Dimensioni del testo

Carattere

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34

Deuteronomio

AT greco Torna al libro

CEI 2008 Vai al libro

AT greco 14 14,1 υἱοί ἐστε κυρίου τοῦ θεοῦ ὑμῶν οὐ φοιβήσετε οὐκ ἐπιθήσετε φαλάκρωμα ἀνὰ μέσον τῶν ὀφθαλμῶν ὑμῶν ἐπὶ νεκρῷ
CEI 2008 Voi siete figli per il Signore, vostro Dio: non vi farete incisioni e non vi raderete tra gli occhi per un morto.
14,1-21 Animali puri e impuri
14,1-21 Queste norme, riguardo a cibi o animali da mangiare o da evitare, intendono segnare la distinzione tra Israele e gli altri popoli. Probabilmente ad esse si sovrappongono motivazioni di tipo igienico-alimentare, ma il loro intento è essenzialmente religioso e sociale (vedi Lv 11,2-47). Gesù abolirà queste distinzioni, dichiarando puro ogni alimento: non è infatti ciò che entra dalla bocca, ma ciò che esce dal cuore dell’uomo che lo contamina (Mc 7,14-23).
AT greco 14,2 ὅτι λαὸς ἅγιος εἶ κυρίῳ τῷ θεῷ σου καὶ σὲ ἐξελέξατο κύριος ὁ θεός σου γενέσθαι σε αὐτῷ λαὸν περιούσιον ἀπὸ πάντων τῶν ἐθνῶν τῶν ἐπὶ προσώπου τῆς γῆς
CEI 2008 14,2 Tu sei infatti un popolo consacrato al Signore, tuo Dio, e il Signore ti ha scelto per essere il suo popolo particolare fra tutti i popoli che sono sulla terra.
14,2
AT greco 14,3 οὐ φάγεσθε πᾶν βδέλυγμα
CEI 2008 14,3 Non mangerai alcuna cosa abominevole.
14,3
AT greco 14,4 ταῦτα τὰ κτήνη ἃ φάγεσθε μόσχον ἐκ βοῶν καὶ ἀμνὸν ἐκ προβάτων καὶ χίμαρον ἐξ αἰγῶν
CEI 2008 14,4 Questi sono gli animali che potrete mangiare: il bue, la pecora e la capra;
14,4
AT greco 14,5 ἔλαφον καὶ δορκάδα καὶ βούβαλον καὶ τραγέλαφον καὶ πύγαργον ὄρυγα καὶ καμηλοπάρδαλιν
CEI 2008 14,5 il cervo, la gazzella, il capriolo, lo stambecco, l'antilope, il bufalo e il camoscio.
14,5
AT greco 14,6 πᾶν κτῆνος διχηλοῦν ὁπλὴν καὶ ὀνυχιστῆρας ὀνυχίζον δύο χηλῶν καὶ ἀνάγον μηρυκισμὸν ἐν τοῖς κτήνεσιν ταῦτα φάγεσθε
AT greco 14,7 καὶ ταῦτα οὐ φάγεσθε ἀπὸ τῶν ἀναγόντων μηρυκισμὸν καὶ ἀπὸ τῶν διχηλούντων τὰς ὁπλὰς καὶ ὀνυχιζόντων ὀνυχιστῆρας τὸν κάμηλον καὶ δασύποδα καὶ χοιρογρύλλιον ὅτι ἀνάγουσιν μηρυκισμὸν καὶ ὁπλὴν οὐ διχηλοῦσιν ἀκάθαρτα ταῦτα ὑμῖν ἐστιν
CEI 2008 14,7 Ma non mangerete quelli che ruminano soltanto o che hanno soltanto l'unghia bipartita, divisa da una fessura: il cammello, la lepre, l'iràce, che ruminano ma non hanno l'unghia bipartita. Considerateli impuri.
14,7
AT greco 14,8 καὶ τὸν ὗν ὅτι διχηλεῖ ὁπλὴν τοῦτο καὶ ὀνυχίζει ὄνυχας ὁπλῆς καὶ τοῦτο μηρυκισμὸν οὐ μαρυκᾶται ἀκάθαρτον τοῦτο ὑμῖν ἀπὸ τῶν κρεῶν αὐτῶν οὐ φάγεσθε καὶ τῶν θνησιμαίων αὐτῶν οὐχ ἅψεσθε
CEI 2008 14,8 Anche il porco, che ha l'unghia bipartita ma non rumina, per voi è impuro. Non mangerete la loro carne e non toccherete i loro cadaveri.
14,8
AT greco 14,9 καὶ ταῦτα φάγεσθε ἀπὸ πάντων τῶν ἐν τοῖς ὕδασιν πάντα ὅσα ἐστὶν ἐν αὐτοῖς πτερύγια καὶ λεπίδες φάγεσθε
CEI 2008 14,9 Fra tutti gli animali che vivono nelle acque potrete mangiare quelli che hanno pinne e squame;
14,9
AT greco 14,10 καὶ πάντα ὅσα οὐκ ἔστιν αὐτοῖς πτερύγια καὶ λεπίδες οὐ φάγεσθε ἀκάθαρτα ὑμῖν ἐστιν
CEI 2008 14,10 ma non mangerete nessuno di quelli che non hanno pinne e squame. Considerateli impuri.
14,10
AT greco 14,11 πᾶν ὄρνεον καθαρὸν φάγεσθε
CEI 2008 14,11 Potrete mangiare qualunque uccello puro,
14,11
AT greco 14,12 καὶ ταῦτα οὐ φάγεσθε ἀπ’ αὐτῶν τὸν ἀετὸν καὶ τὸν γρύπα καὶ τὸν ἁλιαίετον
CEI 2008 14,12 ma delle seguenti specie non dovete mangiare: l'aquila, l'avvoltoio e l'aquila di mare,
14,12
AT greco 14,13 καὶ τὸν γύπα καὶ τὸν ἰκτῖνα καὶ τὰ ὅμοια αὐτῷ
CEI 2008 14,13 il nibbio e ogni specie di falco,
14,13
AT greco 14,14 καὶ πάντα κόρακα καὶ τὰ ὅμοια αὐτῷ
CEI 2008 14,14