Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

BibbiaEDU-logo

Siracide

AT greco Torna al libro

CEI 1974

AT greco 30 30,1ὁ ἀγαπῶν τὸν υἱὸν αὐτοῦ ἐνδελεχήσει μάστιγας αὐτῷ ἵνα εὐφρανθῇ ἐπ’ ἐσχάτων αὐτοῦ
CEI 1974 Sir30,1 Chi ama il proprio figlio usa spesso la frusta,
per gioire di lui alla fine.
AT greco 30,2ὁ παιδεύων τὸν υἱὸν αὐτοῦ ὀνήσεται ἐπ’ αὐτῷ καὶ ἀνὰ μέσον γνωρίμων ἐπ’ αὐτῷ καυχήσεται
CEI 1974 Sir30,2 Chi corregge il proprio figlio ne trarrà vantaggio
e se ne potrà vantare con i suoi conoscenti.
AT greco 30,3ὁ διδάσκων τὸν υἱὸν αὐτοῦ παραζηλώσει τὸν ἐχθρὸν καὶ ἔναντι φίλων ἐπ’ αὐτῷ ἀγαλλιάσεται
CEI 1974 Sir30,3 Chi ammaestra il proprio figlio renderà geloso il nemico,
mentre davanti agli amici potrà gioire.
AT greco 30,4ἐτελεύτησεν αὐτοῦ ὁ πατήρ καὶ ὧς οὐκ ἀπέθανεν ὅμοιον γὰρ αὐτῷ κατέλιπεν μετ’ αὐτόν
CEI 1974 Sir30,4 Muore il padre? E` come se non morisse,
perché lascia un suo simile dopo di sé.
AT greco 30,5ἐν τῇ ζωῇ αὐτοῦ εἶδεν καὶ εὐφράνθη καὶ ἐν τῇ τελευτῇ αὐτοῦ οὐκ ἐλυπήθη
CEI 1974 Sir30,5 Durante la vita egli gioiva nel contemplarlo,
in punto di morte non prova dolore.
AT greco 30,6ἐναντίον ἐχθρῶν κατέλιπεν ἔκδικον καὶ τοῖς φίλοις ἀνταποδιδόντα χάριν
CEI 1974 Sir30,6 Di fronte ai nemici lascia un vendicatore,
per gli amici uno che sa ricompensarli.
AT greco 30,7περιψύχων υἱὸν καταδεσμεύσει τραύματα αὐτοῦ καὶ ἐπὶ πάσῃ βοῇ ταραχθήσεται σπλάγχνα αὐτοῦ
CEI 1974 Sir30,7 Chi accarezza un figlio ne fascerà poi le ferite,
a ogni grido il suo cuore sarà sconvolto.
AT greco 30,8ἵππος ἀδάμαστος ἐκβαίνει σκληρός καὶ υἱὸς ἀνειμένος ἐκβαίνει προαλής
CEI 1974 Sir30,8 Un cavallo non domato diventa restio,
un figlio lasciato a se stesso diventa sventato.
AT greco 30,9τιθήνησον τέκνον καὶ ἐκθαμβήσει σε σύμπαιξον αὐτῷ καὶ λυπήσει σε
CEI 1974 Sir30,9 Coccola il figlio ed egli ti incuterà spavento,
scherza con lui, ti procurerà dispiaceri.
AT greco 30,10μὴ συγγελάσῃς αὐτῷ ἵνα μὴ συνοδυνηθῇς καὶ ἐπ’ ἐσχάτων γομφιάσεις τοὺς ὀδόντας σου
CEI 1974 Sir30,10 Non ridere con lui per non doverti con lui rattristare,
che non debba digrignare i denti alla fine.
AT greco 30,11μὴ δῷς αὐτῷ ἐξουσίαν ἐν νεότητι
CEI 1974 Sir30,11 Non concedergli libertà in gioventù,
non prendere alla leggera i suoi difetti.
AT greco 30,12θλάσον τὰς πλευρὰς αὐτοῦ ὡς ἔστιν νήπιος μήποτε σκληρυνθεὶς ἀπειθήσῃ σοι
CEI 1974 Sir30,12 Piegagli il collo in gioventù
e battigli le costole finché è fanciullo,
perché poi intestardito non ti disobbedisca
e tu ne abbia un profondo dolore.
AT greco 30,13παίδευσον τὸν υἱόν σου καὶ ἔργασαι ἐν αὐτῷ ἵνα μὴ ἐν τῇ ἀσχημοσύνῃ αὐτοῦ προσκόψῃς
CEI 1974 Sir30,13 Educa tuo figlio e prenditi cura di lui,
così non dovrai affrontare la sua insolenza.
La salute
AT greco 30,14κρείσσων πτωχὸς ὑγιὴς καὶ ἰσχύων τῇ ἕξει ἢ πλούσιος μεμαστιγωμένος εἰς σῶμα αὐτοῦ
CEI 1974 Sir30,14 Meglio un povero di aspetto sano e forte
che un ricco malato nel suo corpo.
AT greco 30,15ὑγίεια καὶ εὐεξία βελτίων παντὸς χρυσίου καὶ σῶμα εὔρωστον ἢ ὄλβος ἀμέτρητος
CEI 1974 Sir30,15 Salute e vigore valgono più di tutto l`oro,
un corpo robusto più di un`immensa fortuna.
AT greco 30,16οὐκ ἔστιν πλοῦτος βελτίων ὑγιείας σώματος καὶ οὐκ ἔστιν εὐφροσύνη ὑπὲρ χαρὰν καρδίας
CEI 1974 Sir30,16 Non c`è ricchezza migliore della salute del corpo
e non c`è contentezza al di sopra della gioia del cuore.
AT greco 30,17κρείσσων θάνατος ὑπὲρ ζωὴν πικρὰν καὶ ἀνάπαυσις αἰῶνος ἢ ἀρρώστημα ἔμμονον
CEI 1974 Sir30,17 Meglio la morte che una vita amara,
il riposo eterno che una malattia cronica.
AT greco 30,18ἀγαθὰ ἐκκεχυμένα ἐπὶ στόματι κεκλεισμένῳ θέματα βρωμάτων παρακείμενα ἐπὶ τάφῳ
CEI 1974 Sir Leccornie versate su una bocca chiusa
tali le offerte cibarie poste su una tomba.
30,18 Cfr. Tb 4, 17.
AT greco 30,19τί συμφέρει κάρπωσις εἰδώλῳ οὔτε γὰρ ἔδεται οὔτε μὴ ὀσφρανθῇ οὕτως ὁ ἐκδιωκόμενος ὑπὸ κυρίου
CEI 1974 Sir30,19 A che serve all`idolo l`offerta di frutti?
Esso non mangia né sente il profumo;
così è il perseguitato dal Signore.
AT greco 30,20βλέπων ἐν ὀφθαλμοῖς καὶ στενάζων ὥσπερ εὐνοῦχος περιλαμβάνων παρθένον καὶ στενάζων
CEI 1974 Sir30,20 Osserva con gli occhi e sospira,
come un eunuco che abbraccia una vergine e sospira.
Ansietà e gioia
AT greco 30,21μὴ δῷς εἰς λύπην τὴν ψυχήν σου καὶ μὴ θλίψῃς σεαυτὸν ἐν βουλῇ σου
CEI 1974 Sir30,21 Non abbandonarti alla tristezza,
non tormentarti con i tuoi pensieri.
AT greco 30,22εὐφροσύνη καρδίας ζωὴ ἀνθρώπου καὶ ἀγαλλίαμα ἀνδρὸς μακροημέρευσις
CEI 1974 Sir30,22 La gioia del cuore è vita per l`uomo,
l`allegria di un uomo è lunga vita.
AT greco 30,23ἀπάτα τὴν ψυχήν σου καὶ παρακάλει τὴν καρδίαν σου καὶ λύπην μακρὰν ἀπόστησον ἀπὸ σοῦ πολλοὺς γὰρ ἀπώλεσεν ἡ λύπη καὶ οὐκ ἔστιν ὠφέλεια ἐν αὐτῇ
CEI 1974 Sir30,23 Distrai la tua anima, consola il tuo cuore,
tieni lontana la malinconia.
La malinconia ha rovinato molti,
da essa non si ricava nulla di buono.
AT greco 30,24ζῆλος καὶ θυμὸς ἐλαττοῦσιν ἡμέρας καὶ πρὸ καιροῦ γῆρας ἄγει μέριμνα
CEI 1974 Sir30,24 Gelosia e ira accorciano i giorni,
la preoccupazione anticipa la vecchiaia.
AT greco 30,25λαμπρὰ καρδία καὶ ἀγαθὴ ἐπὶ ἐδέσμασιν τῶν βρωμάτων αὐτῆς ἐπιμελήσεται
CEI 1974 Sir30,25 Un cuore sereno è anche felice davanti ai cibi,
quello che mangia egli gusta.