Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
BibbiaEDU-logo

Cantico dei Cantici

AT greco Torna al libro

CEI 1974

AT greco 1 1,1ᾆσμα ᾀσμάτων ὅ ἐστιν τῷ Σαλωμων
CEI 1974 Ct Cantico dei cantici, che è di Salomone.
1,1 La forma dialogica del Ct, che introduce alcuni personaggi -lo sposo, la sposa, il coro, il poeta- non autorizza a pensare a una struttura drammatica.
AT greco 1,2φιλησάτω με ἀπὸ φιλημάτων στόματος αὐτοῦ ὅτι ἀγαθοὶ μαστοί σου ὑπὲρ οἶνον
CEI 1974 Ct1,2 Mi baci con i baci della sua bocca! Sì, le tue tenerezze sono più dolci del vino.
AT greco 1,3καὶ ὀσμὴ μύρων σου ὑπὲρ πάντα τὰ ἀρώματα μύρον ἐκκενωθὲν ὄνομά σου διὰ τοῦτο νεάνιδες ἠγάπησάν σε
CEI 1974 Ct1,3 Per la fragranza sono inebrianti i tuoi profumi,
profumo olezzante è il tuo nome,
per questo le giovinette ti amano.
AT greco 1,4εἵλκυσάν σε ὀπίσω σου εἰς ὀσμὴν μύρων σου δραμοῦμεν εἰσήνεγκέν με ὁ βασιλεὺς εἰς τὸ ταμίειον αὐτοῦ ἀγαλλιασώμεθα καὶ εὐφρανθῶμεν ἐν σοί ἀγαπήσομεν μαστούς σου ὑπὲρ οἶνον εὐθύτης ἠγάπησέν σε
CEI 1974 Ct Attirami dietro a te, corriamo!
M`introduca il re nelle sue stanze:
gioiremo e ci rallegreremo per te,
ricorderemo le tue tenerezze più del vino.
A ragione ti amano!
La sposa si presenta
1,4 Il re è lo sposo.
AT greco 1,5μέλαινά εἰμι καὶ καλή θυγατέρες Ιερουσαλημ ὡς σκηνώματα Κηδαρ ὡς δέρρεις Σαλωμων
CEI 1974 Ct Bruna sono ma bella,
o figlie di Gerusalemme,
come le tende di Kedar,
come i padiglioni di Salma.
1,5 La sposa è bruciata dal sole (v. 6); le figlie di Gerusalemme sono le amiche della sposa che fanno da coro. Kedar è il nome di una tribù beduina discendente da Ismaele (cfr. Gn 25, 13); qualcosa di simile si deve pensare per Salma.
AT greco 1,6μὴ βλέψητέ με ὅτι ἐγώ εἰμι μεμελανωμένη ὅτι παρέβλεψέν με ὁ ἥλιος υἱοὶ μητρός μου ἐμαχέσαντο ἐν ἐμοί ἔθεντό με φυλάκισσαν ἐν ἀμπελῶσιν ἀμπελῶνα ἐμὸν οὐκ ἐφύλαξα
CEI 1974 Ct1,6 Non state a guardare che sono bruna,
poiché mi ha abbronzato il sole.
I figli di mia madre si sono sdegnati con me:
mi hanno messo a guardia delle vigne;
la mia vigna, la mia, non l`ho custodita.
Desiderio dello sposo
AT greco 1,7ἀπάγγειλόν μοι ὃν ἠγάπησεν ἡ ψυχή μου ποῦ ποιμαίνεις ποῦ κοιτάζεις ἐν μεσημβρίᾳ μήποτε γένωμαι ὡς περιβαλλομένη ἐπ’ ἀγέλαις ἑταίρων σου
CEI 1974 Ct1,7 Dimmi, o amore dell`anima mia,
dove vai a pascolare il gregge,
dove lo fai riposare al meriggio,
perché io non sia come vagabonda
dietro i greggi dei tuoi compagni.
AT greco 1,8ἐὰν μὴ γνῷς σεαυτήν ἡ καλὴ ἐν γυναιξίν ἔξελθε σὺ ἐν πτέρναις τῶν ποιμνίων καὶ ποίμαινε τὰς ἐρίφους σου ἐπὶ σκηνώμασιν τῶν ποιμένων
CEI 1974 Ct1,8 Se non lo sai, o bellissima tra le donne,
segui le orme del gregge
e mena a pascolare le tue caprette
presso le dimore dei pastori.
Colloquio fra gli sposi
AT greco 1,9τῇ ἵππῳ μου ἐν ἅρμασιν Φαραω ὡμοίωσά σε ἡ πλησίον μου
CEI 1974 Ct Alla cavalla del cocchio del faraone
io ti assomiglio, amica mia.
1,9 Allusione alle splendide cavalcature del faraone. Il paragone è classico nell'Oriente.
AT greco 1,10τί ὡραιώθησαν σιαγόνες σου ὡς τρυγόνες τράχηλός σου ὡς ὁρμίσκοι
CEI 1974 Ct1,10 Belle sono le tue guance fra i pendenti,
il tuo collo fra i vezzi di perle.
AT greco 1,11ὁμοιώματα χρυσίου ποιήσομέν σοι μετὰ στιγμάτων τοῦ ἀργυρίου
CEI 1974 Ct1,11 Faremo per te pendenti d`oro,
con grani d`argento.
AT greco 1,12ἕως οὗ ὁ βασιλεὺς ἐν ἀνακλίσει αὐτοῦ νάρδος μου ἔδωκεν ὀσμὴν αὐτοῦ
CEI 1974 Ct1,12 Mentre il re è nel suo recinto,
il mio nardo spande il suo profumo.
AT greco 1,13ἀπόδεσμος τῆς στακτῆς ἀδελφιδός μου ἐμοί ἀνὰ μέσον τῶν μαστῶν μου αὐλισθήσεται
CEI 1974 Ct Il mio diletto è per me un sacchetto di mirra,
riposa sul mio petto.
1,13 Il sacchetto di mirra, che le donne portavano sul seno, è simbolo dell'amore dello sposo.
AT greco 1,14βότρυς τῆς κύπρου ἀδελφιδός μου ἐμοὶ ἐν ἀμπελῶσιν Εγγαδδι
CEI 1974 Ct Il mio diletto è per me un grappolo di cipro
nelle vigne di Engaddi.
1,14 Il cipro è una pianta con infiorescenza a pannocchia, di fiori bianchi, molto profumati. Engaddi è sulla riva occidentale del mar Morto.
AT greco 1,15ἰδοὺ εἶ καλή ἡ πλησίον μου ἰδοὺ εἶ καλή ὀφθαλμοί σου περιστεραί
CEI 1974 Ct1,15 Come sei bella, amica mia, come sei bella!
I tuoi occhi sono colombe.
AT greco 1,16ἰδοὺ εἶ καλός ὁ ἀδελφιδός μου καί γε ὡραῖος πρὸς κλίνη ἡμῶν σύσκιος
CEI 1974 Ct1,16 Come sei bello, mio diletto, quanto grazioso!
Anche il nostro letto è verdeggiante.
AT greco 1,17δοκοὶ οἴκων ἡμῶν κέδροι φατνώματα ἡμῶν κυπάρισσοι
CEI 1974 Ct Le travi della nostra casa sono i cedri,
nostro soffitto sono i cipressi.
1,17 Cedri e cipressi furono usati da Salomone nella costruzione del tempio.