Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
BibbiaEDU-logo

Giobbe

AT greco Torna al libro

CEI 2008

AT greco 10 10,1κάμνων τῇ ψυχῇ μου στένων ἐπαφήσω ἐπ’ αὐτὸν τὰ ῥήματά μου λαλήσω πικρίᾳ ψυχῆς μου συνεχόμενος
CEI 2008 Gb Io sono stanco della mia vita!
Darò libero sfogo al mio lamento,
parlerò nell'amarezza del mio cuore.
10,1-22 Giobbe si sente colpito da Dio senza motivo
AT greco 10,2καὶ ἐρῶ πρὸς κύριον μή με ἀσεβεῖν δίδασκε καὶ διὰ τί με οὕτως ἔκρινας
CEI 2008 Gb10,2Dirò a Dio: "Non condannarmi!
Fammi sapere di che cosa mi accusi.
AT greco 10,3ἦ καλόν σοι ἐὰν ἀδικήσω ὅτι ἀπείπω ἔργα χειρῶν σου βουλῇ δὲ ἀσεβῶν προσέσχες
CEI 2008 Gb10,3È forse bene per te opprimermi,
disprezzare l'opera delle tue mani
e favorire i progetti dei malvagi?
AT greco 10,4ἦ ὥσπερ βροτὸς ὁρᾷ καθορᾷς ἢ καθὼς ὁρᾷ ἄνθρωπος βλέψῃ
CEI 2008 Gb10,4Hai tu forse occhi di carne
o anche tu vedi come vede l'uomo?
AT greco 10,5ἦ ὁ βίος σου ἀνθρώπινός ἐστιν ἢ τὰ ἔτη σου ἀνδρός
CEI 2008 Gb10,5Sono forse i tuoi giorni come quelli di un uomo,
i tuoi anni come quelli di un mortale,
AT greco 10,6ὅτι ἀνεζήτησας τὴν ἀνομίαν μου καὶ τὰς ἁμαρτίας μου ἐξιχνίασας
CEI 2008 Gb10,6perché tu debba scrutare la mia colpa
ed esaminare il mio peccato,
AT greco 10,7οἶδας γὰρ ὅτι οὐκ ἠσέβησα ἀλλὰ τίς ἐστιν ὁ ἐκ τῶν χειρῶν σου ἐξαιρούμενος
CEI 2008 Gb10,7pur sapendo che io non sono colpevole
e che nessuno mi può liberare dalla tua mano?
AT greco 10,8αἱ χεῖρές σου ἔπλασάν με καὶ ἐποίησάν με μετὰ ταῦτα μεταβαλών με ἔπαισας
CEI 2008 GbLe tue mani mi hanno plasmato e mi hanno fatto
integro in ogni parte: e ora vorresti distruggermi?
10,8-11 Le tue mani mi hanno plasmato e mi hanno fatto: questa descrizione del concepimento dell’uomo e del suo sviluppo nel seno materno si ispira alle immagini del vasaio che plasma l’argilla e al pastore che prepara i formaggi. Anche in altri testi biblici Dio è visto come colui che forma il corpo dell’uomo nel grembo della madre (vedi, ad es., Sal 139,15-16).
AT greco 10,9μνήσθητι ὅτι πηλόν με ἔπλασας εἰς δὲ γῆν με πάλιν ἀποστρέφεις
CEI 2008 Gb10,9Ricòrdati che come argilla mi hai plasmato;
alla polvere vorresti farmi tornare?
AT greco 10,10ἦ οὐχ ὥσπερ γάλα με ἤμελξας ἐτύρωσας δέ με ἴσα τυρῷ
CEI 2008 Gb10,10Non mi hai colato come latte
e fatto cagliare come formaggio?
AT greco 10,11δέρμα καὶ κρέας με ἐνέδυσας ὀστέοις δὲ καὶ νεύροις με ἐνεῖρας
CEI 2008 Gb10,11Di pelle e di carne mi hai rivestito,
di ossa e di nervi mi hai intessuto.
AT greco 10,12ζωὴν δὲ καὶ ἔλεος ἔθου παρ’ ἐμοί ἡ δὲ ἐπισκοπή σου ἐφύλαξέν μου τὸ πνεῦμα
CEI 2008 Gb10,12Vita e benevolenza tu mi hai concesso
e la tua premura ha custodito il mio spirito.
AT greco 10,13ταῦτα ἔχων ἐν σεαυτῷ οἶδα ὅτι πάντα δύνασαι ἀδυνατεῖ δέ σοι οὐθέν
CEI 2008 Gb10,13Eppure, questo nascondevi nel cuore,
so che questo era nei tuoi disegni!
AT greco 10,14ἐάν τε γὰρ ἁμάρτω φυλάσσεις με ἀπὸ δὲ ἀνομίας οὐκ ἀθῷόν με πεποίηκας
CEI 2008 Gb10,14Se pecco, tu mi sorvegli
e non mi lasci impunito per la mia colpa.
AT greco 10,15ἐάν τε γὰρ ἀσεβὴς ὦ οἴμμοι ἐάν τε ὦ δίκαιος οὐ δύναμαι ἀνακύψαι πλήρης γὰρ ἀτιμίας εἰμί
CEI 2008 Gb10,15Se sono colpevole, guai a me!
Ma anche se sono giusto, non oso sollevare il capo,
sazio d'ignominia, come sono, ed ebbro di miseria.
AT greco 10,16ἀγρεύομαι γὰρ ὥσπερ λέων εἰς σφαγήν πάλιν δὲ μεταβαλὼν δεινῶς με ὀλέκεις
CEI 2008 Gb10,16Se lo sollevo, tu come un leone mi dai la caccia
e torni a compiere le tue prodezze contro di me,
AT greco 10,17ἐπανακαινίζων ἐπ’ ἐμὲ τὴν ἔτασίν μου ὀργῇ δὲ μεγάλῃ μοι ἐχρήσω ἐπήγαγες δὲ ἐπ’ ἐμὲ πειρατήρια
CEI 2008 Gb10,17rinnovi contro di me i tuoi testimoni,
contro di me aumenti la tua ira
e truppe sempre nuove mi stanno addosso.
AT greco 10,18ἵνα τί οὖν ἐκ κοιλίας με ἐξήγαγες καὶ οὐκ ἀπέθανον ὀφθαλμὸς δέ με οὐκ εἶδεν
CEI 2008 Gb10,18Perché tu mi hai tratto dal seno materno?
Sarei morto e nessun occhio mi avrebbe mai visto!
AT greco 10,19καὶ ὥσπερ οὐκ ὢν ἐγενόμην διὰ τί γὰρ ἐκ γαστρὸς εἰς μνῆμα οὐκ ἀπηλλάγην
CEI 2008 Gb10,19Sarei come uno che non è mai esistito;
dal ventre sarei stato portato alla tomba!
AT greco 10,20ἦ οὐκ ὀλίγος ἐστὶν ὁ χρόνος τοῦ βίου μου ἔασόν με ἀναπαύσασθαι μικρὸν
CEI 2008 Gb10,20Non sono poca cosa i miei giorni?
Lasciami, che io possa respirare un poco
AT greco 10,21πρὸ τοῦ με πορευθῆναι ὅθεν οὐκ ἀναστρέψω εἰς γῆν σκοτεινὴν καὶ γνοφεράν
CEI 2008 Gb10,21prima che me ne vada, senza ritorno,
verso la terra delle tenebre e dell'ombra di morte,
AT greco 10,22εἰς γῆν σκότους αἰωνίου οὗ οὐκ ἔστιν φέγγος οὐδὲ ὁρᾶν ζωὴν βροτῶν
CEI 2008 Gb10,22terra di oscurità e di disordine,
dove la luce è come le tenebre"".