Dimensioni del testo

Carattere

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
3
4

Giona

AT greco Torna al libro

Interconfessionale Vai al libro

AT greco 2 2,1 καὶ προσέταξεν κύριος κήτει μεγάλῳ καταπιεῖν τὸν Ιωναν καὶ ἦν Ιωνας ἐν τῇ κοιλίᾳ τοῦ κήτους τρεῖς ἡμέρας καὶ τρεῖς νύκτας
Interconfessionale 2,1 Più tardi Artaserse si calmò, ma non fece più chiamare Vasti, perché ricordava come gli aveva risposto e i provvedimenti presi contro di lei.
AT greco 2,2 καὶ προσηύξατο Ιωνας πρὸς κύριον τὸν θεὸν αὐτοῦ ἐκ τῆς κοιλίας τοῦ κήτους
Interconfessionale 2,2 Allora alcuni cortigiani suggerirono al re: «Perché non fai cercare delle brave ragazze, giovani e belle?
AT greco 2,3 καὶ εἶπεν ἐβόησα ἐν θλίψει μου πρὸς κύριον τὸν θεόν μου καὶ εἰσήκουσέν μου ἐκ κοιλίας ᾅδου κραυγῆς μου ἤκουσας φωνῆς μου
Interconfessionale 2,3 Potresti mandare degli incaricati in tutte le province dell’impero per radunarle qui nel tuo harem. Saranno affidate all’eunuco di corte che ha il compito di sorvegliare le donne. Egli penserà anche ai loro trattamenti di bellezza e a ogni altra necessità.
AT greco 2,4 ἀπέρριψάς με εἰς βάθη καρδίας θαλάσσης καὶ ποταμοί με ἐκύκλωσαν πάντες οἱ μετεωρισμοί σου καὶ τὰ κύματά σου ἐπ’ ἐμὲ διῆλθον
Interconfessionale 2,4 La ragazza che ti piacerà di più potrà diventare regina al posto di Vasti». Il re apprezzò questa idea e così fece.
AT greco 2,5 καὶ ἐγὼ εἶπα ἀπῶσμαι ἐξ ὀφθαλμῶν σου ἆρα προσθήσω τοῦ ἐπιβλέψαι πρὸς τὸν ναὸν τὸν ἅγιόν σου
Interconfessionale 2,5 In quel tempo nella città di Susa abitava un Ebreo della tribù di Beniamino, di nome Mardocheo, discendente di Giairo, di Simei e di Kis.
AT greco 2,6 περιεχύθη ὕδωρ μοι ἕως ψυχῆς ἄβυσσος ἐκύκλωσέν με ἐσχάτη ἔδυ ἡ κεφαλή μου εἰς σχισμὰς ὀρέων
Interconfessionale Era uno di quelli che il re di Babilonia Nabucodònosor aveva deportato da Gerusalemme.
2,6 deportazione di Nabucodònosor Est 2,6+.
AT greco 2,7 κατέβην εἰς γῆν ἧς οἱ μοχλοὶ αὐτῆς κάτοχοι αἰώνιοι καὶ ἀναβήτω φθορὰ ζωῆς μου κύριε ὁ θεός μου
Interconfessionale 2,7 Era anche il tutore di una ragazza, figlia del suo zio paterno Aminadàb. Dopo la morte del padre e della madre, Mardocheo l’aveva allevata col proposito di sposarla. Si chiamava Ester ed era molto bella.
AT greco 2,8 ἐν τῷ ἐκλείπειν ἀπ’ ἐμοῦ τὴν ψυχήν μου τοῦ κυρίου ἐμνήσθην καὶ ἔλθοι πρὸς σὲ ἡ προσευχή μου εἰς ναὸν ἅγιόν σου
Interconfessionale 2,8 Quando fu dato l’ordine di raccogliere a Susa ragazze per l’harem, anche Ester fu portata a corte e affidata a Gai, il sorvegliante delle donne.
AT greco 2,9 φυλασσόμενοι μάταια καὶ ψευδῆ ἔλεος αὐτῶν ἐγκατέλιπον
Interconfessionale 2,9 Ester gli piacque molto ed entrò nelle sue simpatie. Le diede subito l’occorrente per curare la sua bellezza, e le fece avere un trattamento di privilegio; le mise a disposizione sette serve, scelte fra le migliori della corte, e volle che nell’harem le fosse usato ogni riguardo.
AT greco 2,10 ἐγὼ δὲ μετὰ φωνῆς αἰνέσεως καὶ ἐξομολογήσεως θύσω σοι ὅσα ηὐξάμην ἀποδώσω σοι σωτηρίου τῷ κυρίῳ
Interconfessionale 2,10 Ester non aveva detto che era ebrea e non aveva parlato della sua patria, perché Mardocheo le aveva ordinato di non dire niente.
AT greco 2,11 καὶ προσετάγη τῷ κήτει καὶ ἐξέβαλεν τὸν Ιωναν ἐπὶ τὴν ξηράν
Interconfessionale 2,11 E lui passava ogni giorno davanti al cortile dell’harem per avere notizie di Ester.