Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25

2 Re

24 Durante il regno di Ioiakìm, Nabucodònosor, re di Babilonia, organizzò una spedizione militare contro Ioiakìm, che gli si dovette sottomettere. Dopo tre anni, però, si ribellò.
Rimandi
24,1 Nabucodònosor Ger 24,1; 25,1; 29,1; 32,1; 34,1; Dn 1,1-2; 2-4.
Note al Testo
Il Signore mandò bande di Babilonesi, Aramei, Moabiti, e Ammoniti contro Ioiakìm, per distruggere il regno di Giuda. Era quel che aveva annunziato per mezzo dei suoi servi, i profeti.
Rimandi
24,2 bande 6,23+.
Note al Testo
24,2 profeti: vedi in particolare 22,16-20.
Tutto ciò capitava dunque per ordine di Dio. Egli voleva scacciare lontano da sé il popolo del regno di Giuda, per tutti i peccati che Manasse aveva commesso,
Rimandi Note al Testo
24,3 lontano da sé: vedi v. 20 e note a 13,23; 17,18 e 1 Re 8,46.
e in particolare per il sangue innocente, che egli aveva versato a Gerusalemme, fino a riempirne la città. Il Signore rifiutava di dimenticare tutto questo.
Rimandi Note al Testo
24,4 innocente: vedi 22,16 e nota.
5 Gli altri fatti della vita di Ioiakìm sono scritti nella ‘Storia dei re di Giuda’.
Rimandi Note al Testo
6 Alla morte di Ioiakìm, suo figlio Ioiachìn divenne re al posto suo.
Rimandi Note al Testo
Il re d’Egitto non uscì più dal suo paese, perché il re di Babilonia aveva conquistato tutti i territori che prima erano appartenuti al re d’Egitto, dal torrente d’Egitto, a sud, fino al fiume Eufrate, a nord.
Rimandi Note al Testo
24,7 a nord: vedi nota a 1 Re 8,65.
8 Ioiachìn aveva diciott’anni quando divenne re. Regnò a Gerusalemme per tre anni. Sua madre si chiamava Necustà. Era figlia di Elnatàn e veniva da Gerusalemme.
Rimandi Note al Testo
9 Come i suoi antenati, loiachìn andò contro la volontà del Signore.
Rimandi Note al Testo
10 Durante il suo regno, alcuni ufficiali di Nabucodònosor vennero ad assediare Gerusalemme.
Rimandi Note al Testo
11 Poi, anche Nabucodònosor raggiunse la città assediata dai suoi ufficiali.
Rimandi Note al Testo
Ioiachìn, re di Giuda, uscì per arrendersi al re di Babilonia, accompagnato da sua madre, dai suoi ufficiali, dai suoi ministri e dai suoi eunuchi. Il re di Babilonia li fece tutti prigionieri. Era l’ottavo anno di regno di Ioiachìn.
Rimandi
24,12 resa di Ioiachìn Ger 22,24-30.
Note al Testo
Come il Signore aveva annunziato, Nabucodònosor portò via tutti i tesori del tempio e del palazzo reale e tutti gli oggetti d’oro che Salomone, re d’Israele, aveva fatto costruire per il tempio.
Rimandi
24,13 come il Signore aveva annunziato 20,17-18; Ger 27,21-22.
Note al Testo
Deportò l’intera città di Gerusalemme: diecimila tra ministri e proprietari, tutti gli artigiani e i fabbri. Rimase soltanto la gente più povera.
Rimandi
24,14 deportazione 15,29+.
Note al Testo
24,14 proprietari: altri: esuli.
15 Il re Nabucodònosor deportò in Babilonia il re Ioiachìn e sua madre, le mogli del re, i funzionari di corte e i capi del regno di Giuda.
Rimandi Note al Testo
Deportò ancora settemila proprietari, mille tra artigiani e fabbri, tutta gente in grado di combattere.
Rimandi Note al Testo
24,16 proprietari: altri: uomini di valore.
Al posto di loiachìn, Nabucodònosor fece regnare Mattania, zio di Ioiachìn. Gli cambiò nome e lo chiamò Sedecia.
Rimandi
24,17 Sedecia Ger 37,1; Ez 17,5-6.13-14.
Note al Testo
18 Quando divenne re, Sedecia aveva ventun anni e regnò a Gerusalemme undici anni. Sua madre si chiamava Camutàl, era figlia di un certo Geremia e veniva da Libna.
Rimandi Note al Testo
Sedecia andò contro la volontà del Signore, come aveva fatto il re Ioiakìm.
Rimandi Note al Testo
24,19 andò contro la volontà del Signore: questa espressione, ripetuta molte volte in 1 e 2 Re (vedi note a 3,2 e 1 Re 11,6), indica la causa dell’esilio come castigo.
Tutto questo accadde, perché grande era la collera del Signore contro Gerusalemme e il regno di Giuda, al punto che egli aveva deciso di scacciare lontano da sé il suo popolo. Sedecia si ribellò contro Nabucodònosor, re di Babilonia.
Rimandi
24,20 ribellione di Sedecia Ez 17,7-8.15.
Note al Testo

Rimandi

24,1Nabucodònosor Ger 24,1; 25,1; 29,1; 32,1; 34,1; Dn 1,1-2; 2-4.
24,2bande 6,23+.
24,12resa di Ioiachìn Ger 22,24-30.
24,13come il Signore aveva annunziato 20,17-18; Ger 27,21-22.
24,14deportazione 15,29+.
24,17Sedecia Ger 37,1; Ez 17,5-6.13-14.
24,20ribellione di Sedecia Ez 17,7-8.15.

Note al Testo

24,2profeti: vedi in particolare 22,16-20.
24,3lontano da sé: vedi v. 20 e note a 13,23; 17,18 e 1 Re 8,46.
24,4innocente: vedi 22,16 e nota.
24,7a nord: vedi nota a 1 Re 8,65.
24,14proprietari: altri: esuli.
24,16proprietari: altri: uomini di valore.
24,19andò contro la volontà del Signore: questa espressione, ripetuta molte volte in 1 e 2 Re (vedi note a 3,2 e 1 Re 11,6), indica la causa dell’esilio come castigo.