Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
BibbiaEDU-logo

Giobbe

AT greco Torna al libro

CEI 2008

AT greco 32 32,1ἡσύχασαν δὲ καὶ οἱ τρεῖς φίλοι αὐτοῦ ἔτι ἀντειπεῖν Ιωβ ἦν γὰρ Ιωβ δίκαιος ἐναντίον αὐτῶν
CEI 2008 Gb Quei tre uomini cessarono di rispondere a Giobbe, perché egli si riteneva giusto.
32,1 DISCORSI DI ELIU (32,1-37,24)
-37,24  L’intervento inatteso di questo personaggio di nome Eliu pone un intervallo tra i discorsi di Giobbe e la grande teofania racchiusa in 38,1-42,6. La sezione che racchiude questi discorsi è considerata da molti come un’aggiunta posteriore: in realtà, il personaggio Eliu non verrà nemmeno citato da Dio nel suo ultimo intervento (vedi 42,7-9).
AT greco 32,2ὠργίσθη δὲ Ελιους ὁ τοῦ Βαραχιηλ ὁ Βουζίτης ἐκ τῆς συγγενείας Ραμ τῆς Αυσίτιδος χώρας ὠργίσθη δὲ τῷ Ιωβ σφόδρα διότι ἀπέφηνεν ἑαυτὸν δίκαιον ἐναντίον κυρίου
CEI 2008 GbAllora si accese lo sdegno di Eliu, figlio di Barachele, il Buzita, della tribù di Ram. Si accese di sdegno contro Giobbe, perché si considerava giusto di fronte a Dio;
32,2  Buzita: Buz è nome di una tribù del deserto arabico (Ger 25,23 e anche Gen 22,21). Ram designa probabilmente il clan di appartenenza di Eliu (vedi 1Cr 2,25.27).
AT greco 32,3καὶ κατὰ τῶν τριῶν δὲ φίλων ὠργίσθη σφόδρα διότι οὐκ ἠδυνήθησαν ἀποκριθῆναι ἀντίθετα Ιωβ καὶ ἔθεντο αὐτὸν εἶναι ἀσεβῆ
CEI 2008 Gb32,3si accese di sdegno anche contro i suoi tre amici, perché non avevano trovato di che rispondere, sebbene avessero dichiarato Giobbe colpevole.
AT greco 32,4Ελιους δὲ ὑπέμεινεν δοῦναι ἀπόκρισιν Ιωβ ὅτι πρεσβύτεροι αὐτοῦ εἰσιν ἡμέραις
CEI 2008 Gb32,4Eliu aveva aspettato, mentre essi parlavano con Giobbe, perché erano più vecchi di lui in età.
AT greco 32,5καὶ εἶδεν Ελιους ὅτι οὐκ ἔστιν ἀπόκρισις ἐν στόματι τῶν τριῶν ἀνδρῶν καὶ ἐθυμώθη ὀργὴ αὐτοῦ
CEI 2008 Gb32,5Quando vide che sulla bocca di questi tre uomini non vi era più alcuna risposta, Eliu si accese di sdegno.
AT greco 32,6ὑπολαβὼν δὲ Ελιους ὁ τοῦ Βαραχιηλ ὁ Βουζίτης εἶπεν νεώτερος μέν εἰμι τῷ χρόνῳ ὑμεῖς δέ ἐστε πρεσβύτεροι διὸ ἡσύχασα φοβηθεὶς τοῦ ὑμῖν ἀναγγεῖλαι τὴν ἐμαυτοῦ ἐπιστήμην
CEI 2008 GbEliu, figlio di Barachele, il Buzita, prese a dire:
"Giovane io sono di anni
e voi siete già canuti;
per questo ho esitato, per rispetto,
a manifestarvi il mio sapere.
32,6-22 Eliu contesta le argomentazioni di Giobbe
AT greco 32,7εἶπα δὲ ὅτι ὁ χρόνος ἐστὶν ὁ λαλῶν ἐν πολλοῖς δὲ ἔτεσιν οἴδασιν σοφίαν
CEI 2008 Gb32,7Pensavo: "Parlerà l'età
e gli anni numerosi insegneranno la sapienza".
AT greco 32,8ἀλλὰ πνεῦμά ἐστιν ἐν βροτοῖς πνοὴ δὲ παντοκράτορός ἐστιν ἡ διδάσκουσα
CEI 2008 Gb32,8Ma è lo spirito che è nell'uomo,
è il soffio dell'Onnipotente che lo fa intelligente.
AT greco 32,9οὐχ οἱ πολυχρόνιοί εἰσιν σοφοί οὐδ’ οἱ γέροντες οἴδασιν κρίμα
CEI 2008 Gb32,9Essere anziani non significa essere sapienti,
essere vecchi non significa saper giudicare.
AT greco 32,10διὸ εἶπα ἀκούσατέ μου καὶ ἀναγγελῶ ὑμῖν ἃ οἶδα
CEI 2008 Gb32,10Per questo io oso dire: "Ascoltatemi;
esporrò anch'io il mio parere".
AT greco 32,11ἐνωτίζεσθέ μου τὰ ῥήματα ἐρῶ γὰρ ὑμῶν ἀκουόντων ἄχρι οὗ ἐτάσητε λόγους
CEI 2008 Gb32,11Ecco, ho atteso le vostre parole,
ho teso l'orecchio ai vostri ragionamenti.
Finché andavate in cerca di argomenti,
AT greco 32,12καὶ μέχρι ὑμῶν συνήσω καὶ ἰδοὺ οὐκ ἦν τῷ Ιωβ ἐλέγχων ἀνταποκρινόμενος ῥήματα αὐτοῦ ἐξ ὑμῶν
CEI 2008 Gb32,12su di voi fissai l'attenzione.
Ma ecco, nessuno ha potuto confutare Giobbe,
nessuno tra voi ha risposto ai suoi detti.
AT greco 32,13ἵνα μὴ εἴπητε εὕρομεν σοφίαν κυρίῳ προσθέμενοι
CEI 2008 Gb32,13Non venite a dire: "Abbiamo trovato noi la sapienza,
Dio solo può vincerlo, non un uomo!".
AT greco 32,14ἀνθρώπῳ δὲ ἐπετρέψατε λαλῆσαι τοιαῦτα ῥήματα
CEI 2008 Gb32,14Egli non ha rivolto a me le sue parole,
e io non gli risponderò con i vostri argomenti.
AT greco 32,15ἐπτοήθησαν οὐκ ἀπεκρίθησαν ἔτι ἐπαλαίωσαν ἐξ αὐτῶν λόγους
CEI 2008 Gb32,15Sono sconcertati, non rispondono più,
mancano loro le parole.
AT greco 32,16ὑπέμεινα οὐ γὰρ ἐλάλησαν ὅτι ἔστησαν οὐκ ἀπεκρίθησαν
CEI 2008 Gb32,16Ho atteso, ma poiché non parlano più,
poiché stanno lì senza risposta,
AT greco 32,17ὑπολαβὼν δὲ Ελιους λέγει
CEI 2008 Gb32,17risponderò anch'io per la mia parte,
esporrò anch'io il mio parere;
AT greco 32,18πάλιν λαλήσω πλήρης γάρ εἰμι ῥημάτων ὀλέκει γάρ με τὸ πνεῦμα τῆς γαστρός
CEI 2008 Gb32,18mi sento infatti pieno di parole,
mi preme lo spirito che è nel mio ventre.
AT greco 32,19ἡ δὲ γαστήρ μου ὥσπερ ἀσκὸς γλεύκους ζέων δεδεμένος ἢ ὥσπερ φυσητὴρ χαλκέως ἐρρηγώς
CEI 2008 Gb32,19Ecco, il mio ventre è come vino senza aria di sfogo,
come otri nuovi sta per scoppiare.
AT greco 32,20λαλήσω ἵνα ἀναπαύσωμαι ἀνοίξας τὰ χείλη
CEI 2008 Gb32,20Parlerò e avrò un po' d'aria,
aprirò le labbra e risponderò.
AT greco 32,21ἄνθρωπον γὰρ οὐ μὴ αἰσχυνθῶ ἀλλὰ μὴν οὐδὲ βροτὸν οὐ μὴ ἐντραπῶ
CEI 2008 Gb32,21Non guarderò in faccia ad alcuno,
e non adulerò nessuno,
AT greco 32,22οὐ γὰρ ἐπίσταμαι θαυμάσαι πρόσωπον εἰ δὲ μή καὶ ἐμὲ σῆτες ἔδονται
CEI 2008 Gb32,22perché io non so adulare:
altrimenti il mio creatore in breve mi annienterebbe.