Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

Ester Greco

3 1 Dopo questi fatti, Aman, figlio di Amadata, il Bugeo, fu promosso dal re Artaserse alla più alta carica del suo governo. Il re gli diede diritto di precedenza su tutti i suoi collaboratori.
Rimandi Note al Testo
Per ordine del re tutti i funzionari in servizio a corte dovevano inchinarsi davanti ad Aman in segno di ubbidienza. Solo Mardocheo non si inchinava mai.
Rimandi
3,2 Mardocheo non s’inchinava mai Est.gr C,5-7+.
Note al Testo
3 Gli altri funzionari di corte chiedevano a Mardocheo: «Perché trasgredisci l’ordine del re?».
Rimandi Note al Testo
4 Sebbene gli facessero osservazione tutti i giorni, lui non li ascoltava. Essi allora denunziarono ad Aman che Mardocheo non rispettava l’ordine del re. Mardocheo aveva già detto loro di essere ebreo.
Rimandi Note al Testo
5 Aman vide che davvero Mardocheo non si inchinava al suo passaggio e per questo si irritò moltissimo.
Rimandi Note al Testo
Decise allora di distruggere tutti gli Ebrei dell’impero.
Rimandi
3,6 distruggere tutti gli Ebrei Est.gr C,8+.
Note al Testo
7 Nel dodicesimo anno del regno di Artaserse Aman prese questa decisione: fece tirare a sorte la data dello sterminio, mese e giorno, per distruggere in un solo giorno tutto il popolo di Mardocheo. La data stabilita dalla sorte fu il quattordici di Adar.
Rimandi Note al Testo
Poi Aman andò a parlare con il re e gli disse: «C’è un popolo che vive mescolato fra gli altri popoli del tuo impero. Ha leggi diverse da quelle degli altri e, per di più, non osserva la tua. Non ti conviene lasciarli in pace.
Rimandi
3,8 Popolo che vive mescolato fra gli altri popoli Lv 26,33. — ha leggi diverse Est.gr B,4-5+.
Note al Testo
9 Se accetti il mio parere, da’ un ordine scritto e comanda che essi siano sterminati. Io verserò nel tesoro reale trecentoquaranta tonnellate d’argento».
Rimandi Note al Testo
Il re allora si tolse dal dito l’anello e lo consegnò ad Aman, perché autenticasse con il sigillo gli ordini contro gli Ebrei.
Rimandi
3,10 il re si tolse l’anello Est.gr 8,2; Gn 41,42.
Note al Testo
11 Poi disse ad Aman: «Tieni per te il tuo denaro, e di quella gente fanne quello che vuoi».
Rimandi Note al Testo
12 Il giorno tredici del primo mese, o mese di Nisan, furono convocati i segretari di corte e Aman dette un ordine per tutti i comandanti militari, per i prefetti delle centoventisette province dall’India all’Etiopia e per i capi delle varie popolazioni. I segretari scrissero a ogni popolo a nome del re Artaserse, usando la lingua di ciascuno.
Rimandi Note al Testo
13 Le lettere furono spedite a mezzo di corrieri in tutto il regno. Contenevano l’ordine di sterminare il popolo ebraico in un solo giorno del dodicesimo mese, il mese di Adar, e di confiscare i loro beni.
Rimandi Note al Testo

Il testo del decreto di sterminio
B 1 Ecco il testo della lettera: «Artaserse il Grande comunica le seguenti disposizioni ai prefetti delle centoventisette province dall’India all’Etiopia e ai funzionari che sono alle loro dipendenze.
Rimandi Note al Testo
2 Il mio regno si estende su tutto il mondo abitato, e io sono re di moltissimi popoli. Ho sempre governato con molta benevolenza e moderazione e non mi sono mai lasciato prendere dall’abuso del potere. Mi sono sempre proposto di assicurare ai miei sudditi una vita tranquilla e di promuovere il progresso del regno. Ho garantito la sicurezza delle vie di comunicazione fino alle più lontane frontiere e ho consolidato la pace che tutti desiderano.
Rimandi Note al Testo
3 Ho chiesto ai miei consiglieri in che modo tutto questo può essere realizzato. Fra di loro uno si distingue per saggezza, ha sempre dato prova di costante dedizione e assoluta lealtà e ha meritato di avere la più alta carica a corte: Aman.
Rimandi Note al Testo
Proprio lui ci ha fatto presente che in mezzo agli altri popoli del regno si è infiltrato un popolo inquieto. Ha leggi diverse da quelle degli altri e sistematicamente disubbidisce a quello che io comando. In questo modo esso contrasta la linea unitaria di governo che io, a buon diritto, intendo imporre.
Rimandi
B,4–5 disubbidisce per le sue leggi Est.gr 3,8; Dn 3,8-18; Esd 4,12-15.19; At 16,20-21.
Note al Testo
5 Mi sono reso conto che questo popolo è l’unico a mettersi sempre in opposizione agli altri. Infatti si isola da tutti, segue un sistema di leggi tutto suo, va contro i nostri interessi e commette le peggiori malvagità. In questo modo mette in pericolo la stabilità di tutto il regno.
Rimandi Note al Testo
6 Aman, il mio incaricato per gli affari di governo, che considero come un secondo padre, ha compilato per voi le liste di tutti gli Ebrei. Io ordino che tutti quelli che vi sono elencati siano sterminati dai loro nemici, insieme con le mogli e i figli, senza pietà. Lo sterminio è fissato per il quattordici del dodicesimo mese, cioè il mese di Adar, di quest’anno.
Rimandi Note al Testo
7 Se toglieremo di mezzo con la forza questi oppositori di ieri e di oggi, in un sol giorno ci assicureremo per il futuro un governo stabile e tranquillo».
Rimandi Note al Testo

3 14 Le copie delle lettere furono pubblicate in ogni provincia. Così fu dato l’ordine a tutte le nazioni di tenersi pronte per il giorno fissato.
Rimandi Note al Testo
15 Il decreto fu pubblicato subito anche a Susa. Il re e Aman andarono a banchettare, mentre la capitale era in grande agitazione.
Rimandi Note al Testo

Rimandi

3,2Mardocheo non s’inchinava mai Est.gr C,5-7+.
3,6distruggere tutti gli Ebrei Est.gr C,8+.
3,8Popolo che vive mescolato fra gli altri popoli Lv 26,33. — ha leggi diverse Est.gr B,4-5+.
3,10il re si tolse l’anello Est.gr 8,2; Gn 41,42.
B,4–5disubbidisce per le sue leggi Est.gr 3,8; Dn 3,8-18; Esd 4,12-15.19; At 16,20-21.

Note al Testo