Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Giobbe 38

Dialogo tra il Signore e Giobbe
Primo discorso del Signore

Il Signore, avvolto da un forte vento, disse a Giobbe:
Rimandi
38,1 il Signore avvolto in un forte vento 9,17+; cfr. 2 Re 2,1.
Il Signore interroga Giobbe

2«Chi sei tu?
Perché rendi oscuri i miei piani
con ragionamenti da ignorante?
Invece, da persona matura, preparati,
dovrai rispondere alle mie domande».
Rimandi
38,3 preparati 40,7.
Terra e mare

«Dov’eri tu quando gettavo le fondamenta della terra?
Rispondi, se sei così sapiente!
Rimandi
38,4 Dov’eri quando gettavo le fondamenta della terra? 15,7+.
5Lo sai chi ha deciso le sue dimensioni
e ha tracciato i suoi confini?
Su che cosa si fonda la terra?
Chi ha posto la sua prima pietra?
Rimandi
38,6 i pilastri della terra 9,6; 1 Sam 2,8; Sal 104,5. — la prima pietra Sal 118,22; Mt 21,42 par.; 1 Pt 2,6-7.
Dov’eri quando le stelle del mattino cantavano in coro
e le creature celesti gridavano di gioia?
Rimandi
38,7 il canto delle stelle Zc 4,7; Bar 3,34-35; cfr. Lc 19,40.
Note al Testo
38,7 creature celesti: vedi nota a 1,6.
Chi ha racchiuso il mare entro i suoi confini,
quando erompendo venne alla luce?
Rimandi
38,8-11 il mare 7,12.
9Dov’eri quando lo fasciavo con la fitta nebbia,
lo vestivo di nuvole,
10gli fissavo i confini,
e lo rinchiudevo entro porte sbarrate?
Gli ho detto: “Tu arriverai fin qui e non oltre,
qui si fermerà l’impeto delle tue onde”».
Rimandi
38,11 i confini del mare Ger 5,22; Sal 104,9; Prv 8,29.
Luce e tenebre

12«Da che vivi, hai mai comandato
lo spuntar del giorno?
Hai mai detto all’alba dove apparire,
per illuminare tutta la terra
e costringere i malvagi a nascondersi?
Note al Testo
38,13 per illuminare tutta la terra: altri: perché afferri la terra per i lembi.
14Allora la terra, come argilla modellata,
prende forma e si riveste di colori.
15La luce, però, non è per i malvagi,
perché interrompe i loro crimini.
Sei mai sceso fino alle sorgenti del mare
o hai passeggiato sul fondo degli abissi?
Rimandi
38,16 sul fondo degli abissi Gio 2,7.
Ti sono state mostrate le porte dell’oltretomba,
laggiù nel regno delle tenebre profonde?
Rimandi
38,17 le porte dell’oltretomba 10,21; Is 38,10; Sal 107,18; Sap 16,13.
18Ti sei fatta un’idea di quanto è vasta la terra?
Rispondi, se l’hai vista tutta.

19Sai come arrivare là dove abita la luce?
Sai dove si nascondono le tenebre
20per ricondurle nei loro confini?
Sai distinguere il sentiero che porta al loro regno?
Certo, lo sai! Non sei nato ieri,
ormai sei molto vecchio!».
Rimandi
38,21 Non sei nato ieri 15,7+.
Neve e grandine

«Sei mai andato dove viene conservata la neve
o hai visto i depositi della grandine,
Rimandi
38,22-38 i fenomeni atmosferici 36,27-37,24.
38,22-23 la grandine Es 9,18-26; Gs 10,11; Is 30,30; Sal 78,47; Ap 16,21.
23che io conservo per il momento della sciagura,
per il giorno in cui scendo in lotta o in guerra?».
Lampi e pioggia

«Sai dirmi come si diffonde la luce
o come lo scirocco investe la terra?
Rimandi
38,24 Puoi far sentire la tua voce alle nuvole 1 Re 17,1; 18,41-45.
25Chi ha tracciato la strada ai tuoni e ai lampi
e ha fatto i canali perché la pioggia scenda
26e cada anche in terra deserta,
dove non vive nessuno,
27per dissetare terreni aridi e incolti
e farvi germogliare l’erba?
28Ha forse un padre la pioggia?
E chi è la madre della rugiada?
29Da quale grembo è nato il ghiaccio
e chi ha partorito il gelo,
30quell’acqua che diventa come pietra
e fa indurire la superficie dei laghi?».
Astri e costellazioni

«Sei capace di incatenare gli astri
o di sciogliere le stelle?
Rimandi
38,31 Dio signore degli astri 9,9+.
Note al Testo
38,31 gli astri: altri: le Plèiadi. — le stelle: altri: Orione. Vedi nota a 9,9 (anche per l’Orsa Maggiore del v. 23).
Puoi fare apparire al tempo giusto le costellazioni
e trascinare l’Orsa Maggiore con tutto il suo seguito?
Note al Testo
38,32 con tutto il suo seguito: come in 9,9 (vedi nota) anche in 38,31-32 ci sono diversi termini ebraici di significato incerto indicanti le costellazioni.
33Conosci le leggi del cielo?
Sei tu che regoli il suo influsso sulla terra?».
Nuvole e fulmini

«Puoi far sentire la tua voce alle nuvole
perché ti coprano di abbondanti piogge?
Rimandi
38,34 Lo scirocco Es 14,21; Sal 48,8; At 27,20.
35Sei capace di farti ubbidire dai fulmini,
di farli partire ai tuoi ordini?
Chi ha dato la sapienza e l’intelligenza
a un uccello come l’ibis o al gallo?
Note al Testo
38,36 ibis… gallo: i due termini del testo ebraico sono per noi oscuri e questa è la loro versione più comune; l’ibis è l’uccello che, secondo gli antichi Egiziani, annunziava lo straripare del Nilo, mentre il gallo, oltre ad annunziare il giorno, secondo gli antichi preannunziava anche la pioggia.
37Chi è capace di contare le nuvole?
Chi può svuotare le riserve del cielo
38quando la terra è arida e secca
e le zolle sono dure come pietre?».
Leoni e corvi

«Vai tu a caccia al posto della leonessa
per sfamare i suoi piccoli
Rimandi
38,39-41 Dio nutre gli animali selvaggi Sal 104,21; 147,9.
40che se ne stanno nelle tane
o nascosti in agguato tra i cespugli?
41Chi dà da mangiare ai corvi
quando volano in cerca di cibo
e i loro piccoli gridano a me perché li sfami?».

Rimandi

38,1 il Signore avvolto in un forte vento 9,17+; cfr. 2 Re 2,1.
38,3 preparati 40,7.
38,4 Dov’eri quando gettavo le fondamenta della terra? 15,7+.
38,6 i pilastri della terra 9,6; 1 Sam 2,8; Sal 104,5. — la prima pietra Sal 118,22; Mt 21,42 par.; 1 Pt 2,6-7.
38,7 il canto delle stelle Zc 4,7; Bar 3,34-35; cfr. Lc 19,40.
38,8-11 il mare 7,12.
38,11 i confini del mare Ger 5,22; Sal 104,9; Prv 8,29.
38,16 sul fondo degli abissi Gio 2,7.
38,17 le porte dell’oltretomba 10,21; Is 38,10; Sal 107,18; Sap 16,13.
38,21 Non sei nato ieri 15,7+.
38,22-38 i fenomeni atmosferici 36,27-37,24.
38,22-23 la grandine Es 9,18-26; Gs 10,11; Is 30,30; Sal 78,47; Ap 16,21.
38,24 Puoi far sentire la tua voce alle nuvole 1 Re 17,1; 18,41-45.
38,31 Dio signore degli astri 9,9+.
38,34 Lo scirocco Es 14,21; Sal 48,8; At 27,20.
38,39-41 Dio nutre gli animali selvaggi Sal 104,21; 147,9.

Note al Testo

38,7 creature celesti: vedi nota a 1,6.
38,13 per illuminare tutta la terra: altri: perché afferri la terra per i lembi.
38,31 gli astri: altri: le Plèiadi. — le stelle: altri: Orione. Vedi nota a 9,9 (anche per l’Orsa Maggiore del v. 23).
38,32 con tutto il suo seguito: come in 9,9 (vedi nota) anche in 38,31-32 ci sono diversi termini ebraici di significato incerto indicanti le costellazioni.
38,36 ibis… gallo: i due termini del testo ebraico sono per noi oscuri e questa è la loro versione più comune; l’ibis è l’uccello che, secondo gli antichi Egiziani, annunziava lo straripare del Nilo, mentre il gallo, oltre ad annunziare il giorno, secondo gli antichi preannunziava anche la pioggia.