Dimensioni del testo

Carattere

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14

Odi

AT greco Torna al libro

CEI 2008 Vai al libro

AT greco 4 4,1 PRAYER OF HABAKKUK (HABAKKUK 3:1-19) προσευχὴ Αμβακουμ
CEI 2008 Figlio, non rifiutare al povero il necessario per la vita,
non essere insensibile allo sguardo dei bisognosi.
4,1

4,7a NVg (4,7b) aggiunge: inchìnati davanti a un anziano
4,8a NVg (4,8b) aggiunge: e restituiscigli quanto gli devi
4,17a NVg(4,18b) aggiunge: e lo scruterà attentamente
4,18b NVg (4,21b) aggiunge: e lo arricchirà di scienza e di retta conoscenza
4,22a NVg (4,26b) aggiunge: e non tollerare la falsità a tuo danno


4,1-10 Invito ad aiutare i poveri
AT greco 4,2 κύριε εἰσακήκοα τὴν ἀκοήν σου καὶ ἐφοβήθην κατενόησα τὰ ἔργα σου καὶ ἐξέστην ἐν μέσῳ δύο ζῴων γνωσθήσῃ ἐν τῷ ἐγγίζειν τὰ ἔτη ἐπιγνωσθήσῃ ἐν τῷ παρεῖναι τὸν καιρὸν ἀναδειχθήσῃ ἐν τῷ ταραχθῆναι τὴν ψυχήν μου ἐν ὀργῇ ἐλέους μνησθήσῃ
CEI 2008 4,2 Non rattristare chi ha fame,
non esasperare chi è in difficoltà.
4,2
AT greco 4,3 ὁ θεὸς ἐκ Θαιμαν ἥξει καὶ ὁ ἅγιος ἐξ ὄρους Φαραν κατασκίου δασέως διάψαλμα ἐκάλυψεν οὐρανοὺς ἡ ἀρετὴ αὐτοῦ καὶ αἰνέσεως αὐτοῦ πλήρης ἡ γῆ
CEI 2008 4,3 Non turbare un cuore già esasperato,
non negare un dono al bisognoso.
4,3
AT greco 4,4 καὶ φέγγος αὐτοῦ ὡς φῶς ἔσται κέρατα ἐν χερσὶν αὐτοῦ καὶ ἔθετο ἀγάπησιν κραταιὰν ἰσχύος αὐτοῦ
CEI 2008 4,4 Non respingere la supplica del povero,
non distogliere lo sguardo dall'indigente.
4,4
AT greco 4,5 πρὸ προσώπου αὐτοῦ πορεύσεται λόγος καὶ ἐξελεύσεται ἐν πεδίλοις οἱ πόδες αὐτοῦ
CEI 2008 4,5 Da chi ti chiede non distogliere lo sguardo,
non dare a lui l'occasione di maledirti,
4,5
AT greco 4,6 ἔστη καὶ ἐσαλεύθη ἡ γῆ ἐπέβλεψεν καὶ ἐτάκη ἔθνη διεθρύβη τὰ ὄρη βίᾳ ἐτάκησαν βουνοὶ αἰώνιοι
CEI 2008 4,6 perché se egli ti maledice nell'amarezza del cuore,
il suo creatore ne esaudirà la preghiera.
4,6
AT greco 4,7 πορείας αἰωνίους αὐτοῦ ἀντὶ κόπων εἶδον σκηνώματα Αἰθιόπων πτοηθήσονται καὶ αἱ σκηναὶ γῆς Μαδιαμ
CEI 2008 4,7 Fatti amare dalla comunità
e davanti a un grande abbassa il capo.
4,7
AT greco 4,8 μὴ ἐν ποταμοῖς ὠργίσθης κύριε ἢ ἐν ποταμοῖς ὁ θυμός σου ἢ ἐν θαλάσσῃ τὸ ὅρμημά σου ὅτι ἐπιβήσῃ ἐπὶ τοὺς ἵππους σου καὶ ἡ ἱππασία σου σωτηρία
CEI 2008 4,8 Porgi il tuo orecchio al povero
e rendigli un saluto di pace con mitezza.
4,8
AT greco 4,9 ἐντείνων ἐντενεῖς τὸ τόξον σου ἐπὶ σκῆπτρα λέγει κύριος διάψαλμα ποταμῶν ῥαγήσεται γῆ
CEI 2008 4,9 Strappa l'oppresso dal potere dell'oppressore
e non essere meschino quando giudichi.
4,9
AT greco 4,10 ὄψονταί σε καὶ ὠδινήσουσιν λαοί σκορπίζων ὕδατα πορείας ἔδωκεν ἡ ἄβυσσος φωνὴν αὐτῆς ὕψος φαντασίας αὐτῆς ἐπήρθη
CEI 2008 4,10 Sii come un padre per gli orfani,
come un marito per la loro madre:
sarai come un figlio dell'Altissimo,
ed egli ti amerà più di tua madre.

4,10
AT greco 4,11 ὁ ἥλιος καὶ ἡ σελήνη ἔστη ἐν τῇ τάξει αὐτῆς εἰς φῶς βολίδες σου πορεύσονται εἰς φέγγος ἀστραπῆς ὅπλων σου
CEI 2008 La sapienza esalta i suoi figli
e si prende cura di quanti la cercano.
4,11-19 La sapienza, maestra di vita
AT greco 4,12 ἐν ἀπειλῇ σου ὀλιγώσεις γῆν καὶ ἐν θυμῷ κατάξεις ἔθνη
CEI 2008 4,12 Chi ama la sapienza ama la vita,
chi la cerca di buon mattino sarà ricolmo di gioia.
4,12
AT greco 4,13 ἐξῆλθες εἰς σωτηρίαν λαοῦ σου τοῦ σῶσαι τοὺς χριστούς σου ἔβαλες εἰς κεφαλὰς ἀνόμων θάνατον ἐξήγειρας δεσμοὺς ἕως τραχήλου διάψαλμα
CEI 2008 4,13 Chi la possiede erediterà la gloria;
dovunque vada, il Signore lo benedirà.
4,13
AT greco 4,14 διέκοψας ἐν ἐκστάσει κεφαλὰς δυναστῶν σεισθήσονται ἐν αὐτῇ διανοίξουσιν χαλινοὺς αὐτῶν ὡς ἔσθων πτωχὸς λάθρᾳ
CEI 2008 4,14 Chi la venera rende culto a Dio, che è il Santo,
e il Signore ama coloro che la amano.
4,14
AT greco 4,15 καὶ ἐπεβίβασας εἰς θάλασσαν τοὺς ἵππους σου ταράσσοντας ὕδατα πολλά
CEI 2008 Chi l'ascolta giudicherà le nazioni,
chi le presta attenzione vivrà tranquillo.
4,15 a Il testo ebraico reca: “Chi mi ascolta giudicherà secondo verità”.
AT greco 4,16 ἐφυλαξάμην καὶ ἐπτοήθη ἡ κοιλία μου ἀπὸ φωνῆς προσευχῆς χειλέων μου καὶ εἰσῆλθεν τρόμος εἰς τὰ ὀστᾶ μου καὶ ὑποκάτωθέν μου ἐταράχθη ἡ ἕξις μου ἀναπαύσομαι ἐν ἡμέρᾳ θλίψεώς μου τοῦ ἀναβῆναί με εἰς λαὸν παροικίας μου
CEI 2008 4,16 Chi confida in lei l'avrà in eredità,
i suoi discendenti ne conserveranno il possesso.
4,16
AT greco 4,17 διότι συκῆ οὐ καρποφορήσει καὶ οὐκ ἔσται γενήματα ἐν ταῖς ἀμπέλοις ψεύσεται ἔργον ἐλαίας καὶ τὰ πεδία οὐ ποιήσει βρῶσιν ἐξέλιπον ἀπὸ βρώσεως πρόβατα καὶ οὐχ ὑπάρχουσιν βόες ἐπὶ φάτναις ἐξιλάσεως αὐτῶν
CEI 2008 4,17 Dapprima lo condurrà per vie tortuose,
gli incuterà timore e paura,
lo tormenterà con la sua disciplina,
finché possa fidarsi di lui e lo abbia provato con i suoi decreti;
4,17
AT greco 4,18 ἐγὼ δὲ ἐν τῷ κυρίῳ ἀγαλλιάσομαι χαρήσομαι ἐπὶ τῷ θεῷ τῷ σωτῆρί μου
CEI 2008 4,18 ma poi lo ricondurrà su una via diritta e lo allieterà,
gli manifesterà i propri segreti.
4,18
AT greco 4,19 κύριος ὁ θεός μου δύναμίς μου καὶ τάξει τοὺς πόδας μου εἰς συντέλειαν ἐπὶ τὰ ὑψηλὰ ἐπιβιβᾷ με τοῦ νικῆσαι ἐν τῇ ᾠδῇ αὐτοῦ