Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

BibbiaEDU-logo

Siracide

AT greco Torna al libro

CEI 2008

AT greco 26 26,1γυναικὸς ἀγαθῆς μακάριος ὁ ἀνήρ καὶ ἀριθμὸς τῶν ἡμερῶν αὐτοῦ διπλάσιος
CEI 2008 Sir Fortunato il marito di una brava moglie,
il numero dei suoi giorni sarà doppio.
26,1

26,18b NVg (26,24) aggiunge: Fondamenta eterne sono quelle poste su una solida roccia: / così sono i comandamenti di Dio nel cuore di una donna santa.
26,19-27 NVg omette.
26,29 NVg (26,28a) premette: Due categorie di persone mi sembrano sospette e pericolose.


La donna virtuosa
AT greco 26,2γυνὴ ἀνδρεία εὐφραίνει τὸν ἄνδρα αὐτῆς καὶ τὰ ἔτη αὐτοῦ πληρώσει ἐν εἰρήνῃ
CEI 2008 Sir26,2Una donna valorosa è la gioia del marito,
egli passerà in pace i suoi anni.
AT greco 26,3γυνὴ ἀγαθὴ μερὶς ἀγαθή ἐν μερίδι φοβουμένων κύριον δοθήσεται
CEI 2008 Sir26,3Una brava moglie è davvero una fortuna,
viene assegnata a chi teme il Signore.
AT greco 26,4πλουσίου δὲ καὶ πτωχοῦ καρδία ἀγαθή ἐν παντὶ καιρῷ πρόσωπον ἱλαρόν
CEI 2008 Sir26,4Ricco o povero, il suo cuore è contento,
in ogni circostanza il suo volto è gioioso.

AT greco 26,5ἀπὸ τριῶν εὐλαβήθη ἡ καρδία μου καὶ ἐπὶ τῷ τετάρτῳ προσώπῳ ἐδεήθην διαβολὴν πόλεως καὶ ἐκκλησίαν ὄχλου καὶ καταψευσμόν ὑπὲρ θάνατον πάντα μοχθηρά
CEI 2008 SirDi tre cose il mio cuore ha paura,
e per la quarta sono spaventato:
una calunnia diffusa in città, un tumulto di popolo
e una falsa accusa, sono cose peggiori della morte;
26,5-12 La donna che cede alle passioni
AT greco 26,6ἄλγος καρδίας καὶ πένθος γυνὴ ἀντίζηλος ἐπὶ γυναικὶ καὶ μάστιξ γλώσσης πᾶσιν ἐπικοινωνοῦσα
CEI 2008 Sir26,6ma crepacuore e lutto è una donna gelosa di un'altra,
il flagello della sua lingua fa presa su tutti.
AT greco 26,7βοοζύγιον σαλευόμενον γυνὴ πονηρά ὁ κρατῶν αὐτῆς ὡς ὁ δρασσόμενος σκορπίου
CEI 2008 Sir26,7Giogo di buoi sconnesso è una cattiva moglie,
chi la prende è come chi afferra uno scorpione.
AT greco 26,8ὀργὴ μεγάλη γυνὴ μέθυσος καὶ ἀσχημοσύνην αὐτῆς οὐ συγκαλύψει
CEI 2008 Sir26,8Motivo di grande sdegno è una donna che si ubriaca,
non riuscirà a nascondere la sua vergogna.
AT greco 26,9πορνεία γυναικὸς ἐν μετεωρισμοῖς ὀφθαλμῶν καὶ ἐν τοῖς βλεφάροις αὐτῆς γνωσθήσεται
CEI 2008 Sir26,9Una donna sensuale ha lo sguardo eccitato,
la si riconosce dalle sue occhiate.
AT greco 26,10ἐπὶ θυγατρὶ ἀδιατρέπτῳ στερέωσον φυλακήν ἵνα μὴ εὑροῦσα ἄνεσιν ἑαυτῇ χρήσηται
CEI 2008 Sir26,10Fa' buona guardia a una figlia sfrenata,
perché non ne approfitti, se trova indulgenza.
AT greco 26,11ὀπίσω ἀναιδοῦς ὀφθαλμοῦ φύλαξαι καὶ μὴ θαυμάσῃς ἐὰν εἰς σὲ πλημμελήσῃ
CEI 2008 Sir26,11Guàrdati dalla donna che ha lo sguardo impudente,
non meravigliarti se poi ti fa del male.
AT greco 26,12ὡς διψῶν ὁδοιπόρος τὸ στόμα ἀνοίξει καὶ ἀπὸ παντὸς ὕδατος τοῦ σύνεγγυς πίεται κατέναντι παντὸς πασσάλου καθήσεται καὶ ἔναντι βέλους ἀνοίξει φαρέτραν
CEI 2008 Sir26,12Come un viandante assetato apre la bocca
e beve qualsiasi acqua a lui vicina,
così ella siede davanti a ogni palo
e apre a qualsiasi freccia la faretra.

AT greco 26,13χάρις γυναικὸς τέρψει τὸν ἄνδρα αὐτῆς καὶ τὰ ὀστᾶ αὐτοῦ πιανεῖ ἡ ἐπιστήμη αὐτῆς
CEI 2008 SirLa grazia di una donna allieta il marito,
il suo senno gli rinvigorisce le ossa.
26,13-18 La bellezza della donna
AT greco 26,14δόσις κυρίου γυνὴ σιγηρά καὶ οὐκ ἔστιν ἀντάλλαγμα πεπαιδευμένης ψυχῆς
CEI 2008 Sir26,14È un dono del Signore una donna silenziosa,
non c'è prezzo per una donna educata.
AT greco 26,15χάρις ἐπὶ χάριτι γυνὴ αἰσχυντηρά καὶ οὐκ ἔστιν σταθμὸς πᾶς ἄξιος ἐγκρατοῦς ψυχῆς
CEI 2008 Sir26,15Grazia su grazia è una donna pudica,
non si può valutare il pregio di una donna riservata.
AT greco 26,16ἥλιος ἀνατέλλων ἐν ὑψίστοις κυρίου καὶ κάλλος ἀγαθῆς γυναικὸς ἐν κόσμῳ οἰκίας αὐτῆς
CEI 2008 Sir26,16Il sole risplende nel più alto dei cieli,
la bellezza di una brava moglie nell'ornamento della casa.
AT greco 26,17λύχνος ἐκλάμπων ἐπὶ λυχνίας ἁγίας καὶ κάλλος προσώπου ἐπὶ ἡλικίᾳ στασίμῃ
CEI 2008 Sir26,17Lampada che brilla sul sacro candelabro,
così è la bellezza di un volto su una robusta statura.
AT greco 26,18στῦλοι χρύσεοι ἐπὶ βάσεως ἀργυρᾶς καὶ πόδες ὡραῖοι ἐπὶ στέρνοις εὐσταθοῦς
CEI 2008 Sir26,18Colonne d'oro su base d'argento
sono gambe graziose su solidi piedi.
AT greco 26,19
CEI 2008 SirFiglio, conserva sano il fiore dell'età
e non affidare la tua forza a donne straniere.

26,19-27 Luci e ombre nel ritratto della donna
Questi versetti (una delle "aggiunte" del greco) si snodano attraverso antitesi che evidenziano luci e ombre nella figura della donna. Il v. 19 probabilmente allude alla proibizione di contrarre matrimoni misti ( Esd 9-10Ne 13,23-27).
AT greco 26,20
CEI 2008 Sir26,20Cerca nella pianura un campo fertile
per gettarvi il tuo seme, attendendo la progenie.

AT greco 26,21
CEI 2008 Sir26,21Così i frutti che lascerai,
fieri della loro nobiltà, prospereranno.

AT greco 26,22
CEI 2008 Sir26,22La donna pagata vale uno sputo,
se è sposata, è torre di morte per quanti la usano.

AT greco 26,23
CEI 2008 Sir26,23La moglie empia l'avrà in sorte il peccatore,
quella pia sarà data a chi teme il Signore.

AT greco 26,24
CEI 2008 Sir26,24La donna impudica cerca sempre il disonore,
una figlia pudica è riservata anche con il marito.

AT greco 26,25
CEI 2008 Sir26,25La donna sfrontata viene stimata come un cane,
quella che ha pudore teme il Signore.

AT greco 26,26
CEI 2008 Sir26,26La donna che onora il marito a tutti appare saggia,
quella orgogliosa che lo umilia sarà empia per tutti.
Felice il marito di una brava moglie,
il numero dei suoi giorni sarà raddoppiato.

AT greco 26,27
CEI 2008 Sir26,27La donna che grida ed è chiacchierona
è come tromba di guerra che suona la carica.
L'uomo che si trova in simili condizioni
passa la vita tra rumori di guerra.

AT greco 26,28ἐπὶ δυσὶ λελύπηται ἡ καρδία μου καὶ ἐπὶ τῷ τρίτῳ θυμός μοι ἐπῆλθεν ἀνὴρ πολεμιστὴς ὑστερῶν δι’ ἔνδειαν καὶ ἄνδρες συνετοὶ ἐὰν σκυβαλισθῶσιν ἐπανάγων ἀπὸ δικαιοσύνης ἐπὶ ἁμαρτίαν ὁ κύριος ἑτοιμάσει εἰς ῥομφαίαν αὐτόν
CEI 2008 SirDue cose rattristano il mio cuore,
e una terza mi provoca collera:
un guerriero che languisce nella miseria,
uomini saggi trattati con disprezzo
e chi passa dalla giustizia al peccato:
il Signore lo tiene pronto per la spada.

26,28-27,3 - Il guerriero, il saggio, il giusto, il commerciante
AT greco 26,29μόλις ἐξελεῖται ἔμπορος ἀπὸ πλημμελείας καὶ οὐ δικαιωθήσεται κάπηλος ἀπὸ ἁμαρτίας
CEI 2008 Sir26,29E' difficile che il commerciante sia esente da colpe
e il rivenditore sia indenne da peccato.