Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

BibbiaEDU-logo

Salmi

AT greco Torna al libro

CEI 1974

AT greco 113 113,1gr. psalm 113a (heb. 114) αλληλουια ἐν ἐξόδῳ Ισραηλ ἐξ Αἰγύπτου οἴκου Ιακωβ ἐκ λαοῦ βαρβάρου
CEI 1974 Sal Alleluia.

Quando Israele uscì dall`Egitto,
la casa di Giacobbe da un popolo barbaro,
113,1 Questo Salmo, unificato nell'antica traduzione greca e nella Volgata latina, è diviso in due nel testo masoretico, cioè ebraico. Evocazione in chiave metaforica dei prodigi divini nel passaggio del mar Rosso e del Giordano, al tempo dei primi grandi interventi salvifici di Dio.
AT greco 113,2ἐγενήθη Ιουδαία ἁγίασμα αὐτοῦ Ισραηλ ἐξουσία αὐτοῦ
CEI 1974 Sal113,2 Giuda divenne il suo santuario,
Israele il suo dominio.
AT greco 113,3ἡ θάλασσα εἶδεν καὶ ἔφυγεν ὁ Ιορδάνης ἐστράφη εἰς τὰ ὀπίσω
CEI 1974 Sal113,3 Il mare vide e si ritrasse,
il Giordano si volse indietro,
AT greco 113,4τὰ ὄρη ἐσκίρτησαν ὡσεὶ κριοὶ καὶ οἱ βουνοὶ ὡς ἀρνία προβάτων
CEI 1974 Sal113,4 i monti saltellarono come arieti,
le colline come agnelli di un gregge.
AT greco 113,5τί σοί ἐστιν θάλασσα ὅτι ἔφυγες καὶ σοί Ιορδάνη ὅτι ἀνεχώρησας εἰς τὰ ὀπίσω
CEI 1974 Sal113,5 Che hai tu, mare, per fuggire,
e tu, Giordano, perché torni indietro?
AT greco 113,6τὰ ὄρη ὅτι ἐσκιρτήσατε ὡσεὶ κριοί καὶ οἱ βουνοὶ ὡς ἀρνία προβάτων
CEI 1974 Sal113,6 Perché voi monti saltellate come arieti
e voi colline come agnelli di un gregge?
AT greco 113,7ἀπὸ προσώπου κυρίου ἐσαλεύθη ἡ γῆ ἀπὸ προσώπου τοῦ θεοῦ Ιακωβ
CEI 1974 Sal113,7 Trema, o terra, davanti al Signore,
davanti al Dio di Giacobbe,
AT greco 113,8τοῦ στρέψαντος τὴν πέτραν εἰς λίμνας ὑδάτων καὶ τὴν ἀκρότομον εἰς πηγὰς ὑδάτων
CEI 1974 Sal113,8 che muta la rupe in un lago,
la roccia in sorgenti d`acqua.
(T.M. 115)
AT greco 113,9gr. psalm 113b (heb. 115) μὴ ἡμῖν κύριε μὴ ἡμῖν ἀλλ’ ἢ τῷ ὀνόματί σου δὸς δόξαν ἐπὶ τῷ ἐλέει σου καὶ τῇ ἀληθείᾳ σου
CEI 1974 Sal Non a noi, Signore, non a noi,ma al tuo nome dà gloria,per la tua fedeltà, per la tua grazia. Ma al tuo nome dà gloria,
per la tua fedeltà, per la tua grazia.
113,9 (TM115-1). Esaltazione del vero Dio.
AT greco 113,10μήποτε εἴπωσιν τὰ ἔθνη ποῦ ἐστιν ὁ θεὸς αὐτῶν
CEI 1974 Sal113,10 "Dov`è il loro Dio?".
AT greco 113,11ὁ δὲ θεὸς ἡμῶν ἐν τῷ οὐρανῷ ἄνω ἐν τοῖς οὐρανοῖς καὶ ἐν τῇ γῇ πάντα ὅσα ἠθέλησεν ἐποίησεν
CEI 1974 Sal113,11 Il nostro Dio è nei cieli, egli opera tutto ciò che vuole.
AT greco 113,12τὰ εἴδωλα τῶν ἐθνῶν ἀργύριον καὶ χρυσίον ἔργα χειρῶν ἀνθρώπων
CEI 1974 Sal113,12 Gli idoli delle genti sono argento e oro,
opera delle mani dell`uomo.
AT greco 113,13στόμα ἔχουσιν καὶ οὐ λαλήσουσιν ὀφθαλμοὺς ἔχουσιν καὶ οὐκ ὄψονται
CEI 1974 Sal113,13 Hanno bocca e non parlano,
hanno occhi e non vedono,
AT greco 113,14ὦτα ἔχουσιν καὶ οὐκ ἀκούσονται ῥῖνας ἔχουσιν καὶ οὐκ ὀσφρανθήσονται
CEI 1974 Sal113,14 hanno orecchi e non odono,
hanno narici e non odorano.
AT greco 113,15χεῖρας ἔχουσιν καὶ οὐ ψηλαφήσουσιν πόδας ἔχουσιν καὶ οὐ περιπατήσουσιν οὐ φωνήσουσιν ἐν τῷ λάρυγγι αὐτῶν
CEI 1974 Sal113,15 Hanno mani e non palpano,
hanno piedi e non camminano;
dalla gola non emettono suoni.
AT greco 113,16ὅμοιοι αὐτοῖς γένοιντο οἱ ποιοῦντες αὐτὰ καὶ πάντες οἱ πεποιθότες ἐπ’ αὐτοῖς
CEI 1974 Sal113,16 Sia come loro chi li fabbrica
e chiunque in essi confida.
AT greco 113,17οἶκος Ισραηλ ἤλπισεν ἐπὶ κύριον βοηθὸς αὐτῶν καὶ ὑπερασπιστὴς αὐτῶν ἐστιν
CEI 1974 Sal113,17 Israele confida nel Signore:
egli è loro aiuto e loro scudo.
AT greco 113,18οἶκος Ααρων ἤλπισεν ἐπὶ κύριον βοηθὸς αὐτῶν καὶ ὑπερασπιστὴς αὐτῶν ἐστιν
CEI 1974 Sal113,18 Confida nel Signore la casa di Aronne:
egli è loro aiuto e loro scudo.
AT greco 113,19οἱ φοβούμενοι τὸν κύριον ἤλπισαν ἐπὶ κύριον βοηθὸς αὐτῶν καὶ ὑπερασπιστὴς αὐτῶν ἐστιν
CEI 1974 Sal113,19 Confida nel Signore, chiunque lo teme:
egli è loro aiuto e loro scudo.
AT greco 113,20κύριος ἐμνήσθη ἡμῶν καὶ εὐλόγησεν ἡμᾶς εὐλόγησεν τὸν οἶκον Ισραηλ εὐλόγησεν τὸν οἶκον Ααρων
CEI 1974 Sal113,20 Il SIgnore si ricorda di noi, ci benedice: benedice la casa d'Israele, benedice la casa di Aronne.
AT greco 113,21εὐλόγησεν τοὺς φοβουμένους τὸν κύριον τοὺς μικροὺς μετὰ τῶν μεγάλων
CEI 1974 Sal113,21 Il SIgnore benedice quelli che lo temono, benedice i piccoli e i grandi
AT greco 113,22προσθείη κύριος ἐφ’ ὑμᾶς ἐφ’ ὑμᾶς καὶ ἐπὶ τοὺς υἱοὺς ὑμῶν
CEI 1974 Sal113,22 Vi renda fecondi il Signore, voi e i vostri figli.
AT greco 113,23εὐλογημένοι ὑμεῖς τῷ κυρίῳ τῷ ποιήσαντι τὸν οὐρανὸν καὶ τὴν γῆν
CEI 1974 Sal113,23 Siate benedetti dal Signore che ha fatto cielo e terra.
AT greco 113,24ὁ οὐρανὸς τοῦ οὐρανοῦ τῷ κυρίῳ τὴν δὲ γῆν ἔδωκεν τοῖς υἱοῖς τῶν ἀνθρώπων
CEI 1974 Sal113,24 I cieli sono i cieli del Signore, ma ha dato la terra ai figli dell' uomo
AT greco 113,25οὐχ οἱ νεκροὶ αἰνέσουσίν σε κύριε οὐδὲ πάντες οἱ καταβαίνοντες εἰς ᾅδου
CEI 1974 Sal Non i morti lodano il Signore, nè quanti scendono nella tomba.
113,25 (TM115-17) cfr la nota a Sal 6, 6.
AT greco 113,26ἀλλ’ ἡμεῖς οἱ ζῶντες εὐλογήσομεν τὸν κύριον ἀπὸ τοῦ νῦν καὶ ἕως τοῦ αἰῶνος
CEI 1974 Sal113,26 Ma noi, i viventi, benediciamo il Signore ora e per sempre