Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

1 Cronache

5 Ruben era il figlio primogenito di Israele. Tuttavia, poiché Ruben era andato con una delle donne di suo padre, il diritto di primogenitura fu dato a Giuseppe, lui pure figlio di Israele, e così Ruben non fu più registrato come primogenito.
Rimandi Note al Testo
5,1 Allusione a quanto si dice in Genesi 35,22.
2 Giuda fu il più grande tra i figli d’Israele e fu l’antenato del futuro re: nonostante questo, il primogenito è considerato Giuseppe.
Rimandi Note al Testo
I figli di Ruben, primo figlio d’Israele, sono: Enoc, Pallu, Chesron e Carmì.
Rimandi Note al Testo
I discendenti di Gioele sono: Semaià, Gog, Simei, Mica, Reaià, Baal e Beerà. Quest’ultimo, che era capo della tribù di Ruben, fu deportato in esilio dal re d’Assiria Tiglat-Pilneser.
Rimandi Note al Testo
5,4–6 Gioele non è indicato tra i discendenti di Ruben; secondo alcune antiche traduzioni è un figlio di Carmì. — Tiglat-Pilneser: è il re assiro chiamato Tiglat-Pileser in 2 Re 15,29; ecc.
7 I suoi parenti, elencati nei registri della tribù come capi di gruppi di famiglie sono: primo Ieiel, poi Zaccaria,
Rimandi Note al Testo
poi Bela figlio di Azaz nipote di Sema e pronipote di Gioele. Essi vivevano nella zona situata tra Aroèr e il monte Nebo e la città di Baal-Meon.
Rimandi Note al Testo
5,8 Sema va forse identificato col Semaià dei vv. 4-6.
Essi avevano numerosi greggi nella regione di Gàlaad e si erano estesi verso est fino al limite del deserto, al di là del quale scorre il fiume Eufrate.
Rimandi Note al Testo
5,9 La regione di Gàlaad (a est del Giordano) si trova più a nord del territorio dei Rubeniti, ma può darsi che anticamente si chiamasse così anche una regione più a sud.
10 Al tempo del re Saul i Rubeniti fecero la guerra agli Agareni, li vinsero e si stabilirono nei loro accampamenti in tutta la zona orientale del Gàlaad.
Rimandi Note al Testo
I discendenti di Gad vivevano a nord della tribù di Ruben, nella regione di Basan e si estendevano a est fino a Salca.
Rimandi Note al Testo
5,11 La regione di Basan è a est del lago di Genèsaret, quindi a nord di Gàlaad. — Salca: località a circa 100 km a sud-est dello stesso lago.
12 I capi della tribù di Gad nella regione di Basan erano: primo Gioele, secondo Safam, poi Ianài e Safat.
Rimandi Note al Testo
13 Vi erano sette gruppi di famiglie: quelli di Michele, Mesullàm, Seba, Iorài, Iacan, Zia ed Eber.
Rimandi Note al Testo
14 Questi erano figli di Abicàil. Gli antenati di Abicàil, in linea ascendente, erano: Curi, Iaròach, Gàlaad, Michele, Iesisài, Iacdo, Buz.
Rimandi Note al Testo
15 Il capo di questi gruppi di famiglie era Achì, figlio di Abdièl, nipote di Gunì.
Rimandi Note al Testo
16 I discendenti di Gad vivevano nei territori di Basan e Gàlaad e nelle località vicine, compresi tutti i pascoli di Saròn.
Rimandi Note al Testo
Tutti questi furono registrati nelle liste genealogiche al tempo di Iotam re di Giuda e di Geroboamo re d’Israele.
Rimandi Note al Testo
5,17 Geroboamo: si tratta di Geroboamo II che regnò sul regno d’Israele dal 787 al 747 a.C.
18 La tribù di Ruben, quella di Gad e la metà orientale della tribù di Manasse disponevano di un esercito di quarantaquattromilasettecentosessanta soldati, ben addestrati a combattere con scudo, spada e arco e pronti a uscire in battaglia.
Rimandi Note al Testo
19 Essi fecero guerra alla tribù degli Agareni e ai discendenti di Ietur, Nafis e Nodab.
Rimandi Note al Testo
20 Per questo combattimento essi pregarono Dio. Dio li ascoltò perché avevano riposto fiducia in lui, li aiutò e così poterono sconfiggere gli Agareni e tutti i loro alleati.
Rimandi Note al Testo
21 Si impadronirono del loro bestiame: cinquantamila cammelli, duecentocinquantamila pecore e duemila asini, e fecero prigioniere centomila persone.
Rimandi Note al Testo
Molti nemici caddero colpiti in battaglia perché quella guerra era stata guidata da Dio. I vincitori abitarono in quei territori fino al tempo dell’esilio.
Rimandi Note al Testo
5,22 fino al tempo dell’esilio, cioè fino alla conquista assira avvenuta verso il 733 a.C. (vedi 2 Re 15,29).
Metà della tribù di Manasse si stabilì nella regione che si estende da Basan a sud fino a Baal-Ermon, a Senir e al monte Ermon a nord. La sua popolazione era molto numerosa.
Rimandi
5,23 Nm 32,39.
Note al Testo
24 I capi delle varie famiglie erano: Efer, Isì, Elièl, Azrièl, Geremia, Odavia e Iacdièl, tutti uomini di valore e capi famosi.
Rimandi Note al Testo
Però la tribù di Ruben, quella di Gad e metà della tribù di Manasse non si mantennero fedeli al Dio dei loro antenati, ma lo tradirono con le divinità di quelle popolazioni che Dio aveva distrutto durante la loro avanzata. Allora il Dio d’Israele spinse il re d’Assiria Pul, Tiglat-Pileser, a deportare tutte queste tribù in esilio nelle regioni di Chelach, di Cabor, di Ara e del fiume Gozan, dove esse vivono ancora oggi.
Rimandi Note al Testo
5,25–26 Pul e Tiglat-Pileser sono i due nomi del re assiro che governò dal 744 al 727 a.C. (vedi nota a 5,4-6). Le località citate non si riferiscono alla deportazione del 733, ma a quella del 721 per opera di Salmanàssar e Sargon, re di Assiria (vedi 2 Re 17,5-6 e nota).
Figli di Levi: Gherson, Keat e Merarì.
Rimandi
5,27 Gn 46,11; Es 6,16.
Note al Testo
5,27–41 In alcune traduzioni questi vv. sono numerati come 6,1-15.
Figli di Keat: Amram, Isar, Ebron e Uzzièl.
Rimandi
5,28 Es 6,18.
Note al Testo
Figli di Amram: Aronne, Mosè e Miriam. Figli di Aronne: Nadab, Abiu, Eleàzaro e Itamàr.
Rimandi
5,29 Es 6,20.23.
Note al Testo
Discendenti di Eleàzaro: Finees, Abisuà,
Rimandi
5,30 Es 6,25.
Note al Testo
31 Bukkì, Uzzì,
Rimandi Note al Testo
32 Zerachia, Meraiòt,
Rimandi Note al Testo
33 Amaria, Achitùb,
Rimandi Note al Testo
34 Sadoc, Achimàas,
Rimandi Note al Testo
35 Azaria, Giovanni,
Rimandi Note al Testo
36 Azaria, che fu sacerdote nel tempio costruito da Salomone a Gerusalemme.
Rimandi Note al Testo
37 Discendenti di Azaria: Amaria, Achitùb,
Rimandi Note al Testo
38 Sadoc, Sallum,
Rimandi Note al Testo
39 Chelkia, Azaria,
Rimandi Note al Testo
40 Seraia, Iosadàk.
Rimandi Note al Testo
Iosadàk andò in esilio quando il Signore fece deportare gli abitanti di Giuda e di Gerusalemme per mezzo di Nabucodònosor.
Rimandi
5,41 Nabucodònosor 2Re 25+.
Note al Testo

Rimandi

5,23Nm 32,39.
5,28Es 6,18.
5,29Es 6,20.23.
5,30Es 6,25.
5,41Nabucodònosor 2Re 25+.

Note al Testo

5,1Allusione a quanto si dice in Genesi 35,22.
5,4–6Gioele non è indicato tra i discendenti di Ruben; secondo alcune antiche traduzioni è un figlio di Carmì. — Tiglat-Pilneser: è il re assiro chiamato Tiglat-Pileser in 2 Re 15,29; ecc.
5,8Sema va forse identificato col Semaià dei vv. 4-6.
5,9La regione di Gàlaad (a est del Giordano) si trova più a nord del territorio dei Rubeniti, ma può darsi che anticamente si chiamasse così anche una regione più a sud.
5,11La regione di Basan è a est del lago di Genèsaret, quindi a nord di Gàlaad. — Salca: località a circa 100 km a sud-est dello stesso lago.
5,17Geroboamo: si tratta di Geroboamo II che regnò sul regno d’Israele dal 787 al 747 a.C.
5,22fino al tempo dell’esilio, cioè fino alla conquista assira avvenuta verso il 733 a.C. (vedi 2 Re 15,29).
5,25–26Pul e Tiglat-Pileser sono i due nomi del re assiro che governò dal 744 al 727 a.C. (vedi nota a 5,4-6). Le località citate non si riferiscono alla deportazione del 733, ma a quella del 721 per opera di Salmanàssar e Sargon, re di Assiria (vedi 2 Re 17,5-6 e nota).
5,27–41In alcune traduzioni questi vv. sono numerati come 6,1-15.