Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
BibbiaEDU-logo

Giobbe

AT greco Torna al libro

CEI 2008

AT greco 13 13,1ἰδοὺ ταῦτα ἑώρακέν μου ὁ ὀφθαλμὸς καὶ ἀκήκοέν μου τὸ οὖς
CEI 2008 Gb Ecco, tutto questo ha visto il mio occhio,
l'ha udito il mio orecchio e l'ha compreso.
13,1-28 Giobbe vuole difendere la sua causa davanti a Dio
AT greco 13,2καὶ οἶδα ὅσα καὶ ὑμεῖς ἐπίστασθε καὶ οὐκ ἀσυνετώτερός εἰμι ὑμῶν
CEI 2008 Gb13,2Quel che sapete voi, lo so anch'io;
non sono da meno di voi.
AT greco 13,3οὐ μὴν δὲ ἀλλ’ ἐγὼ πρὸς κύριον λαλήσω ἐλέγξω δὲ ἐναντίον αὐτοῦ ἐὰν βούληται
CEI 2008 Gb13,3Ma io all'Onnipotente voglio parlare,
con Dio desidero contendere.
AT greco 13,4ὑμεῖς δέ ἐστε ἰατροὶ ἄδικοι καὶ ἰαταὶ κακῶν πάντες
CEI 2008 Gb13,4Voi imbrattate di menzogne,
siete tutti medici da nulla.
AT greco 13,5εἴη δὲ ὑμῖν κωφεῦσαι καὶ ἀποβήσεται ὑμῖν εἰς σοφίαν
CEI 2008 Gb13,5Magari taceste del tutto:
sarebbe per voi un atto di sapienza!
AT greco 13,6ἀκούσατε ἔλεγχον στόματός μου κρίσιν δὲ χειλέων μου προσέχετε
CEI 2008 Gb13,6Ascoltate dunque la mia replica
e alle argomentazioni delle mie labbra fate attenzione.
AT greco 13,7πότερον οὐκ ἔναντι κυρίου λαλεῖτε ἔναντι δὲ αὐτοῦ φθέγγεσθε δόλον
CEI 2008 Gb13,7Vorreste forse dire il falso in difesa di Dio
e in suo favore parlare con inganno?
AT greco 13,8ἦ ὑποστελεῖσθε ὑμεῖς δὲ αὐτοὶ κριταὶ γένεσθε
CEI 2008 Gb13,8Vorreste prendere le parti di Dio
e farvi suoi avvocati?
AT greco 13,9καλόν γε ἐὰν ἐξιχνιάσῃ ὑμᾶς εἰ γὰρ τὰ πάντα ποιοῦντες προστεθήσεσθε αὐτῷ
CEI 2008 Gb13,9Sarebbe bene per voi se egli vi scrutasse?
Credete di ingannarlo, come s'inganna un uomo?
AT greco 13,10οὐθὲν ἧττον ἐλέγξει ὑμᾶς εἰ δὲ καὶ κρυφῇ πρόσωπα θαυμάσετε
CEI 2008 Gb13,10Severamente vi redarguirà,
se in segreto sarete parziali.
AT greco 13,11πότερον οὐχὶ δεινὰ αὐτοῦ στροβήσει ὑμᾶς φόβος δὲ παρ’ αὐτοῦ ἐπιπεσεῖται ὑμῖν
CEI 2008 Gb13,11La sua maestà non vi incute spavento
e il terrore di lui non vi assale?
AT greco 13,12ἀποβήσεται δὲ ὑμῶν τὸ ἀγαυρίαμα ἴσα σποδῷ τὸ δὲ σῶμα πήλινον
CEI 2008 Gb13,12Sentenze di cenere sono i vostri moniti,
baluardi di argilla sono i vostri baluardi.
AT greco 13,13κωφεύσατε ἵνα λαλήσω καὶ ἀναπαύσωμαι θυμοῦ
CEI 2008 Gb13,13Tacete, state lontani da me: parlerò io,
qualunque cosa possa accadermi.
AT greco 13,14ἀναλαβὼν τὰς σάρκας μου τοῖς ὀδοῦσιν ψυχὴν δέ μου θήσω ἐν χειρί
CEI 2008 Gb13,14Prenderò la mia carne con i denti
e la mia vita porrò sulle mie palme.
AT greco 13,15ἐάν με χειρώσηται ὁ δυνάστης ἐπεὶ καὶ ἦρκται ἦ μὴν λαλήσω καὶ ἐλέγξω ἐναντίον αὐτοῦ
CEI 2008 Gb13,15Mi uccida pure, io non aspetterò,
ma la mia condotta davanti a lui difenderò!
AT greco 13,16καὶ τοῦτό μοι ἀποβήσεται εἰς σωτηρίαν οὐ γὰρ ἐναντίον αὐτοῦ δόλος εἰσελεύσεται
CEI 2008 Gb13,16Già questo sarebbe la mia salvezza,
perché davanti a lui l'empio non può presentarsi.
AT greco 13,17ἀκούσατε ἀκούσατε τὰ ῥήματά μου ἀναγγελῶ γὰρ ὑμῶν ἀκουόντων
CEI 2008 Gb13,17Ascoltate bene le mie parole
e il mio discorso entri nei vostri orecchi.
AT greco 13,18ἰδοὺ ἐγὼ ἐγγύς εἰμι τοῦ κρίματός μου οἶδα ἐγὼ ὅτι δίκαιος ἀναφανοῦμαι
CEI 2008 Gb13,18Ecco, espongo la mia causa,
sono convinto che sarò dichiarato innocente.
AT greco 13,19τίς γάρ ἐστιν ὁ κριθησόμενός μοι ὅτι νῦν κωφεύσω καὶ ἐκλείψω
CEI 2008 Gb13,19Chi vuole contendere con me?
Perché allora tacerei e morirei.
AT greco 13,20δυεῖν δέ μοι χρήσῃ τότε ἀπὸ τοῦ προσώπου σου οὐ κρυβήσομαι
CEI 2008 Gb13,20Fammi solo due cose
e allora non mi sottrarrò alla tua presenza:
AT greco 13,21τὴν χεῖρα ἀπ’ ἐμοῦ ἀπέχου καὶ ὁ φόβος σου μή με καταπλησσέτω
CEI 2008 Gb13,21allontana da me la tua mano
e il tuo terrore più non mi spaventi.
AT greco 13,22εἶτα καλέσεις ἐγὼ δέ σοι ὑπακούσομαι ἢ λαλήσεις ἐγὼ δέ σοι δώσω ἀνταπόκρισιν
CEI 2008 Gb13,22Interrogami pure e io risponderò,
oppure parlerò io e tu ribatterai.
AT greco 13,23πόσαι εἰσὶν αἱ ἁμαρτίαι μου καὶ αἱ ἀνομίαι μου δίδαξόν με τίνες εἰσίν
CEI 2008 Gb13,23Quante sono le mie colpe e i miei peccati?
Fammi conoscere il mio delitto e il mio peccato.
AT greco 13,24διὰ τί ἀπ’ ἐμοῦ κρύπτῃ ἥγησαι δέ με ὑπεναντίον σοι
CEI 2008 Gb13,24Perché mi nascondi la tua faccia
e mi consideri come un nemico?
AT greco 13,25ἦ ὡς φύλλον κινούμενον ὑπὸ ἀνέμου εὐλαβηθήσῃ ἢ ὡς χόρτῳ φερομένῳ ὑπὸ πνεύματος ἀντίκεισαί μοι
CEI 2008 Gb13,25Vuoi spaventare una foglia dispersa dal vento
e dare la caccia a una paglia secca?
AT greco 13,26ὅτι κατέγραψας κατ’ ἐμοῦ κακά περιέθηκας δέ μοι νεότητος ἁμαρτίας
CEI 2008 Gb13,26Tu scrivi infatti contro di me sentenze amare
e su di me fai ricadere i miei errori giovanili;
AT greco 13,27ἔθου δέ μου τὸν πόδα ἐν κωλύματι ἐφύλαξας δέ μου πάντα τὰ ἔργα εἰς δὲ ῥίζας τῶν ποδῶν μου ἀφίκου
CEI 2008 Gb13,27tu poni in ceppi i miei piedi,
vai spiando tutti i miei passi
e rilevi le orme dei miei piedi.
AT greco 13,28ὃ παλαιοῦται ἴσα ἀσκῷ ἢ ὥσπερ ἱμάτιον σητόβρωτον
CEI 2008 Gb13,28Intanto l'uomo si consuma come legno tarlato
o come un vestito corroso da tignola.