Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Siracide

43 Il firmamento tutto limpido è un vero splendore e guardare il cielo è uno spettacolo affascinante.
Rimandi
43,1 Il firmamento Sal 8,4; 19,2; 136,4-9.
Note al Testo
Il sole, quando spunta all’orizzonte, proclama a tutti che l’opera dell’Altissimo è stupenda.
Rimandi
43,2 Il sole Sal 19,5-7.
Note al Testo
3 A mezzogiorno brucia la terra e niente può resistere al suo calore.
Rimandi Note al Testo
4 Per certi lavori ci vuole il fuoco di una fornace, ma il sole sui monti scalda tre volte di più: manda vampe infuocate e accieca con i suoi raggi di fuoco.
Rimandi Note al Testo
5 Ma il Signore, che ha creato il sole, è ancora più grande e con la sua parola ne dirige il rapido corso.
Rimandi Note al Testo
La luna, col suo ciclo, stabilisce le stagioni ed è il punto di riferimento per calcolare il tempo.
Rimandi
43,6 La luna Gn 1,14-18; Sal 89,38; 104,19.
Note al Testo
Per fissare la data delle feste si ricorre alla luna che prima cresce e poi cala.
Rimandi Note al Testo
43,7 luna: secondo il calendario lunare, in vigore all’epoca dell’autore, le due grandi feste di Pasqua e delle Capanne iniziavano nel giorno di luna piena (vedi Levitico 23,5.34).
Anche il mese prende il nome dalla luna che cresce in modo meraviglioso e ha fasi diverse; essa, che brilla nel firmamento, è come un segnale per tutto quel che si muove in cielo.
Rimandi Note al Testo
43,8 Il mese e la luna in ebraico hanno lo stesso nome; sempre in ebraico un’altra parola per dire mese significa “nuovo” e indica la luna nuova, che segna l’inizio del mese. — come un segnale… cielo: altri: è un’insegna per le schiere in alto.
Le stelle, con la loro luce, fanno più bello il firmamento e con il loro splendore adornano il cielo dove il Signore abita.
Rimandi
43,9 Le stelle Bar 3,34-35.
Note al Testo
10 Esse ubbidiscono a Dio che è santo, stanno dove le ha collocate e non abbandonano il loro posto di veglia.
Rimandi Note al Testo
Ammira l’arcobaleno e loda chi lo ha fatto: com’è bello nel suo splendore.
Rimandi
43,11 l’arcobaleno 50,7; Ez 1,28.
Note al Testo
12 Nel cielo traccia un arco di colori, l’ha teso il Signore con le sue mani.
Rimandi Note al Testo
Il Signore fa cadere la neve, scaglia i fulmini ed essi fanno quel che lui vuole;
Rimandi
43,13 la neve Sal 147,16-17; Gb 37,6.
Note al Testo
apre i serbatoi del cielo e le nuvole volano fuori come uccelli.
Rimandi
43,14 i serbatoi Gb 38,22.
Note al Testo
43,14 serbatoi del cielo, ossia i magazzini dove si pensava che Dio tenesse conservati l’acqua, il fulmine e gli altri flagelli, per servirsene al tempo opportuno (vedi anche Genesi 1,6 e 7,11).
15 Egli è forte e fa condensare le nubi che poi si sbriciolano in chicchi di grandine.
Rimandi Note al Testo
Al fragore del tuono la terra soffre come una partoriente. Quando il tuono rimbomba, le montagne si scuotono; e quando il Signore vuole si scatena il vento del sud, l’uragano che viene da nord e soffiano i venti impetuosi. Dio fa cadere i fiocchi di neve, come uccelli che si posano sulla terra, e così la neve copre la terra come uno sciame di cavallette.
Rimandi
43,16 le montagne si scuotono Sal 18,8-9; 29,6.
43,16–17 Al fragore del tuono Sal 29,8.
Note al Testo
43,16–17 Al fragore… partoriente: altri: Il rumore del suo tuono fa tremare la terra.
18 Il suo candore è perfetto e l’occhio ne gode, e vederla cadere è un vero piacere.
Rimandi Note al Testo
19 Sulla terra il Signore sparge la brina, come se fosse sale: quando gela, essa somiglia a punte di spine.
Rimandi Note al Testo
Quando soffia il vento gelido del nord, sull’acqua si forma come un cristallo di ghiaccio che ricopre tutta la superficie dell’acqua e la riveste come una corazza.
Rimandi
43,20 ghiaccio Gb 37,10; 38,29-30.
Note al Testo
Invece il vento d’oriente brucia il deserto, divora l’erba sui monti, e, proprio come il fuoco, distrugge tutto il verde.
Rimandi Note al Testo
43,21 Invece il vento… deserto: altri: Egli divora i monti e brucia il deserto.
22 Poi, quando il cielo si copre, subito torna la vita; dopo il caldo del giorno viene la rugiada: porta ristoro e gioia.
Rimandi Note al Testo
Il Signore ha domato le correnti degli oceani e vi ha piantato le isole come aveva progettato.
Rimandi
43,23 Il Signore ha domato le correnti degli oceani Sal 89,10+.
Note al Testo
I marinai raccontano i pericoli del mare e, ad ascoltarli, restiamo a bocca aperta.
Rimandi
43,24 i pericoli del mare Sal 107,23-27.
Note al Testo
Ci parlano di cose strane e incredibili, di animali di ogni genere e di mostri marini.
Rimandi
43,25 animali marini Sal 104,25-26.
Note al Testo
Ma il Signore fa navigare tranquillo il suo messaggero, gli basta una parola per regolare tutto.
Rimandi
43,26 fa navigare tranquillo il suo messaggero Is 44,26.
Note al Testo
27 Potrei dire ancora molte cose senza esaurire l’argomento, ma la conclusione è questa: «Il Signore è tutto».
Rimandi Note al Testo
Dove troveremo la forza di lodarlo? Egli è grande, più grande di tutte le sue opere.
Rimandi
43,28 Egli è grande Sal 96,4+.
43,28–32 è più grande di tutte le cose 18,4-7; Sal 106,2.
Note al Testo
Sì, il Signore è terribilmente grande e la sua potenza ci riempie di stupore.
Rimandi
43,29 il Signore è terribilmente grande 1,8.
Note al Testo
30 Lodate il Signore con tutte le vostre forze, la vostra lode non sarà mai a lui proporzionata. Lodate il Signore con tutte le vostre energie, non stancatevi mai perché non sarà mai abbastanza.
Rimandi Note al Testo
Chi mai ha visto il Signore e potrebbe dirci com’è fatto? È così grande che nessuno può lodarlo come si merita.
Rimandi
43,31 Chi mai ha visto Dio? Es 33,20; Gv 1,18; 1Tm 6,16; 1Gv 4,12.
Note al Testo
32 Infatti noi vediamo solo una piccola parte delle sue opere, ma ce ne sono di ancora più grandi che noi non conosciamo.
Rimandi Note al Testo
Il Signore ha fatto tutte le cose e dà la sapienza a chi lo ama.
Rimandi
43,33 Il Signore ha fatto tutte le cose 18,1+. — dà la sapienza 1,9-10.
Note al Testo

Rimandi

43,1Il firmamento Sal 8,4; 19,2; 136,4-9.
43,2Il sole Sal 19,5-7.
43,6La luna Gn 1,14-18; Sal 89,38; 104,19.
43,9Le stelle Bar 3,34-35.
43,11l’arcobaleno 50,7; Ez 1,28.
43,13la neve Sal 147,16-17; Gb 37,6.
43,14i serbatoi Gb 38,22.
43,16le montagne si scuotono Sal 18,8-9; 29,6.
43,16–17Al fragore del tuono Sal 29,8.
43,20ghiaccio Gb 37,10; 38,29-30.
43,23Il Signore ha domato le correnti degli oceani Sal 89,10+.
43,24i pericoli del mare Sal 107,23-27.
43,25animali marini Sal 104,25-26.
43,26fa navigare tranquillo il suo messaggero Is 44,26.
43,28Egli è grande Sal 96,4+.
43,28–32è più grande di tutte le cose 18,4-7; Sal 106,2.
43,29il Signore è terribilmente grande 1,8.
43,31Chi mai ha visto Dio? Es 33,20; Gv 1,18; 1Tm 6,16; 1Gv 4,12.
43,33Il Signore ha fatto tutte le cose 18,1+. — dà la sapienza 1,9-10.

Note al Testo

43,7luna: secondo il calendario lunare, in vigore all’epoca dell’autore, le due grandi feste di Pasqua e delle Capanne iniziavano nel giorno di luna piena (vedi Levitico 23,5.34).
43,8Il mese e la luna in ebraico hanno lo stesso nome; sempre in ebraico un’altra parola per dire mese significa “nuovo” e indica la luna nuova, che segna l’inizio del mese. — come un segnale… cielo: altri: è un’insegna per le schiere in alto.
43,14serbatoi del cielo, ossia i magazzini dove si pensava che Dio tenesse conservati l’acqua, il fulmine e gli altri flagelli, per servirsene al tempo opportuno (vedi anche Genesi 1,6 e 7,11).
43,16–17Al fragore… partoriente: altri: Il rumore del suo tuono fa tremare la terra.
43,21Invece il vento… deserto: altri: Egli divora i monti e brucia il deserto.