Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

BibbiaEDU-logo

Salmi

AT greco Torna al libro

CEI 1974

AT greco 87 87,1gr. psalm 87 (heb. 88) ᾠδὴ ψαλμοῦ τοῖς υἱοῖς Κορε εἰς τὸ τέλος ὑπὲρ μαελεθ τοῦ ἀποκριθῆναι συνέσεως Αιμαν τῷ Ισραηλίτῃ
CEI 1974 Sal Canto. Salmo. Dei figli di Core.
Al maestro del coro. Su "Macalat".
Per canto. Maskil. Di Eman l`Ezraita.

87,1 Eman: cfr 1 Cr 2, 6.
AT greco 87,2κύριε ὁ θεὸς τῆς σωτηρίας μου ἡμέρας ἐκέκραξα καὶ ἐν νυκτὶ ἐναντίον σου
CEI 1974 Sal Signore, Dio della mia salvezza,
davanti a te grido giorno e notte.
87,2 Amara lamentazione di uno che, nell'asprezza del dolore, si vede abbandonato da Dio.
AT greco 87,3εἰσελθάτω ἐνώπιόν σου ἡ προσευχή μου κλῖνον τὸ οὖς σου εἰς τὴν δέησίν μου κύριε
CEI 1974 Sal87,3 Giunga fino a te la mia preghiera,
tendi l`orecchio al mio lamento.

AT greco 87,4ὅτι ἐπλήσθη κακῶν ἡ ψυχή μου καὶ ἡ ζωή μου τῷ ᾅδῃ ἤγγισεν
CEI 1974 Sal87,4 Io sono colmo di sventure,
la mia vita è vicina alla tomba.
AT greco 87,5προσελογίσθην μετὰ τῶν καταβαινόντων εἰς λάκκον ἐγενήθην ὡς ἄνθρωπος ἀβοήθητος ἐν νεκροῖς ἐλεύθερος
CEI 1974 Sal87,5 Sono annoverato tra quelli che scendono nella fossa,
sono come un morto ormai privo di forza.
AT greco 87,6ὡσεὶ τραυματίαι ἐρριμμένοι καθεύδοντες ἐν τάφῳ ὧν οὐκ ἐμνήσθης ἔτι καὶ αὐτοὶ ἐκ τῆς χειρός σου ἀπώσθησαν
CEI 1974 Sal87,6 E` tra i morti il mio giaciglio,
sono come gli uccisi stesi nel sepolcro,
dei quali tu non conservi il ricordo
e che la tua mano ha abbandonato.

AT greco 87,7ἔθεντό με ἐν λάκκῳ κατωτάτῳ ἐν σκοτεινοῖς καὶ ἐν σκιᾷ θανάτου
CEI 1974 Sal87,7 Mi hai gettato nella fossa profonda,
nelle tenebre e nell`ombra di morte.
AT greco 87,8ἐπ’ ἐμὲ ἐπεστηρίχθη ὁ θυμός σου καὶ πάντας τοὺς μετεωρισμούς σου ἐπ’ ἐμὲ ἐπήγαγες διάψαλμα
CEI 1974 Sal87,8 Pesa su di me il tuo sdegno
e con tutti i tuoi flutti mi sommergi.

AT greco 87,9ἐμάκρυνας τοὺς γνωστούς μου ἀπ’ ἐμοῦ ἔθεντό με βδέλυγμα ἑαυτοῖς παρεδόθην καὶ οὐκ ἐξεπορευόμην
CEI 1974 Sal87,9 Hai allontanato da me i miei compagni,
mi hai reso per loro un orrore.
Sono prigioniero senza scampo;
AT greco 87,10οἱ ὀφθαλμοί μου ἠσθένησαν ἀπὸ πτωχείας ἐκέκραξα πρὸς σέ κύριε ὅλην τὴν ἡμέραν διεπέτασα πρὸς σὲ τὰς χεῖράς μου
CEI 1974 Sal87,10 si consumano i miei occhi nel patire.Tutto il giorno ti chiamo, Signore,verso di te protendo le mie mani.
AT greco 87,11μὴ τοῖς νεκροῖς ποιήσεις θαυμάσια ἢ ἰατροὶ ἀναστήσουσιν καὶ ἐξομολογήσονταί σοι
CEI 1974 Sal Compi forse prodigi per i morti?O sorgono le ombre a darti lode?
87,11-13 cfr la nota a Sal 6, 6. L'autore sottintende la preghiera di essere lasciato in vita.
AT greco 87,12μὴ διηγήσεταί τις ἐν τάφῳ τὸ ἔλεός σου καὶ τὴν ἀλήθειάν σου ἐν τῇ ἀπωλείᾳ
CEI 1974 Sal87,12 Si celebra forse la tua bontà nel sepolcro,la tua fedeltà negli inferi?
AT greco 87,13μὴ γνωσθήσεται ἐν τῷ σκότει τὰ θαυμάσιά σου καὶ ἡ δικαιοσύνη σου ἐν γῇ ἐπιλελησμένῃ
CEI 1974 Sal87,13 Nelle tenebre si conoscono forse i tuoi prodigi,la tua giustizia nel paese dell'oblio?
AT greco 87,14κἀγὼ πρὸς σέ κύριε ἐκέκραξα καὶ τὸ πρωὶ ἡ προσευχή μου προφθάσει σε
CEI 1974 Sal87,14 Ma io a te, Signore, grido aiuto,e al mattino giunge a te la mia preghiera.
AT greco 87,15ἵνα τί κύριε ἀπωθεῖς τὴν ψυχήν μου ἀποστρέφεις τὸ πρόσωπόν σου ἀπ’ ἐμοῦ
CEI 1974 Sal87,15 Perché, Signore, mi respingi,perché mi nascondi il tuo volto?
AT greco 87,16πτωχός εἰμι ἐγὼ καὶ ἐν κόποις ἐκ νεότητός μου ὑψωθεὶς δὲ ἐταπεινώθην καὶ ἐξηπορήθην
CEI 1974 Sal87,16 Sono infelice e morente dall'infanzia,sono sfinito, oppresso dai tuoi terrori.
AT greco 87,17ἐπ’ ἐμὲ διῆλθον αἱ ὀργαί σου καὶ οἱ φοβερισμοί σου ἐξετάραξάν με
CEI 1974 Sal87,17 Sopra di me è passata la tua ira,i tuoi spaventi mi hanno annientato,
AT greco 87,18ἐκύκλωσάν με ὡς ὕδωρ ὅλην τὴν ἡμέραν περιέσχον με ἅμα
CEI 1974 Sal87,18 mi circondano come acqua tutto il giorno,tutti insieme mi avvolgono.
AT greco 87,19ἐμάκρυνας ἀπ’ ἐμοῦ φίλον καὶ πλησίον καὶ τοὺς γνωστούς μου ἀπὸ ταλαιπωρίας
CEI 1974 Sal87,19 Hai allontanato da me amici e conoscenti,mi sono compagne solo le tenebre.