Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Salmi 27 26

26
Certezza e preghiera
Di Davide.

Il Signore è mia luce e mia salvezza, di chi avrò paura?
Il Signore protegge la mia vita, di chi avrò timore?
Rimandi
27,1 luce Sal 4,7; 18,29; 36,10; 43,3; Gv 8,12+. — protezione Sal 28,7-8; 31,3-4; 37,39; 52,9; 91,2; 94,22; cfr. 9,10+.
Se i malvagi mi assalgono e si accaniscono contro di me,
saranno loro, nemici e avversari, a inciampare e finire a terra!
Rimandi
27,2 accanirsi contro di me Gb 19,22.
3Se anche un esercito mi assedia, il mio cuore non teme;
se contro di me si scatena una battaglia, ho ancora fiducia.

Una cosa ho chiesto al Signore, questa sola io desidero:
abitare tutta la vita nella casa del Signore,
per godere la bontà del Signore e vegliare nel suo tempio.

Rimandi
27,4 nella casa del Signore Sal 23,6. — godere la bontà del Signore Es 24,11; Sal 11,7; 17,15; 42,3; 63,3.
Note al Testo
27,4 vegliare vuol dire rimanere in attesa di un segno o di una parola da parte di Dio.
Egli mi offre un rifugio anche in tempi difficili;
mi nasconde nella sua tenda, sulla roccia mi mette al sicuro.
Rimandi
27,5 un rifugio Sal 17,8; 31,21; 64,3. — sulla roccia Sal 61,3.
Note al Testo
27,5 Le parole rifugio e tenda indicano il tempio.
Posso andare a testa alta di fronte ai miei nemici.
Nella sua tenda con grida di gioia offrirò sacrifici,
canterò e suonerò al Signore.
Rimandi
27,6 grida di gioia Sal 33,3; Lv 23,24.
7Ascoltami, Signore, io ti invoco:
abbi pietà di me, rispondimi.
Ripenso alla tua parola: «Venite a me».
E vengo davanti a te, Signore.
Rimandi
27,8 Venite a me Sal 24,6; 105,4; Os 5,15; cfr. 2 Sam 21,1.
Note al Testo
27,8 ripenso alla tua parola: testo ebraico per noi oscuro; altra traduzione possibile: Il mio cuore dice da parte tua. — Venite a me… vengo davanti a te: è il senso dell’espressione ebraica: Cercate il mio volto… cerco il tuo volto.
Non nascondermi il tuo volto.
Non scacciare con ira il tuo servo: sei tu il mio aiuto.
Non respingermi, non abbandonarmi, mio Dio, mio Salvatore.
Rimandi
27,9 non nascondermi il tuo volto Sal 13,2; 30,8; 44,25; 69,18; 88,15; 102,3; 143,7.
Se padre e madre mi abbandonano, il Signore mi accoglie.

Rimandi
27,10 Dio come un padre e una madre Is 49,14-15; Ger 31,20.
Insegnami, Signore, la via da seguire,
guidami sul giusto cammino perché mi insidiano i nemici.
Rimandi
27,11 Insegnami, Signore, la via da seguire Sal 25,4.12; 86,11; 139,24.
Non lasciarmi nelle loro mani:
mi assalgono falsi testimoni con calunnie violente.
Rimandi
27,12 calunnie violente Sal 35,11; 1 Re 21,10-13; Mc 14,56 par.; At 6,13.
13Sono certo: godrò tra i viventi la bontà del Signore.

«Spera nel Signore, sii forte e coraggioso, spera nel Signore».
Rimandi
27,14 Sperare nel Signore Sal 37,34; 130,5-6. — sii forte e coraggioso Sal 31,25; Gs 1,9; 1 Cor 16,13.
Note al Testo
27,14 In questo versetto viene data all’orante l’assicurazione che la sua preghiera sarà esaudita da Dio, quasi come se ricevesse una risposta alle sue invocazioni.

Rimandi

27,1 luce Sal 4,7; 18,29; 36,10; 43,3; Gv 8,12+. — protezione Sal 28,7-8; 31,3-4; 37,39; 52,9; 91,2; 94,22; cfr. 9,10+.
27,2 accanirsi contro di me Gb 19,22.
27,4 nella casa del Signore Sal 23,6. — godere la bontà del Signore Es 24,11; Sal 11,7; 17,15; 42,3; 63,3.
27,5 un rifugio Sal 17,8; 31,21; 64,3. — sulla roccia Sal 61,3.
27,6 grida di gioia Sal 33,3; Lv 23,24.
27,8 Venite a me Sal 24,6; 105,4; Os 5,15; cfr. 2 Sam 21,1.
27,9 non nascondermi il tuo volto Sal 13,2; 30,8; 44,25; 69,18; 88,15; 102,3; 143,7.
27,10 Dio come un padre e una madre Is 49,14-15; Ger 31,20.
27,11 Insegnami, Signore, la via da seguire Sal 25,4.12; 86,11; 139,24.
27,12 calunnie violente Sal 35,11; 1 Re 21,10-13; Mc 14,56 par.; At 6,13.
27,14 Sperare nel Signore Sal 37,34; 130,5-6. — sii forte e coraggioso Sal 31,25; Gs 1,9; 1 Cor 16,13.

Note al Testo

27,4 vegliare vuol dire rimanere in attesa di un segno o di una parola da parte di Dio.
27,5 Le parole rifugio e tenda indicano il tempio.
27,8 ripenso alla tua parola: testo ebraico per noi oscuro; altra traduzione possibile: Il mio cuore dice da parte tua. — Venite a me… vengo davanti a te: è il senso dell’espressione ebraica: Cercate il mio volto… cerco il tuo volto.
27,14 In questo versetto viene data all’orante l’assicurazione che la sua preghiera sarà esaudita da Dio, quasi come se ricevesse una risposta alle sue invocazioni.