Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Salmi 9

Ringraziamento a Dio, difensore dell’oppresso
Per il direttore del coro. Su «La morte del figlio». Salmo di Davide.

Note al Testo
9,1 Questo salmo, unito a quello successivo, è caratterizzato dal fatto che ogni sua strofa inizia con una lettera dell’alfabeto ebraico. Ciò si verifica anche in altri salmi (25, 34, 37, 111, 112, 119, 145), come pure in altri testi della Bibbia ebraica (Proverbi 31,10-31; Lamentazioni 1-4; Naum 1,2-8; vedi anche Siracide 51,13-30 nel testo ebraico). Queste composizioni sono dette perciò “alfabetiche”, anche se in alcune di esse la sequenza delle lettere dell’alfabeto non è completa. Le strofe possono essere formate da un solo versetto (come nel caso del Salmo 9-10(9)) oppure da più versetti, ciascuno dei quali può iniziare a sua volta con la medesima lettera dell’alfabeto. — Su “La morte del figlio”: così può essere tradotto il testo ebraico, ma il significato dell’espressione è per noi oscuro.
Ti ringrazio, Signore, con tutto il cuore,
racconterò i tuoi grandi prodigi.

Rimandi
9,2 con tutto il cuore Sal 111,1; 138,1. — raccontare i prodigi del Signore Sal 26,7; 66,16; 75,2; 107,22; 118,17.
Tu mi fai danzare di gioia;
a te, Altissimo, canterò il mio inno.

Rimandi
9,3 a te canto Sal 7,18; 92,2.
Fuggono davanti a te i miei nemici,
inciampano e sono perduti.
Rimandi
9,4 davanti a te i miei nemici sono perduti Sal 68,3.
Giudice giusto, tu siedi a giudicare,
difendi la mia causa e il mio diritto.

Rimandi
9,5 il Signore giudice giusto Sal 7,12+. — il Signore difende la mia causa Sal 35,23; 43,1+; 1 Sam 25,39; Mic 7,9.
Minacci i popoli, distruggi i malvagi:
il loro nome è cancellato per sempre.
Rimandi
9,6 Minacci i popoli Sal 2,10-12. — il loro nome è cancellato Dt 9,14.
Il nemico è finito: tutto è in rovina,
e delle città è scomparso anche il ricordo.

Rimandi
9,7 è scomparso perfino il ricordo Gb 18,17.
Giudice eterno è il Signore,
rende stabile il suo trono.
Rimandi
9,8 il trono del Signore è stabile Sal 10,16; 29,10; 102,13; 145,13; 146,10; Ger 10,10; Lam 5,19.
Con giustizia governa l’universo,
con rettitudine giudica i popoli.

Rimandi
9,9 il Signore governa con giustizia Sal 96,10-13; 98,9; cfr. 75,3.
Il Signore è un rifugio per l’oppresso,
luogo sicuro in tempi di angoscia.
Rimandi
9,10 il Signore, un luogo sicuro Sal 18,3; 46,8; 48,4; 59,10.17-18; 62,3.7; 144,2; cfr. 27,1+. — tempi di angoscia Sal 77,3+.
Chi ti conosce ha fiducia in te, Signore:
tu non abbandoni chi ti cerca.

Rimandi
9,11 aver fiducia nel Signore Sal 4,6; 18,31; 21,8; 22,5-6; 25,2; 26,1; 31,7; 32,10; 37,3; 52,10; 55,24+. — Chi ti conosce Sal 91,14; Is 52,6. — cercare il Signore Sal 14,2; 22,27; 24,6; 34,5; 40,17; 63,2; 69,7.33; 70,5; 77,3; 105,4; 119,2.10; Dt 4,29; Is 26,9; 55,6; 65,1; Ger 29,13; Os 10,12; Am 5,4.6; Sof 2,3; Zc 8,22; 2 Cr 22,9; 30,19.
Celebrate Dio, Signore di Sion,
proclamate tra i popoli le sue meraviglie.
Rimandi
9,12 celebrare il Signore Sal 96,1+. — di Sion Sal 132,13-14. — tra i popoli Sal 96,3; 105,1; Is 66,19.
Dio chiede conto del sangue versato,
non dimentica il grido degli oppressi.

Rimandi
9,13 Dio chiede conto del sangue versato Gn 9,5.
Mostrami la tua bontà, Signore, e guarda
come mi han ridotto quelli che mi odiano;
fammi risalire dalla porta della morte.
Rimandi
9,14 la porta della morte Sal 107,18; Is 38,10; Sap 16,13; Mt 16,18.
Note al Testo
9,14 porta della morte: espressione poetica per indicare l’ingresso al mondo dei morti.
15Guidami alla porta di Sion:
là canterò le tue lodi,
con gioia griderò che tu mi hai liberato.

Cadano i nemici nella fossa da loro scavata,
nella rete che hanno teso
inciampi il loro piede.
Rimandi
9,16 la fossa Sal 7,16+. — rete Sal 10,9; 35,7; 57,7; 140,6; 141,9-10; Lam 1,13. — inciampare nella rete che si è tesa Sal 64,9.
Il Signore si manifesta e fa giustizia:
il malvagio cade nella trappola che ha teso.

Note al Testo
9,17 ha teso: il testo ebraico aggiunge qui una indicazione musicale dal senso incerto.
Nel mondo dei morti finiscano gli empi,
tutti i popoli che dimenticano Dio.
Rimandi
9,18 finire nel mondo dei morti Sal 90,3; 104,29; Gb 30,23; cfr. Gb 1,21.
19Ma Dio non dimentica i poveri,
la speranza degli oppressi non resta delusa.

Sorgi, Signore: non sia l’uomo il più forte!
Trascina i popoli in giudizio.
Rimandi
9,20 Sorgi Sal 3,8+.
Riempili di paura, Signore;
fa’ loro vedere che sono mortali.
Rimandi
9,21 mortali Sal 10,18; 56,5.12.

Rimandi

9,2 con tutto il cuore Sal 111,1; 138,1. — raccontare i prodigi del Signore Sal 26,7; 66,16; 75,2; 107,22; 118,17.
9,3 a te canto Sal 7,18; 92,2.
9,4 davanti a te i miei nemici sono perduti Sal 68,3.
9,5 il Signore giudice giusto Sal 7,12+. — il Signore difende la mia causa Sal 35,23; 43,1+; 1 Sam 25,39; Mic 7,9.
9,6 Minacci i popoli Sal 2,10-12. — il loro nome è cancellato Dt 9,14.
9,7 è scomparso perfino il ricordo Gb 18,17.
9,8 il trono del Signore è stabile Sal 10,16; 29,10; 102,13; 145,13; 146,10; Ger 10,10; Lam 5,19.
9,9 il Signore governa con giustizia Sal 96,10-13; 98,9; cfr. 75,3.
9,10 il Signore, un luogo sicuro Sal 18,3; 46,8; 48,4; 59,10.17-18; 62,3.7; 144,2; cfr. 27,1+. — tempi di angoscia Sal 77,3+.
9,11 aver fiducia nel Signore Sal 4,6; 18,31; 21,8; 22,5-6; 25,2; 26,1; 31,7; 32,10; 37,3; 52,10; 55,24+. — Chi ti conosce Sal 91,14; Is 52,6. — cercare il Signore Sal 14,2; 22,27; 24,6; 34,5; 40,17; 63,2; 69,7.33; 70,5; 77,3; 105,4; 119,2.10; Dt 4,29; Is 26,9; 55,6; 65,1; Ger 29,13; Os 10,12; Am 5,4.6; Sof 2,3; Zc 8,22; 2 Cr 22,9; 30,19.
9,12 celebrare il Signore Sal 96,1+. — di Sion Sal 132,13-14. — tra i popoli Sal 96,3; 105,1; Is 66,19.
9,13 Dio chiede conto del sangue versato Gn 9,5.
9,14 la porta della morte Sal 107,18; Is 38,10; Sap 16,13; Mt 16,18.
9,16 la fossa Sal 7,16+. — rete Sal 10,9; 35,7; 57,7; 140,6; 141,9-10; Lam 1,13. — inciampare nella rete che si è tesa Sal 64,9.
9,18 finire nel mondo dei morti Sal 90,3; 104,29; Gb 30,23; cfr. Gb 1,21.
9,20 Sorgi Sal 3,8+.
9,21 mortali Sal 10,18; 56,5.12.

Note al Testo

9,1 Questo salmo, unito a quello successivo, è caratterizzato dal fatto che ogni sua strofa inizia con una lettera dell’alfabeto ebraico. Ciò si verifica anche in altri salmi (25, 34, 37, 111, 112, 119, 145), come pure in altri testi della Bibbia ebraica (Proverbi 31,10-31; Lamentazioni 1-4; Naum 1,2-8; vedi anche Siracide 51,13-30 nel testo ebraico). Queste composizioni sono dette perciò “alfabetiche”, anche se in alcune di esse la sequenza delle lettere dell’alfabeto non è completa. Le strofe possono essere formate da un solo versetto (come nel caso del Salmo 9-10(9)) oppure da più versetti, ciascuno dei quali può iniziare a sua volta con la medesima lettera dell’alfabeto. — Su “La morte del figlio”: così può essere tradotto il testo ebraico, ma il significato dell’espressione è per noi oscuro.
9,14 porta della morte: espressione poetica per indicare l’ingresso al mondo dei morti.
9,17 ha teso: il testo ebraico aggiunge qui una indicazione musicale dal senso incerto.