Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Giobbe

18 1 Bildad di Sùach prese a dire:
Rimandi Note al Testo
«Fino a quando continuerai con queste chiacchiere? Rifletti bene, e poi parleremo.
Rimandi Note al Testo
18,2–3 Nel testo ebraico i verbi sono tutti al plurale e perciò alcuni ritengono che Bildad si rivolga qui non a Giobbe, ma agli altri due amici (Elifaz e Sofar).
3 Perché siamo trattati come animali? Ci si considera forse degli stupidi?
Rimandi Note al Testo
4 Giobbe, con la tua collera fai male a te stesso. Vuoi che per farti piacere la terra si spopoli e si spostino montagne?».
Rimandi Note al Testo
«La luce del malvagio si spegnerà. Il suo fuoco non brillerà più.
Rimandi
18,5 la luce del malvagio si spegnerà 18,18; Ger 25,10; Prv 13,9.
Note al Testo
Nella sua tenda non ci sarà più luce, la sua lampada non sarà accesa.
Rimandi
18,6 i suoi rami saranno tagliati Dn 4,11.20.
Note al Testo
Camminava con passo veloce, ma ora trascina i piedi, cade a causa delle proprie azioni.
Rimandi
18,7 il malvagio trascina i piedi Sal 27,2; Prv 4,12; cfr. Sal 37,30-31.
Note al Testo
Va a finire in una rete, i suoi piedi si impigliano.
Rimandi
18,8–9 rete e trappola 19,6; 22,10; Sal 35,7-8; Prv 7,21-23.
Note al Testo
9 Resta preso nella trappola, rimane catturato.
Rimandi Note al Testo
10 Per il malvagio il terreno nasconde un’insidia, un inciampo lungo il suo cammino.
Rimandi Note al Testo
Il terrore lo circonda, lo perseguita a ogni passo.
Rimandi
18,11 il terrore lo circonda 15,20+.
Note al Testo
12 Lui, così forte, ora è debole per la fame; disgrazie gli piombano addosso.
Rimandi Note al Testo
Una malattia gli mangia la pelle, un flagello mortale divora tutte le sue membra.
Rimandi Note al Testo
18,13 un flagello mortale: il testo ebraico dice: il primogenito della morte.
Viene strappato dalla sicurezza della sua tenda, e viene trascinato alla presenza del re della morte.
Rimandi Note al Testo
18,14 re della morte: è un personaggio diverso da Dio, che regna sul mondo dei morti.
Altri abiteranno la tenda non più sua, la sua dimora sarà cosparsa di zolfo.
Rimandi
18,15 cospargere di zolfo Gn 19,24; Dt 29,22; Ap 9,17-18.
Note al Testo
16 Le sue radici seccheranno, i suoi rami saranno tagliati.
Rimandi Note al Testo
Il suo nome scomparirà dalla faccia della terra; nessuno al mondo lo ricorderà.
Rimandi
18,17 nessuno al mondo lo ricorderà Is 14,20; Sal 9,6; Prv 10,7.
Note al Testo
18 Sarà cacciato via dal mondo, passerà dalla luce alle tenebre.
Rimandi Note al Testo
Non avrà né famiglia né figli; nessun discendente abiterà la sua casa.
Rimandi
18,19 senza discendenza Is 14,22; Sal 37,28; cfr. Sir 47,22.
Note al Testo
20 Alla notizia della sua fine, tutti, da levante a ponente, tremeranno di paura.
Rimandi Note al Testo
21 Questa è la sorte dei malvagi, di quelli che non conoscono Dio».
Rimandi Note al Testo

Rimandi

18,5la luce del malvagio si spegnerà 18,18; Ger 25,10; Prv 13,9.
18,6i suoi rami saranno tagliati Dn 4,11.20.
18,7il malvagio trascina i piedi Sal 27,2; Prv 4,12; cfr. Sal 37,30-31.
18,8–9rete e trappola 19,6; 22,10; Sal 35,7-8; Prv 7,21-23.
18,11il terrore lo circonda 15,20+.
18,15cospargere di zolfo Gn 19,24; Dt 29,22; Ap 9,17-18.
18,17nessuno al mondo lo ricorderà Is 14,20; Sal 9,6; Prv 10,7.
18,19senza discendenza Is 14,22; Sal 37,28; cfr. Sir 47,22.

Note al Testo

18,2–3Nel testo ebraico i verbi sono tutti al plurale e perciò alcuni ritengono che Bildad si rivolga qui non a Giobbe, ma agli altri due amici (Elifaz e Sofar).
18,13un flagello mortale: il testo ebraico dice: il primogenito della morte.
18,14re della morte: è un personaggio diverso da Dio, che regna sul mondo dei morti.