Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
15
18
19

Giosuè A (Codice Alessandrino)

AT greco Torna al libro

Interconfessionale Vai al libro

AT greco 18 18,1
Interconfessionale A quel tempo il popolo d’Israele non aveva ancora un re, e la tribù di Dan cercava dove stabilirsi, perché non le era toccato nessun territorio tra le tribù d’Israele.
18,1 il popolo d’Israele non aveva alcun re Gdc 17,6+. 18,1 dove stabilirsi: lo spostamento della tribù di Dan è ricordato in Giosuè 19,40-48; la causa è indicata dal nostro libro in 1,34.
AT greco 18,2
Interconfessionale Perciò gli uomini di Dan scelsero fra tutte le loro famiglie cinque soldati valorosi e li inviarono dalle città di Sorea ed Estaòl, con l’ordine di esplorare l’intera regione. Essi arrivarono nella zona montuosa di Èfraim e passarono la notte nella casa di Mica.
18,2 l’ordine di esplorare l’intera regione Nm 13-14; Dt 1,22-25; Gs 2,1.
AT greco 18,3
Interconfessionale 18,3 Mentre si trovavano là, riconobbero dal modo di parlare il giovane levita. Andarono da lui e gli domandarono: — Perché sei qui? Chi ti ha fatto venire? Che cosa fai?
AT greco 18,4
Interconfessionale 18,4 Egli raccontò la sua storia per filo e per segno e concluse: — Quest’uomo mi dà uno stipendio; ora sono il suo sacerdote.
AT greco 18,5
Interconfessionale Essi gli dissero: — Invoca il Signore per noi e facci sapere se il nostro viaggio avrà un buon esito.
18,5 Invoca il Signore Gdc 1,1+; 1Sam 23,9-12.
AT greco 18,6
Interconfessionale Il sacerdote rispose: — Andate pure con fiducia. Il vostro viaggio è sotto lo sguardo del Signore.
18,6 Andate con fiducia (formula di congedo) Es 4,18; 1Sam 1,17; Lc 7,50; 8,48.
AT greco 18,7
Interconfessionale I cinque ripresero il loro viaggio e arrivarono alla città di Lais. Videro che era un posto sicuro. Gli abitanti vivevano secondo le abitudini della gente di Sidone. Erano un popolo pacifico e tranquillo. Tra i capi e il popolo non c’erano motivi di attrito. Si trovavano a una grande distanza da Sidone e non avevano contatti con nessuno.
18,7 Tra i capi e il popolo non c’erano motivi di attrito: altri: In quella terra non mancava nulla, anzi era molto ricca.
AT greco 18,8
Interconfessionale Quando i cinque tornarono a Sorea ed Estaòl, i loro compagni domandarono: — Com’è andata?
18,8 ritorno dall’esplorazione Nm 13,25.26.
AT greco 18,9
Interconfessionale Essi risposero: — Su, presto! Attacchiamo Lais! Abbiamo esplorato il suo territorio, è molto fertile. Non perdete tempo qui. Andate subito a conquistarlo.
18,9 Su, presto! Nm 13,30. — il territorio è molto fertile Nm 13,27; 14,7.
AT greco 18,10
Interconfessionale Arrivati là, vedrete che la gente non sospetta niente. Il territorio è molto vasto: non manca proprio nulla. Dio vi darà la vittoria.
18,10 Dio vi darà la vittoria Gs 2,24.
AT greco 18,11
Interconfessionale 18,11 Così, seicento soldati della tribù di Dan si armarono per la battaglia e lasciarono Sorea ed Estaòl.
AT greco 18,12
Interconfessionale 18,12 Andarono ad accamparsi in Giudea, in una località a occidente di Kiriat-Iearim. A ricordo di quell’avvenimento fu chiamata ‘Accampamento di Dan’. Ancor oggi porta quel nome.
AT greco 18,13
Interconfessionale Di là passarono per la zona montuosa della tribù di Èfraim e arrivarono alla casa di Mica.
18,13 zona montuosa della tribù di Èfraim Gdc 3,27+.
AT greco 18,14
Interconfessionale I cinque che avevano esplorato il territorio attorno alla città di Lais, dissero ai loro compagni: «Sapete che qui, in una di queste case, c’è una statua ricoperta d’argento, altri idoli e anche un efod? È chiaro quello che dovete fare!».
18,14 E’ chiaro quello che dovete fare 1Sam 25,17.
AT greco 18,15
Interconfessionale 18,15 Passarono dalla casa di Mica dove viveva il giovane levita e gli domandarono come stava.
AT greco 18,16
Interconfessionale 18,16 Nel frattempo, i seicento soldati di Dan aspettavano, armati, sulla soglia.
AT greco 18,17
Interconfessionale 18,17 I cinque andarono direttamente nel santuario di Mica e presero la statua ricoperta d’argento, gli altri idoli e l’efod; intanto il sacerdote era sulla soglia con i seicento uomini armati.
AT greco 18,18
Interconfessionale 18,18 Quando vide che i cinque entrati nel santuario avevano preso gli oggetti sacri, il sacerdote domandò: — Che cosa fate?
AT greco 18,19
Interconfessionale Gli risposero: — Stai tranquillo e non dir niente. Vieni con noi e sarai il nostro consigliere e sacerdote. Non è meglio essere sacerdote per un gruppo o un’intera tribù d’Israele, invece che per una sola famiglia?
18,19 non dir niente Mic 7,16; Gb 21,5; 29,9; 40,4; Prv 30,32; Sap 8,12.
AT greco 18,20
Interconfessionale 18,20 Il sacerdote fu contento di quella prospettiva: prese gli oggetti sacri e si unì al loro gruppo.
AT greco 18,21 Βηθαγλα καὶ Αμεκκασις
Interconfessionale 18,21 Poi, quelli della tribù di Dan ripresero il loro viaggio, e fecero precedere in testa donne e bambini, bestiame e bagagli.
AT greco 18,22 καὶ Βαιθαραβα καὶ Σεμριμ καὶ Βηθηλ
Interconfessionale Mentre essi si allontanavano, Mica e i suoi vicini si radunarono e inseguirono gli uomini della tribù di Dan,
18,22 inseguirono coloro che avevano rubato gli idoli Gn 31,23.
AT greco 18,23 καὶ Αυιμ καὶ Αφαρ καὶ Αφρα
Interconfessionale 18,23 urlando alle loro spalle. Essi si voltarono e chiesero a Mica: — Che cosa vuoi con questa gente?
AT greco 18,24 καὶ Αικαρεν καὶ Καφηραμμιν καὶ Γαβαα πόλεις δώδεκα καὶ αἱ κῶμαι αὐτῶν
Interconfessionale 18,24 Mica rispose: — Vi siete presi il mio sacerdote e gli idoli, che mi ero costruito, e ve ne siete andati. Che cosa mi resta? E avete il coraggio di dirmi: «Che cosa vuoi?».
AT greco 18,25 Γαβαων καὶ Ραμα καὶ Βηρωθ
Interconfessionale 18,25 Gli uomini della tribù di Dan gli dissero: — Non farti più sentire, se non vuoi che qualcuno perda la pazienza, perché allora tu e i tuoi ci lascereste la pelle!
AT greco 18,26 καὶ Μασφα καὶ Χεφιρα καὶ Αμωσα
Interconfessionale 18,26 Poi, gli uomini di Dan ripresero la loro strada. Mica, visto che erano più forti di lui, tornò indietro a casa sua.
AT greco 18,27 καὶ Ρεκεμ καὶ Ιερφαηλ καὶ Θαραλα
Interconfessionale 18,27 Gli uomini di Dan, con il sacerdote e gli oggetti sacri di Mica, giunsero alla città di Lais, dove viveva un popolo pacifico e tranquillo. Uccisero tutti gli abitanti e incendiarono la città.
AT greco 18,28 καὶ Σηλαλεφ καὶ Ιεβους αὕτη ἐστὶν Ιερουσαλημ καὶ Γαβααθ καὶ πόλις Ιαριμ πόλεις δέκα τρεῖς καὶ αἱ κῶμαι αὐτῶν αὕτη ἡ κληρονομία υἱῶν Βενιαμιν κατὰ δήμους αὐτῶν
Interconfessionale 18,28 Non venne nessuno ad aiutare gli abitanti di Lais, dato che erano molto distanti da Sidone e non avevano contatti con altri popoli. Quella città si trovava nella valle di Bet-Recob. Gli uomini di Dan la ricostruirono e vi si stabilirono.