Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Proverbi

16 L’uomo fa molti progetti, ma il Signore ha l’ultima parola.
Rimandi Note al Testo
16,1 Le parole di questo versetto corrispondono al proverbio italiano: l’uomo propone, Dio dispone.
L’uomo può pensare che tutte le sue azioni siano buone, ma chi giudica le intenzioni è soltanto il Signore.
Rimandi
16,2 il Signore giudica le intenzioni Prv 21,2; 1Sam 2,3; Gb 31,6; Lc 16,15.
Note al Testo
3 Affida al Signore la tua attività, e i tuoi progetti si realizzeranno.
Rimandi Note al Testo
Il Signore ha dato a ogni cosa il suo destino; l’empio è destinato alla condanna.
Rimandi
16,4 l’empio è destinato alla condanna Prv 11,4+.
Note al Testo
5 Il superbo non è gradito al Signore, non sfuggirà alla punizione.
Rimandi Note al Testo
Dio perdona i peccati di chi è fedele e leale. Rispetta il Signore ed eviterai il male.
Rimandi
16,6 perdona il peccato Prv 10,12; 1Pt 4,8. — Rispetto (timore) del Signore Prv 8,13+.
Note al Testo
16,6 rispetta il Signore: vedi nota a 2,5.
7 Se il Signore approva la tua condotta, ti rappacificherà con i tuoi nemici.
Rimandi Note al Testo
Meglio poco, ma onestamente, che molto, ma ingiustamente.
Rimandi
16,8 poco, ma onestamente Prv 15,16; Sal 37,16; Tb 12,8-9.
Note al Testo
9 L’uomo progetta la sua vita, ma il Signore dirige i suoi passi.
Rimandi Note al Testo
Le decisioni di un re sono volontà divina; i suoi giudizi non sono mai sbagliati.
Rimandi
16,10 re e giustizia Prv 31,4-5.8-9; 1Re 3,28; Sal 72,1-4.
Note al Testo
Ma soltanto il Signore ha la bilancia per giudicare, tutti i pesi sono opera sua.
Rimandi
16,11 bilance giuste Prv 11,1+.
Note al Testo
12 I re non tollerano il male, perché solo la giustizia consolida il trono.
Rimandi Note al Testo
13 Un re approva chi gli dice la verità, ama quelli che parlano con sincerità.
Rimandi Note al Testo
14 Furore di re, pericolo di morte. Ma il saggio può calmarlo.
Rimandi Note al Testo
15 Se il volto del re è sorridente c’è la vita; la sua approvazione è come pioggia di primavera.
Rimandi Note al Testo
Meglio la sapienza che possedere l’oro fino, il sapere è preferibile all’argento.
Rimandi
16,16 valore della sapienza Prv 8,11+.
Note al Testo
17 L’uomo onesto sta lontano dal male; chi controlla la propria condotta protegge la propria vita.
Rimandi Note al Testo
18 Prima della rovina c’è la superbia, prima della caduta c’è l’arroganza.
Rimandi Note al Testo
19 Meglio essere umili insieme ai poveri che spartire il bottino con gli arroganti.
Rimandi Note al Testo
Chi è prudente nel parlare avrà successo; felice chi confida nel Signore.
Rimandi
16,20 confidenza nel Signore Prv 3,5-6+.
Note al Testo
21 Chi giudica con saggezza può essere stimato intelligente; più sono dolci le parole, più sono persuasive.
Rimandi Note al Testo
22 La sapienza è fonte di vita per il sapiente; castigo dello stolto è la sua stoltezza.
Rimandi Note al Testo
23 Animo sapiente, parole sensate; i suoi discorsi sono più convincenti.
Rimandi Note al Testo
24 Le parole amabili sono come il miele, dolce al palato, salutare per il corpo.
Rimandi Note al Testo
25 C’è una via che sembra buona, ma alla fine conduce alla morte.
Rimandi Note al Testo
26 Si lavora per poter mangiare; la fame spinge a lavorare.
Rimandi Note al Testo
Un depravato prepara il male, le sue parole sono come il fuoco divorante.
Rimandi
16,27 fuoco divorante Gc 3,6; cfr. Prv 13,3+.
Note al Testo
28 Un perverso suscita discordia, un calunniatore divide gli amici.
Rimandi Note al Testo
29 Il violento inganna i suoi compagni e li conduce su una cattiva strada.
Rimandi Note al Testo
30 Chi strizza l’occhio progetta inganni, chi stringe le labbra ha già commesso il male.
Rimandi Note al Testo
31 Magnifica è la ricompensa per i giusti: essi vivranno a lungo coronati di capelli bianchi.
Rimandi Note al Testo
32 Chi è paziente è più di un eroe, chi domina se stesso è più di un conquistatore.
Rimandi Note al Testo
Si gettano i dadi nel bussolotto, ma la decisione dipende tutta dal Signore.
Rimandi Note al Testo
16,33 si gettano i dadi: allusione probabile agli oggetti sacri che si usavano per conoscere la volontà del Signore (vedi Esodo 28,30 e nota).

Rimandi

16,2il Signore giudica le intenzioni Prv 21,2; 1Sam 2,3; Gb 31,6; Lc 16,15.
16,4l’empio è destinato alla condanna Prv 11,4+.
16,6perdona il peccato Prv 10,12; 1Pt 4,8. — Rispetto (timore) del Signore Prv 8,13+.
16,8poco, ma onestamente Prv 15,16; Sal 37,16; Tb 12,8-9.
16,10re e giustizia Prv 31,4-5.8-9; 1Re 3,28; Sal 72,1-4.
16,11bilance giuste Prv 11,1+.
16,16valore della sapienza Prv 8,11+.
16,20confidenza nel Signore Prv 3,5-6+.
16,27fuoco divorante Gc 3,6; cfr. Prv 13,3+.

Note al Testo

16,1Le parole di questo versetto corrispondono al proverbio italiano: l’uomo propone, Dio dispone.
16,6rispetta il Signore: vedi nota a 2,5.
16,33si gettano i dadi: allusione probabile agli oggetti sacri che si usavano per conoscere la volontà del Signore (vedi Esodo 28,30 e nota).