Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

BibbiaEDU-logo

Siracide

AT greco Torna al libro

CEI 2008

AT greco 33 33,1τῷ φοβουμένῳ κύριον οὐκ ἀπαντήσει κακόν ἀλλ’ ἐν πειρασμῷ καὶ πάλιν ἐξελεῖται
CEI 2008 Sir Chi teme il Signore non incorre in alcun male,
ma nella prova sarà ancora liberato.
33,1

33,27a NVg (33,27b) aggiunge: e il continuo lavoro fa incurvare lo schiavo


Il saggio e lo stolto
AT greco 33,2ἀνὴρ σοφὸς οὐ μισήσει νόμον ὁ δὲ ὑποκρινόμενος ἐν αὐτῷ ὡς ἐν καταιγίδι πλοῖον
CEI 2008 Sir33,2Un uomo saggio non detesta la legge,
ma chi finge con essa è come nave in tempesta.
AT greco 33,3ἄνθρωπος συνετὸς ἐμπιστεύσει νόμῳ καὶ ὁ νόμος αὐτῷ πιστὸς ὡς ἐρώτημα δήλων
CEI 2008 Sir33,3L'uomo assennato ha fiducia nella legge,
per lui è degna di fede come un oracolo.
AT greco 33,4ἑτοίμασον λόγον καὶ οὕτως ἀκουσθήσῃ σύνδησον παιδείαν καὶ ἀποκρίθητι
CEI 2008 Sir33,4Prepara il tuo discorso e così sarai ascoltato,
raccogli il tuo insegnamento e poi rispondi.
AT greco 33,5τροχὸς ἁμάξης σπλάγχνα μωροῦ καὶ ὡς ἄξων στρεφόμενος ὁ διαλογισμὸς αὐτοῦ
CEI 2008 Sir33,5Ruota di carro è il sentimento dello stolto,
il suo ragionamento è come l'asse che gira.
AT greco 33,6ἵππος εἰς ὀχείαν ὡς φίλος μωκός ὑποκάτω παντὸς ἐπικαθημένου χρεμετίζει
CEI 2008 Sir33,6Un amico beffardo è come uno stallone,
nitrisce sotto chiunque lo cavalca.

AT greco 33,7διὰ τί ἡμέρα ἡμέρας ὑπερέχει καὶ πᾶν φῶς ἡμέρας ἐνιαυτοῦ ἀφ’ ἡλίου
CEI 2008 SirPerché un giorno è più importante d'un altro,
se tutta la luce dell'anno viene dal sole?
33,7-19 Dio dispone ogni cosa con sapienza
AT greco 33,8ἐν γνώσει κυρίου διεχωρίσθησαν καὶ ἠλλοίωσεν καιροὺς καὶ ἑορτάς
CEI 2008 Sir33,8È perché sono stati distinti nel pensiero del Signore,
che ha diversificato le stagioni e le feste.
AT greco 33,9ἀπ’ αὐτῶν ἀνύψωσεν καὶ ἡγίασεν καὶ ἐξ αὐτῶν ἔθηκεν εἰς ἀριθμὸν ἡμερῶν
CEI 2008 Sir33,9Ha esaltato e santificato alcuni,
altri li ha lasciati nel numero dei giorni ordinari.
AT greco 33,10καὶ ἄνθρωποι πάντες ἀπὸ ἐδάφους καὶ ἐκ γῆς ἐκτίσθη Αδαμ
CEI 2008 Sir33,10Anche gli uomini provengono tutti dalla polvere
e dalla terra fu creato Adamo.
AT greco 33,11ἐν πλήθει ἐπιστήμης κύριος διεχώρισεν αὐτοὺς καὶ ἠλλοίωσεν τὰς ὁδοὺς αὐτῶν
CEI 2008 Sir33,11Ma il Signore li ha distinti nella sua grande sapienza,
ha diversificato le loro vie.
AT greco 33,12ἐξ αὐτῶν εὐλόγησεν καὶ ἀνύψωσεν καὶ ἐξ αὐτῶν ἡγίασεν καὶ πρὸς αὐτὸν ἤγγισεν ἀπ’ αὐτῶν κατηράσατο καὶ ἐταπείνωσεν καὶ ἀνέστρεψεν αὐτοὺς ἀπὸ στάσεως αὐτῶν
CEI 2008 Sir33,12Ha benedetto ed esaltato alcuni,
altri ha santificato e avvicinato a sé;
altri ha maledetto e umiliato
e ha rovesciato dalle loro posizioni.
AT greco 33,13ὡς πηλὸς κεραμέως ἐν χειρὶ αὐτοῦ πᾶσαι αἱ ὁδοὶ αὐτοῦ κατὰ τὴν εὐδοκίαν αὐτοῦ οὕτως ἄνθρωποι ἐν χειρὶ τοῦ ποιήσαντος αὐτοὺς ἀποδοῦναι αὐτοῖς κατὰ τὴν κρίσιν αὐτοῦ
CEI 2008 Sir33,13Come argilla nelle mani del vasaio
che la modella a suo piacimento,
così gli uomini nelle mani di colui che li ha creati
e li ricompensa secondo il suo giudizio.
AT greco 33,14ἀπέναντι τοῦ κακοῦ τὸ ἀγαθόν καὶ ἀπέναντι τοῦ θανάτου ἡ ζωή οὕτως ἀπέναντι εὐσεβοῦς ἁμαρτωλός
CEI 2008 Sir33,14Di fronte al male c'è il bene,
di fronte alla morte c'è la vita;
così di fronte all'uomo pio c'è il peccatore.
AT greco 33,15καὶ οὕτως ἔμβλεψον εἰς πάντα τὰ ἔργα τοῦ ὑψίστου δύο δύο ἓν κατέναντι τοῦ ἑνός
CEI 2008 Sir33,15Considera perciò tutte le opere dell'Altissimo:
a due a due, una di fronte all'altra.

AT greco 33,16κἀγὼ ἔσχατος ἠγρύπνησα ὡς καλαμώμενος ὀπίσω τρυγητῶν
CEI 2008 Sir33,16Anch'io, venuto per ultimo, mi sono tenuto desto,
come uno che racimola dietro i vendemmiatori:
AT greco 33,17ἐν εὐλογίᾳ κυρίου ἔφθασα καὶ ὡς τρυγῶν ἐπλήρωσα ληνόν
CEI 2008 Sir33,17con la benedizione del Signore sono giunto per primo,
come un vendemmiatore ho riempito il tino.
AT greco 33,18κατανοήσατε ὅτι οὐκ ἐμοὶ μόνῳ ἐκοπίασα ἀλλὰ πᾶσιν τοῖς ζητοῦσιν παιδείαν
CEI 2008 Sir33,18Badate che non ho faticato solo per me,
ma per tutti quelli che ricercano l'istruzione.
AT greco 33,19ἀκούσατέ μου μεγιστᾶνες λαοῦ καὶ οἱ ἡγούμενοι ἐκκλησίας ἐνωτίσασθε
CEI 2008 Sir33,19Ascoltatemi, o grandi del popolo,
e voi che dirigete le assemblee, fate attenzione.

AT greco 33,20υἱῷ καὶ γυναικί ἀδελφῷ καὶ φίλῳ μὴ δῷς ἐξουσίαν ἐπὶ σὲ ἐν ζωῇ σου καὶ μὴ δῷς ἑτέρῳ τὰ χρήματά σου ἵνα μὴ μεταμεληθεὶς δέῃ περὶ αὐτῶν
CEI 2008 SirAl figlio e alla moglie, al fratello e all'amico
non dare un potere su di te finché sei in vita.
Non dare ad altri le tue ricchezze,
perché poi non ti penta e debba richiederle.
33,20-24 Come amministrare i propri beni
AT greco 33,21ἕως ἔτι ζῇς καὶ πνοὴ ἐν σοί μὴ ἀλλάξῃς σεαυτὸν ἐν πάσῃ σαρκί
CEI 2008 Sir33,21Finché vivi e in te c'è respiro,
non abbandonarti al potere di nessuno.
AT greco 33,22κρεῖσσον γάρ ἐστιν τὰ τέκνα δεηθῆναί σου ἢ σὲ ἐμβλέπειν εἰς χεῖρας υἱῶν σου
CEI 2008 Sir33,22È meglio che i figli chiedano a te,
piuttosto che tu debba volgere lo sguardo alle loro mani.
AT greco 33,23ἐν πᾶσι τοῖς ἔργοις σου γίνου ὑπεράγων μὴ δῷς μῶμον ἐν τῇ δόξῃ σου
CEI 2008 Sir33,23In tutte le tue opere mantieni la tua autorità
e non macchiare la tua dignità.
AT greco 33,24ἐν ἡμέρᾳ συντελείας ἡμερῶν ζωῆς σου καὶ ἐν καιρῷ τελευτῆς διάδος κληρονομίαν
CEI 2008 Sir33,24Quando finiranno i giorni della tua vita,
al momento della morte, assegna la tua eredità.

AT greco 33,25χορτάσματα καὶ ῥάβδος καὶ φορτία ὄνῳ ἄρτος καὶ παιδεία καὶ ἔργον οἰκέτῃ
CEI 2008 SirForaggio, bastone e pesi per l'asino;
pane, disciplina e lavoro per lo schiavo.
33,25-33  Disposizioni per gli schiavi
 Queste rigide norme per gli schiavi, comprensibili in una società che legittimava socialmente e religiosamente la schiavitù, sembrano mitigate dalle raccomandazioni finali (vv. 30-33).
AT greco 33,26ἔργασαι ἐν παιδί καὶ εὑρήσεις ἀνάπαυσιν ἄνες χεῖρας αὐτῷ καὶ ζητήσει ἐλευθερίαν
CEI 2008 Sir33,26Fa' lavorare il tuo servo e starai in pace,
lasciagli libere le mani e cercherà la libertà.
AT greco 33,27ζυγὸς καὶ ἱμὰς τράχηλον κάμψουσιν καὶ οἰκέτῃ κακούργῳ στρέβλαι καὶ βάσανοι
CEI 2008 Sir33,27Giogo e redini piegano il collo,
per lo schiavo malvagio torture e castighi.
AT greco 33,28ἔμβαλε αὐτὸν εἰς ἐργασίαν ἵνα μὴ ἀργῇ πολλὴν γὰρ κακίαν ἐδίδαξεν ἡ ἀργία
CEI 2008 Sir33,28Mettilo a lavorare perché non stia in ozio,
AT greco 33,29εἰς ἔργα κατάστησον καθὼς πρέπει αὐτῷ κἂν μὴ πειθαρχῇ βάρυνον τὰς πέδας αὐτοῦ
CEI 2008 Sir33,29perché l'ozio insegna molte cose cattive.
AT greco 33,30καὶ μὴ περισσεύσῃς ἐπὶ πάσῃ σαρκὶ καὶ ἄνευ κρίσεως μὴ ποιήσῃς μηδέν
CEI 2008 Sir33,30Mettilo all'opera come gli conviene,
e se non obbedisce, stringigli i ceppi.
Ma non esagerare con nessuno
e non fare nulla contro la giustizia.
AT greco 33,31εἰ ἔστιν σοι οἰκέτης ἔστω ὡς σύ ὅτι ἐν αἵματι ἐκτήσω αὐτόν
CEI 2008 Sir33,31Se hai uno schiavo, sia come te stesso,
perché l'hai acquistato a prezzo di sangue.
Se hai uno schiavo, trattalo come un fratello,
perché ne avrai bisogno come di te stesso.
AT greco 33,32εἰ ἔστιν σοι οἰκέτης ἄγε αὐτὸν ὡς ἀδελφόν ὅτι ὡς ἡ ψυχή σου ἐπιδεήσεις αὐτῷ
CEI 2008 Sir33,32Se tu lo maltratti ed egli fuggirà,
AT greco 33,33ἐὰν κακώσῃς αὐτὸν καὶ ἀπάρας ἀποδρᾷ ἐν ποίᾳ ὁδῷ ζητήσεις αὐτόν
CEI 2008 Sir33,33in quale strada andrai a ricercarlo?