Dimensioni del testo

Carattere

Stai leggendo

GRECO_LXX

AT greco

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14

Odi

AT greco Torna al libro

CEI 2008 Vai al libro

AT greco 6 6,2
CEI 2008 Non ti abbandonare alla tua passione,
perché il tuo vigore non venga abbattuto come un toro;
6,2-4 Il dominio delle passioni
AT greco 6,3 ἐβόησα ἐν θλίψει μου πρὸς κύριον τὸν θεόν μου καὶ εἰσήκουσέν μου ἐκ κοιλίας ᾅδου κραυγῆς μου ἤκουσας φωνῆς μου
CEI 2008 6,3 divorerà le tue foglie e tu perderai i tuoi frutti,
e ti ridurrà come un legno secco.
6,3
AT greco 6,4 ἀπέρριψάς με εἰς βάθη καρδίας θαλάσσης καὶ ποταμοί με ἐκύκλωσαν πάντες οἱ μετεωρισμοί σου καὶ τὰ κύματά σου ἐπ’ ἐμὲ διῆλθον
CEI 2008 6,4 Una passione malvagia rovina chi la possiede
e lo fa oggetto di scherno per i nemici.
6,4
AT greco 6,5 κἀγὼ εἶπα ἀπῶσμαι ἐξ ὀφθαλμῶν σου ἆρα προσθήσω τοῦ ἐπιβλέψαι πρὸς ναὸν τὸν ἅγιόν σου
CEI 2008 Una bocca amabile moltiplica gli amici,
una lingua affabile le buone relazioni.
6,5-17 La vera e la falsa amicizia
6,5-17 Il tema dell’amicizia verrà ripreso in 7,18; 11,29-12,18; 22,19-26; 37,1-6.
AT greco 6,6 περιεχύθη μοι ὕδωρ ἕως ψυχῆς μου ἄβυσσος ἐκύκλωσέν με ἐσχάτη ἔδυ ἡ κεφαλή μου εἰς σχισμὰς ὀρέων
CEI 2008 6,6 Siano molti quelli che vivono in pace con te,
ma tuo consigliere uno su mille.
6,6
AT greco 6,7 κατέβην εἰς γῆν ἧς οἱ μοχλοὶ αὐτῆς κάτοχοι αἰώνιοι καὶ ἀναβήτω ἐκ φθορᾶς ἡ ζωή μου κύριε ὁ θεός μου
CEI 2008 6,7 Se vuoi farti un amico, mettilo alla prova
e non fidarti subito di lui.
6,7
AT greco 6,8 ἐν τῷ ἐκλείπειν τὴν ψυχήν μου ἀπ’ ἐμοῦ τοῦ κυρίου ἐμνήσθην καὶ ἔλθοι πρὸς σὲ ἡ προσευχή μου εἰς ναὸν ἅγιόν σου
CEI 2008 6,8 C'è infatti chi è amico quando gli fa comodo,
ma non resiste nel giorno della tua sventura.
6,8
AT greco 6,9 φυλασσόμενοι μάταια καὶ ψευδῆ ἔλεος αὐτῶν ἐγκατέλιπον
CEI 2008 6,9 C'è anche l'amico che si cambia in nemico
e scoprirà i vostri litigi a tuo disonore.
6,9
AT greco 6,10 ἐγὼ δὲ μετὰ φωνῆς αἰνέσεως καὶ ἐξομολογήσεως θύσω σοι ὅσα ηὐξάμην ἀποδώσω σοι εἰς σωτηρίαν μου τῷ κυρίῳ
CEI 2008 6,10 C'è l'amico compagno di tavola,
ma non resiste nel giorno della tua sventura.
6,10