23,14-16).
AT greco 9,8 καὶ ἐκ χειρὸς ὅλου τοῦ οἴκου Αχααβ καὶ ἐξολεθρεύσεις τῷ οἴκῳ Αχααβ οὐροῦντα πρὸς τοῖχον καὶ συνεχόμενον καὶ ἐγκαταλελειμμένον ἐν Ισραηλ
Interconfessionale Durante il massacro io rimasi solo, caddi faccia a terra e gridai: «Signore, Dio! Sterminerai tutti gli Israeliti che restano, riverserai il tuo furore su Gerusalemme?».
9,8 il resto risparmiato Is 4,3+. — il profeta intercessore Ez 11,13; Is 37,4; Ger 27,18; Am 7,2-5; cfr. Es 32,11+.
AT greco 9,9 καὶ δώσω τὸν οἶκον Αχααβ ὡς τὸν οἶκον Ιεροβοαμ υἱοῦ Ναβατ καὶ ὡς τὸν οἶκον Βαασα υἱοῦ Αχια
Interconfessionale Egli mi disse: «Il popolo d’Israele e di Giuda ha commesso peccati enormi: questa terra è cosparsa di sangue e Gerusalemme è piena di ingiustizie. La gente dice: “Il Signore ha abbandonato la nostra terra e non vede le