Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
BibbiaEDU-logo

Giobbe

AT greco Torna al libro

CEI 2008

AT greco 23 23,1ὑπολαβὼν δὲ Ιωβ λέγει
CEI 2008 Gb Giobbe prese a dire:

23,1 RISPOSTA DI GIOBBE A ELIFAZ (23,1-24,25)
AT greco 23,2καὶ δὴ οἶδα ὅτι ἐκ χειρός μου ἡ ἔλεγξίς ἐστιν καὶ ἡ χεὶρ αὐτοῦ βαρεῖα γέγονεν ἐπ’ ἐμῷ στεναγμῷ
CEI 2008 Gb"Anche oggi il mio lamento è amaro
e la sua mano pesa sopra i miei gemiti.
23,2  Dio è lontano
AT greco 23,3τίς δ’ ἄρα γνοίη ὅτι εὕροιμι αὐτὸν καὶ ἔλθοιμι εἰς τέλος
CEI 2008 Gb23,3Oh, potessi sapere dove trovarlo,
potessi giungere fin dove risiede!
AT greco 23,4εἴποιμι δὲ ἐμαυτοῦ κρίμα τὸ δὲ στόμα μου ἐμπλήσαιμι ἐλέγχων
CEI 2008 Gb23,4Davanti a lui esporrei la mia causa
e avrei piene le labbra di ragioni.
AT greco 23,5γνῴην δὲ ῥήματα ἅ μοι ἐρεῖ αἰσθοίμην δὲ τίνα μοι ἀπαγγελεῖ
CEI 2008 Gb23,5Conoscerei le parole con le quali mi risponde
e capirei che cosa mi deve dire.
AT greco 23,6καὶ εἰ ἐν πολλῇ ἰσχύι ἐπελεύσεταί μοι εἶτα ἐν ἀπειλῇ μοι οὐ χρήσεται
CEI 2008 Gb23,6Dovrebbe forse con sfoggio di potenza contendere con me?
Gli basterebbe solo ascoltarmi!
AT greco 23,7ἀλήθεια γὰρ καὶ ἔλεγχος παρ’ αὐτοῦ ἐξαγάγοι δὲ εἰς τέλος τὸ κρίμα μου
CEI 2008 Gb23,7Allora un giusto discuterebbe con lui
e io per sempre sarei assolto dal mio giudice.
AT greco 23,8εἰς γὰρ πρῶτα πορεύσομαι καὶ οὐκέτι εἰμί τὰ δὲ ἐπ’ ἐσχάτοις τί οἶδα
CEI 2008 Gb23,8Ma se vado a oriente, egli non c'è,
se vado a occidente, non lo sento.
AT greco 23,9ἀριστερὰ ποιήσαντος αὐτοῦ καὶ οὐ κατέσχον περιβαλεῖ δεξιά καὶ οὐκ ὄψομαι
CEI 2008 Gb23,9A settentrione lo cerco e non lo scorgo,
mi volgo a mezzogiorno e non lo vedo.
AT greco 23,10οἶδεν γὰρ ἤδη ὁδόν μου διέκρινεν δέ με ὥσπερ τὸ χρυσίον
CEI 2008 Gb23,10Poiché egli conosce la mia condotta,
se mi mette alla prova, come oro puro io ne esco.
AT greco 23,11ἐξελεύσομαι δὲ ἐν ἐντάλμασιν αὐτοῦ ὁδοὺς γὰρ αὐτοῦ ἐφύλαξα καὶ οὐ μὴ ἐκκλίνω
CEI 2008 Gb23,11Alle sue orme si è attaccato il mio piede,
al suo cammino mi sono attenuto e non ho deviato;
AT greco 23,12ἀπὸ ἐνταλμάτων αὐτοῦ καὶ οὐ μὴ παρέλθω ἐν δὲ κόλπῳ μου ἔκρυψα ῥήματα αὐτοῦ
CEI 2008 Gb23,12dai comandi delle sue labbra non mi sono allontanato,
ho riposto nel cuore i detti della sua bocca.
AT greco 23,13εἰ δὲ καὶ αὐτὸς ἔκρινεν οὕτως τίς ἐστιν ὁ ἀντειπὼν αὐτῷ ὃ γὰρ αὐτὸς ἠθέλησεν καὶ ἐποίησεν
CEI 2008 Gb23,13Se egli decide, chi lo farà cambiare?
Ciò che desidera egli lo fa.
AT greco 23,14
CEI 2008 Gb23,14Egli esegue il decreto contro di me
come pure i molti altri che ha in mente.
AT greco 23,15ἐπὶ τούτῳ ἀπὸ προσώπου αὐτοῦ κατασπουδασθῶ κατανοήσω καὶ πτοηθήσομαι ἐξ αὐτοῦ
CEI 2008 Gb23,15Per questo davanti a lui io allibisco,
al solo pensarci mi viene paura.
AT greco 23,16κύριος δὲ ἐμαλάκυνεν τὴν καρδίαν μου ὁ δὲ παντοκράτωρ ἐσπούδασέν με
CEI 2008 Gb23,16Dio ha fiaccato il mio cuore,
l'Onnipotente mi ha frastornato;
AT greco 23,17οὐ γὰρ ᾔδειν ὅτι ἐπελεύσεταί μοι σκότος πρὸ προσώπου δέ μου ἐκάλυψεν γνόφος
CEI 2008 Gb23,17ma non è a causa della tenebra che io perisco,
né a causa dell'oscurità che ricopre il mio volto.