Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42

Giobbe

AT greco Torna al libro

Interconfessionale Vai al libro

AT greco 10 10,1 κάμνων τῇ ψυχῇ μου στένων ἐπαφήσω ἐπ’ αὐτὸν τὰ ῥήματά μου λαλήσω πικρίᾳ ψυχῆς μου συνεχόμενος
Interconfessionale 10,1 Basta una mosca morta per sciupare un intero vaso di olio profumato. Si paga più cara un po’ di follia che molta sapienza e onore.
AT greco 10,2 καὶ ἐρῶ πρὸς κύριον μή με ἀσεβεῖν δίδασκε καὶ διὰ τί με οὕτως ἔκρινας
Interconfessionale Il sapiente ha la testa sul collo, lo stupido ha la testa vuota.
10,2 È questo il senso delle espressioni ebraiche: Il cuore del saggio va a destra, ma il cuore dello stolto va a sinistra.
AT greco 10,3 ἦ καλόν σοι ἐὰν ἀδικήσω ὅτι ἀπείπω ἔργα χειρῶν σου βουλῇ δὲ ἀσεβῶν προσέσχες
Interconfessionale Anche per la strada lo stolto si manifesta per quello che è. La sua stupidità gliela si legge in faccia.
10,3 Altri (per tutto il versetto): E anche quando lo stolto cammina per strada, il suo cuore è privo di senno e di ognuno dice: “Quello è un pazzo”.
AT greco 10,4 ἦ ὥσπερ βροτὸς ὁρᾷ καθορᾷς ἢ καθὼς ὁρᾷ ἄνθρωπος βλέψῃ
Interconfessionale 10,4 Se un tuo superiore si adira contro di te, tu resta fermo al tuo posto. La calma fa evitare gravi sbagli.
AT greco 10,5 ἦ ὁ βίος σου ἀνθρώπινός ἐστιν ἢ τὰ ἔτη σου ἀνδρός
Interconfessionale 10,5 Un male ho notato in questo mondo, un grave errore dei governanti:
AT greco 10,6 ὅτι ἀνεζήτησας τὴν ἀνομίαν μου καὶ τὰς ἁμαρτίας μου ἐξιχνίασας
Interconfessionale mettono un ignorante in posti di responsabilità, mentre i grandi e i ricchi rimangono in basso.
10,6–7 il disordine sociale Prv 19,10; 30,22; cfr. 1Sam 2,7-8.
AT greco 10,7 οἶδας γὰρ ὅτι οὐκ ἠσέβησα ἀλλὰ τίς ἐστιν ὁ ἐκ τῶν χειρῶν σου ἐξαιρούμενος
Interconfessionale 10,7 Ho visto degli schiavi andare a cavallo e uomini nobili a piedi come schiavi.
AT greco 10,8 αἱ χεῖρές σου ἔπλασάν με καὶ ἐποίησάν με μετὰ ταῦτα μεταβαλών με ἔπαισας
Interconfessionale Se scavi una fossa, puoi caderci dentro; se demolisci un muro, può morderti una vipera.
10,8 caderci dentro cfr. Sal 7,16+.
AT greco 10,9 μνήσθητι ὅτι πηλόν με ἔπλασας εἰς δὲ γῆν με πάλιν ἀποστρέφεις
Interconfessionale 10,9 Se fai il cavapietre, ti puoi ferire, se fai lo spaccalegna, ti puoi far male.
AT greco 10,10 ἦ οὐχ ὥσπερ γάλα με ἤμελξας ἐτύρωσας δέ με ἴσα τυρῷ
Interconfessionale 10,10 Se la scure non è tagliente e non sai affilarne la lama, devi fare doppia fatica. Con la sapienza si ottiene di più.
AT greco 10,11 δέρμα καὶ κρέας με ἐνέδυσας ὀστέοις δὲ καὶ νεύροις με ἐνεῖρας
Interconfessionale 10,11 Se il serpente morde prima di essere incantato, non c’è guadagno per l’incantatore.
AT greco 10,12 ζωὴν δὲ καὶ ἔλεος ἔθου παρ’ ἐμοί ἡ δὲ ἐπισκοπή σου ἐφύλαξέν μου τὸ πνεῦμα
Interconfessionale 10,12 Il sapiente guadagna stima con le sue parole, lo stolto invece danneggia se stesso con quello che dice.
AT greco 10,13 ταῦτα ἔχων ἐν σεαυτῷ οἶδα ὅτι πάντα δύνασαι ἀδυνατεῖ δέ σοι οὐθέν
Interconfessionale Lo stolto comincia con discorsi sciocchi e finisce dicendo pericolose assurdità.
10,13–14 i discorsi dello stolto cfr. Is 32,6; Sal 14,1.
AT greco 10,14 ἐάν τε γὰρ ἁμάρτω φυλάσσεις με ἀπὸ δὲ ἀνομίας οὐκ ἀθῷόν με πεποίηκας
Interconfessionale 10,14 Lo stolto dice molte parole, ma nessuno conosce l’avvenire. Chi può dire che cosa capiterà in futuro?
AT greco 10,15 ἐάν τε γὰρ ἀσεβὴς ὦ οἴμμοι ἐάν τε ὦ δίκαιος οὐ δύναμαι ἀνακύψαι πλήρης γὰρ ἀτιμίας εἰμί
Interconfessionale Solo lo stupido si ammazza di fatica, non sa neanche trovare la strada per andare a casa.
10,15 a casa: altri: in città.
AT greco 10,16 ἀγρεύομαι γὰρ ὥσπερ λέων εἰς σφαγήν πάλιν δὲ μεταβαλὼν δεινῶς με ὀλέκεις
Interconfessionale Guai alla nazione che ha per re un ragazzo e ministri che banchettano fino al mattino.
10,16–17 ha per re un ragazzo Is 3,4-12. — e i ministri banchettano cfr. Prv 31,4; 20,1+.
AT greco 10,17 ἐπανακαινίζων ἐπ’ ἐμὲ τὴν ἔτασίν μου ὀργῇ δὲ μεγάλῃ μοι ἐχρήσω ἐπήγαγες δὲ ἐπ’ ἐμὲ πειρατήρια
Interconfessionale 10,17 Fortunata quella nazione che ha per re un uomo maturo e ministri che mangiano a suo tempo, per nutrirsi, e non per far baldoria.
AT greco 10,18 ἵνα τί οὖν ἐκ κοιλίας με ἐξήγαγες καὶ οὐκ ἀπέθανον ὀφθαλμὸς δέ με οὐκ εἶδεν
Interconfessionale 10,18 Un pigro lascia cadere anche il tetto; un fannullone lascia piovere in casa.
AT greco 10,19 καὶ ὥσπερ οὐκ ὢν ἐγενόμην διὰ τί γὰρ ἐκ γαστρὸς εἰς μνῆμα οὐκ ἀπηλλάγην
Interconfessionale Un banchetto ti dà gioia e il vino ti dà allegria, ma in ogni caso ti serve il denaro.
10,19 il vino dà allegria Sal 104,15+.
AT greco 10,20 ἦ οὐκ ὀλίγος ἐστὶν ὁ χρόνος τοῦ βίου μου ἔασόν με ἀναπαύσασθαι μικρὸν
Interconfessionale 10,20 Non sparlare contro il re neanche col pensiero, non parlar male dei ricchi neanche in casa tua; perché un uccellino potrebbe cantare e far conoscere quello che hai detto.
AT greco 10,21 πρὸ τοῦ με πορευθῆναι ὅθεν οὐκ ἀναστρέψω εἰς γῆν σκοτεινὴν καὶ γνοφεράν
AT greco 10,22 εἰς γῆν σκότους αἰωνίου οὗ οὐκ ἔστιν φέγγος οὐδὲ ὁρᾶν ζωὴν βροτῶν