Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Siracide

AT greco Torna al libro

CEI 2008

AT greco 37 37,1πᾶς φίλος ἐρεῖ ἐφιλίασα κἀγώ ἀλλ’ ἔστιν φίλος ὀνόματι μόνον φίλος
CEI 2008 Sir Ogni amico dice: "Anch'io sono amico",
ma c'è chi è amico solo di nome.
37,1

37,6b NVg (37,7) aggiunge: Non chiedere consiglio a chi trama contro di te, / e tieni nascosto il tuo consiglio a chi è invidioso di te.
37,11f NVg (37,13b) aggiunge: e con un disonesto sull’onestà

Gli amici e i consiglieri
AT greco 37,2οὐχὶ λύπη ἔνι ἕως θανάτου ἑταῖρος καὶ φίλος τρεπόμενος εἰς ἔχθραν
CEI 2008 Sir37,2Non è forse un dolore mortale
un compagno e amico che diventa nemico?
AT greco 37,3ὦ πονηρὸν ἐνθύμημα πόθεν ἐνεκυλίσθης καλύψαι τὴν ξηρὰν ἐν δολιότητι
CEI 2008 Sir37,3O inclinazione al male, come ti sei insinuata
per ricoprire la terra di inganni?
AT greco 37,4ἑταῖρος φίλου ἐν εὐφροσύνῃ ἥδεται καὶ ἐν καιρῷ θλίψεως ἔσται ἀπέναντι
CEI 2008 Sir37,4C'è chi si rallegra con l'amico quando tutto va bene,
ma al momento della tribolazione gli è ostile.
AT greco 37,5ἑταῖρος φίλῳ συμπονεῖ χάριν γαστρός ἔναντι πολέμου λήμψεται ἀσπίδα
CEI 2008 Sir37,5C'è chi si affligge con l'amico per amore del proprio ventre,
ma di fronte alla battaglia prende lo scudo.
AT greco 37,6μὴ ἐπιλάθῃ φίλου ἐν τῇ ψυχῇ σου καὶ μὴ ἀμνημονήσῃς αὐτοῦ ἐν χρήμασίν σου
CEI 2008 Sir37,6Non dimenticarti dell'amico nell'animo tuo,
non scordarti di lui nella tua prosperità.
AT greco 37,7πᾶς σύμβουλος ἐξαίρει βουλήν ἀλλ’ ἔστιν συμβουλεύων εἰς ἑαυτόν
CEI 2008 Sir37,7Ogni consigliere esalta il consiglio che dà,
ma c'è chi consiglia a proprio vantaggio.
AT greco 37,8ἀπὸ συμβούλου φύλαξον τὴν ψυχήν σου καὶ γνῶθι πρότερον τίς αὐτοῦ χρεία καὶ γὰρ αὐτὸς ἑαυτῷ βουλεύσεται μήποτε βάλῃ ἐπὶ σοὶ κλῆρον
CEI 2008 Sir37,8Guàrdati da chi vuole darti consiglio
e prima infórmati quali siano le sue necessità:
egli infatti darà consigli a suo vantaggio;
perché non abbia a gettare un laccio su di te
AT greco 37,9καὶ εἴπῃ σοι καλὴ ἡ ὁδός σου καὶ στήσεται ἐξ ἀναντίας ἰδεῖν τὸ συμβησόμενόν σοι
CEI 2008 Sir37,9e ti dica: "La tua via è buona",
ma poi si tenga in disparte per vedere quel che ti succede.
AT greco 37,10μὴ βουλεύου μετὰ τοῦ ὑποβλεπομένου σε καὶ ἀπὸ τῶν ζηλούντων σε κρύψον βουλήν
CEI 2008 Sir37,10Non consigliarti con chi ti guarda di sbieco
e nascondi le tue intenzioni a quanti ti invidiano.
AT greco 37,11μετὰ γυναικὸς περὶ τῆς ἀντιζήλου αὐτῆς καὶ μετὰ δειλοῦ περὶ πολέμου μετὰ ἐμπόρου περὶ μεταβολίας καὶ μετὰ ἀγοράζοντος περὶ πράσεως μετὰ βασκάνου περὶ εὐχαριστίας καὶ μετὰ ἀνελεήμονος περὶ χρηστοηθείας μετὰ ὀκνηροῦ περὶ παντὸς ἔργου καὶ μετὰ μισθίου ἐφετίου περὶ συντελείας οἰκέτῃ ἀργῷ περὶ πολλῆς ἐργασίας μὴ ἔπεχε ἐπὶ τούτοις περὶ πάσης συμβουλίας
CEI 2008 Sir37,11Non consigliarti con una donna sulla sua rivale
e con un pauroso sulla guerra,
con un mercante sul commercio
e con un compratore sulla vendita,
con un invidioso sulla riconoscenza
e con uno spietato sulla bontà di cuore,
con un pigro su una iniziativa qualsiasi
e con un salariato sul raccolto,
con uno schiavo pigro su un lavoro importante.
Non dipendere da costoro per nessun consiglio.
AT greco 37,12ἀλλ’ ἢ μετὰ ἀνδρὸς εὐσεβοῦς ἐνδελέχιζε ὃν ἂν ἐπιγνῷς συντηροῦντα ἐντολάς ὃς ἐν τῇ ψυχῇ αὐτοῦ κατὰ τὴν ψυχήν σου καὶ ἐὰν πταίσῃς συναλγήσει σοι
CEI 2008 Sir37,12Frequenta invece un uomo giusto,
di cui sai che osserva i comandamenti
e ha un animo simile al tuo,
perché se tu cadi, egli saprà compatirti.
AT greco 37,13καὶ βουλὴν καρδίας στῆσον οὐ γὰρ ἔστιν σοι πιστότερος αὐτῆς
CEI 2008 Sir37,13Attieniti al consiglio del tuo cuore,
perché nessuno ti è più fedele.
AT greco 37,14ψυχὴ γὰρ ἀνδρὸς ἀπαγγέλλειν ἐνίοτε εἴωθεν ἢ ἑπτὰ σκοποὶ ἐπὶ μετεώρου καθήμενοι ἐπὶ σκοπῆς
CEI 2008 Sir37,14Infatti la coscienza di un uomo talvolta suole avvertire
meglio di sette sentinelle collocate in alto per spiare.
AT greco 37,15καὶ ἐπὶ πᾶσι τούτοις δεήθητι ὑψίστου ἵνα εὐθύνῃ ἐν ἀληθείᾳ τὴν ὁδόν σου
CEI 2008 Sir37,15Per tutte queste cose invoca l'Altissimo,
perché guidi la tua via secondo verità.

AT greco 37,16ἀρχὴ παντὸς ἔργου λόγος καὶ πρὸ πάσης πράξεως βουλή
CEI 2008 SirPrincipio di ogni opera è la parola,
prima di ogni azione c'è la riflessione.
37,16-26 Vera e falsa saggezza
AT greco 37,17ἴχνος ἀλλοιώσεως καρδίας τέσσαρα μέρη ἀνατέλλει
CEI 2008 Sir37,17Radice di ogni mutamento è il cuore,
AT greco 37,18ἀγαθὸν καὶ κακόν ζωὴ καὶ θάνατος καὶ ἡ κυριεύουσα ἐνδελεχῶς αὐτῶν γλῶσσά ἐστιν
CEI 2008 Sir37,18da cui derivano quattro scelte:
bene e male, vita e morte,
ma su tutto domina sempre la lingua.

AT greco 37,19ἔστιν ἀνὴρ πανοῦργος πολλῶν παιδευτής καὶ τῇ ἰδίᾳ ψυχῇ ἐστιν ἄχρηστος
CEI 2008 Sir37,19C'è l'esperto che insegna a molti,
ma è inutile a se stesso.
AT greco 37,20ἔστιν σοφιζόμενος ἐν λόγοις μισητός οὗτος πάσης τροφῆς καθυστερήσει
CEI 2008 Sir37,20C'è chi posa a saggio nei discorsi ed è odioso,
e finisce col mancare di ogni cibo;
AT greco 37,21οὐ γὰρ ἐδόθη αὐτῷ παρὰ κυρίου χάρις ὅτι πάσης σοφίας ἐστερήθη
CEI 2008 Sir37,21il Signore non gli ha concesso alcun favore,
perché è privo di ogni sapienza.
AT greco 37,22ἔστιν σοφὸς τῇ ἰδίᾳ ψυχῇ καὶ οἱ καρποὶ τῆς συνέσεως αὐτοῦ ἐπὶ στόματος πιστοί
CEI 2008 Sir37,22C'è chi è saggio solo per se stesso
e i frutti della sua intelligenza si notano sul suo corpo.
AT greco 37,23ἀνὴρ σοφὸς τὸν ἑαυτοῦ λαὸν παιδεύσει καὶ οἱ καρποὶ τῆς συνέσεως αὐτοῦ πιστοί
CEI 2008 Sir37,23Un uomo saggio istruisce il suo popolo,
i frutti della sua intelligenza sono degni di fede.

AT greco 37,24ἀνὴρ σοφὸς πλησθήσεται εὐλογίας καὶ μακαριοῦσιν αὐτὸν πάντες οἱ ὁρῶντες
CEI 2008 Sir37,24Un uomo saggio è colmato di benedizioni,
tutti quelli che lo vedono lo proclamano beato.
AT greco 37,25ζωὴ ἀνδρὸς ἐν ἀριθμῷ ἡμερῶν καὶ αἱ ἡμέραι τοῦ Ισραηλ ἀναρίθμητοι
CEI 2008 Sir37,25La vita dell'uomo ha i giorni contati,
ma i giorni d'Israele sono senza numero.
AT greco 37,26ὁ σοφὸς ἐν τῷ λαῷ αὐτοῦ κληρονομήσει πίστιν καὶ τὸ ὄνομα αὐτοῦ ζήσεται εἰς τὸν αἰῶνα
CEI 2008 Sir37,26Il saggio ottiene fiducia tra il suo popolo,
e il suo nome vivrà per sempre.

AT greco 37,27τέκνον ἐν ζωῇ σου πείρασον τὴν ψυχήν σου καὶ ἰδὲ τί πονηρὸν αὐτῇ καὶ μὴ δῷς αὐτῇ
CEI 2008 SirFiglio, per tutta la tua vita esamina te stesso,
vedi quello che ti nuoce e non concedertelo.
37,27-31 Esortazione alla temperanza
AT greco 37,28οὐ γὰρ πάντα πᾶσιν συμφέρει καὶ οὐ πᾶσα ψυχὴ ἐν παντὶ εὐδοκεῖ
CEI 2008 Sir37,28Difatti non tutto conviene a tutti
e non tutti approvano ogni cosa.
AT greco 37,29μὴ ἀπληστεύου ἐν πάσῃ τρυφῇ καὶ μὴ ἐκχυθῇς ἐπὶ ἐδεσμάτων
CEI 2008 Sir37,29Non essere ingordo per qualsiasi ghiottoneria
e non ti gettare sulle vivande,
AT greco 37,30ἐν πολλοῖς γὰρ βρώμασιν ἔσται νόσος καὶ ἡ ἀπληστία ἐγγιεῖ ἕως χολέρας
CEI 2008 Sir37,30perché l'abuso dei cibi causa malattie
e l'ingordigia provoca le coliche.
AT greco 37,31δι’ ἀπληστίαν πολλοὶ ἐτελεύτησαν ὁ δὲ προσέχων προσθήσει ζωήν
CEI 2008 Sir37,31Molti sono morti per ingordigia,
chi invece si controlla vivrà a lungo.