Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
BibbiaEDU-logo

Giobbe

AT greco Torna al libro

CEI 1974

AT greco 6 6,1ὑπολαβὼν δὲ Ιωβ λέγει
CEI 1974 Gb Allora Giobbe rispose:
6,1 Nella sua risposta, Giobbe ammette di aver esagerato coi lamenti, ma rimprovera all'amico di averlo inasprito con i suoi rimproveri.
AT greco 6,2εἰ γάρ τις ἱστῶν στήσαι μου τὴν ὀργήν τὰς δὲ ὀδύνας μου ἄραι ἐν ζυγῷ ὁμοθυμαδόν
CEI 1974 Gb6,2 Se ben si pesasse il mio cruccio
e sulla stessa bilancia si ponesse la mia sventura...
AT greco 6,3καὶ δὴ ἄμμου παραλίας βαρυτέρα ἔσται ἀλλ’ ὡς ἔοικεν τὰ ῥήματά μού ἐστιν φαῦλα
CEI 1974 Gb6,3 certo sarebbe più pesante della sabbia del mare!
Per questo temerarie sono state le mie parole,
AT greco 6,4βέλη γὰρ κυρίου ἐν τῷ σώματί μού ἐστιν ὧν ὁ θυμὸς αὐτῶν ἐκπίνει μου τὸ αἷμα ὅταν ἄρξωμαι λαλεῖν κεντοῦσί με
CEI 1974 Gb perché le saette dell`Onnipotente mi stanno infitte,
sì che il mio spirito ne beve il veleno
e terrori immani mi si schierano contro!
6,4 Le saette dell'Onnipotente sono le sventure.
AT greco 6,5τί γάρ μὴ διὰ κενῆς κεκράξεται ὄνος ἄγριος ἀλλ’ ἢ τὰ σῖτα ζητῶν εἰ δὲ καὶ ῥήξει φωνὴν βοῦς ἐπὶ φάτνης ἔχων τὰ βρώματα
CEI 1974 Gb6,5 Raglia forse il somaro con l`erba davanti
o muggisce il bue sopra il suo foraggio?
AT greco 6,6εἰ βρωθήσεται ἄρτος ἄνευ ἁλός εἰ δὲ καὶ ἔστιν γεῦμα ἐν ῥήμασιν κενοῖς
CEI 1974 Gb6,6 Si mangia forse un cibo insipido, senza sale?
O che gusto c`è nell`acqua di malva?
AT greco 6,7οὐ δύναται γὰρ παύσασθαί μου ἡ ψυχή βρόμον γὰρ ὁρῶ τὰ σῖτά μου ὥσπερ ὀσμὴν λέοντος
CEI 1974 Gb6,7 Ciò che io ricusavo di toccare
questo è il ributtante mio cibo!
AT greco 6,8εἰ γὰρ δῴη καὶ ἔλθοι μου ἡ αἴτησις καὶ τὴν ἐλπίδα μου δῴη ὁ κύριος
CEI 1974 Gb6,8 Oh, mi accadesse quello che invoco,
e Dio mi concedesse quello che spero!
AT greco 6,9ἀρξάμενος ὁ κύριος τρωσάτω με εἰς τέλος δὲ μή με ἀνελέτω
CEI 1974 Gb6,9 Volesse Dio schiacciarmi,
stendere la mano e sopprimermi!
AT greco 6,10εἴη δέ μου πόλις τάφος ἐφ’ ἧς ἐπὶ τειχέων ἡλλόμην ἐπ’ αὐτῆς οὐ μὴ φείσωμαι οὐ γὰρ ἐψευσάμην ῥήματα ἅγια θεοῦ μου
CEI 1974 Gb6,10 Ciò sarebbe per me un qualche conforto
e gioirei, pur nell`angoscia senza pietà,
per non aver rinnegato i decreti del Santo.
AT greco 6,11τίς γάρ μου ἡ ἰσχύς ὅτι ὑπομένω ἢ τίς μου ὁ χρόνος ὅτι ἀνέχεταί μου ἡ ψυχή
CEI 1974 Gb6,11 Qual la mia forza, perché io possa durare,
o qual la mia fine, perché prolunghi la vita?
AT greco 6,12μὴ ἰσχὺς λίθων ἡ ἰσχύς μου ἢ αἱ σάρκες μού εἰσιν χάλκειαι
CEI 1974 Gb6,12 La mia forza è forza di macigni?
La mia carne è forse di bronzo?
AT greco 6,13ἦ οὐκ ἐπ’ αὐτῷ ἐπεποίθειν βοήθεια δὲ ἀπ’ ἐμοῦ ἄπεστιν
CEI 1974 Gb6,13 Non v`è proprio aiuto per me?
Ogni soccorso mi è precluso?
AT greco 6,14ἀπείπατό με ἔλεος ἐπισκοπὴ δὲ κυρίου ὑπερεῖδέν με
CEI 1974 Gb6,14 A chi è sfinito è dovuta pietà dagli amici,
anche se ha abbandonato il timore di Dio.
AT greco 6,15οὐ προσεῖδόν με οἱ ἐγγύτατοί μου ὥσπερ χειμάρρους ἐκλείπων ἢ ὥσπερ κῦμα παρῆλθόν με
CEI 1974 Gb6,15 I miei fratelli mi hanno deluso come un torrente,
sono dileguati come i torrenti delle valli,
AT greco 6,16οἵτινές με διευλαβοῦντο νῦν ἐπιπεπτώκασίν μοι ὥσπερ χιὼν ἢ κρύσταλλος πεπηγώς
CEI 1974 Gb6,16 i quali sono torbidi per lo sgelo,
si gonfiano allo sciogliersi della neve,
AT greco 6,17καθὼς τακεῖσα θέρμης γενομένης οὐκ ἐπεγνώσθη ὅπερ ἦν
CEI 1974 Gb6,17 ma al tempo della siccità svaniscono
e all`arsura scompaiono dai loro letti.
AT greco 6,18οὕτως κἀγὼ κατελείφθην ὑπὸ πάντων ἀπωλόμην δὲ καὶ ἔξοικος ἐγενόμην
CEI 1974 Gb Deviano dalle loro piste le carovane,
avanzano nel deserto e vi si perdono;
6,18 Deviano col fenomeno dei miraggi.
AT greco 6,19ἴδετε ὁδοὺς Θαιμανων ἀτραποὺς Σαβων οἱ διορῶντες
CEI 1974 Gb le carovane di Tema guardano là,
i viandanti di Saba sperano in essi:
6,19 Tema e Saba erano centri commerciali arabi.
AT greco 6,20καὶ αἰσχύνην ὀφειλήσουσιν οἱ ἐπὶ πόλεσιν καὶ χρήμασιν πεποιθότες
CEI 1974 Gb6,20 ma rimangono delusi d`avere sperato,
giunti fin là, ne restano confusi.
AT greco 6,21ἀτὰρ δὲ καὶ ὑμεῖς ἐπέβητέ μοι ἀνελεημόνως ὥστε ἰδόντες τὸ ἐμὸν τραῦμα φοβήθητε
CEI 1974 Gb6,21 Così ora voi siete per me:
vedete che faccio orrore e vi prende paura.
AT greco 6,22τί γάρ μή τι ὑμᾶς ᾔτησα ἢ τῆς παρ’ ὑμῶν ἰσχύος ἐπιδέομαι
CEI 1974 Gb6,22 Vi ho detto forse: "Datemi qualcosa"
o "dei vostri beni fatemi un regalo"
AT greco 6,23ὥστε σῶσαί με ἐξ ἐχθρῶν ἢ ἐκ χειρὸς δυναστῶν ῥύσασθαί με
CEI 1974 Gb6,23 o "liberatemi dalle mani di un nemico"
o "dalle mani dei violenti riscattatemi"?
AT greco 6,24διδάξατέ με ἐγὼ δὲ κωφεύσω εἴ τι πεπλάνημαι φράσατέ μοι
CEI 1974 Gb6,24 Istruitemi e allora io tacerò,
fatemi conoscere in che cosa ho sbagliato.
AT greco 6,25ἀλλ’ ὡς ἔοικεν φαῦλα ἀληθινοῦ ῥήματα οὐ γὰρ παρ’ ὑμῶν ἰσχὺν αἰτοῦμαι
CEI 1974 Gb6,25 Che hanno di offensivo le giuste parole?
Ma che cosa dimostra la prova che viene da voi?
AT greco 6,26οὐδὲ ὁ ἔλεγχος ὑμῶν ῥήμασίν με παύσει οὐδὲ γὰρ ὑμῶν φθέγμα ῥήματος ἀνέξομαι
CEI 1974 Gb6,26 Forse voi pensate a confutare parole,
e come sparsi al vento stimate i detti di un disperato!
AT greco 6,27πλὴν ὅτι ἐπ’ ὀρφανῷ ἐπιπίπτετε ἐνάλλεσθε δὲ ἐπὶ φίλῳ ὑμῶν
CEI 1974 Gb6,27 Anche sull`orfano gettereste la sorte
e a un vostro amico scavereste la fossa.
AT greco 6,28νυνὶ δὲ εἰσβλέψας εἰς πρόσωπα ὑμῶν οὐ ψεύσομαι
CEI 1974 Gb6,28 Ma ora degnatevi di volgervi verso di me:
davanti a voi non mentirò.
AT greco 6,29καθίσατε δὴ καὶ μὴ εἴη ἄδικον καὶ πάλιν τῷ δικαίῳ συνέρχεσθε
CEI 1974 Gb6,29 Su, ricredetevi: non siate ingiusti!
Ricredetevi; la mia giustizia è ancora qui!
AT greco 6,30οὐ γάρ ἐστιν ἐν γλώσσῃ μου ἄδικον ἢ ὁ λάρυγξ μου οὐχὶ σύνεσιν μελετᾷ
CEI 1974 Gb6,30 C`è forse iniquità sulla mia lingua
o il mio palato non distingue più le sventure?