Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24

Luca

3 Era l’anno quindicesimo del regno dell’imperatore Tiberio. Ponzio *Pilato era governatore nella provincia della Giudea. Erode regnava sulla Galilea, suo fratello Filippo sull’Iturèa e sulla Traconìtide, e Lisània governava la provincia dell’Abilène,
Rimandi
3,1 Erode regnava sulla Galilea Mt 14,1+.
Note al Testo
3,1–2 Tiberio: diventò imperatore dopo Augusto, nel 14 d.C.; l’anno quindicesimo corrisponderebbe al 28 d.C. — Ponzio Pilato fu governatore romano della Giudea (vedi nota a 5,17) dal 26 al 36 d.C. — Erode: si tratta di Erode Antipa (vedi nota a Marco 3,6). — Filippo governò dal 4 al 34 d.C. Questo cosiddetto «sincronismo a sei» rivela la forte sensibilità storiografica di Luca, che lo porta a collegare la vicenda che sta per narrare con il quadro più generale della storia universale (vedi nota ad Atti 2,9-11).
mentre Anna e Caifa erano *sommi sacerdoti. In quel tempo Giovanni, il figlio di Zaccaria, era ancora nel deserto. Là Dio lo chiamò.
Rimandi
3,2 Anna Gv 18,13.24; At 4,6. — e Caifa Mt 26,5; Gv 11,49; 18,13.28; At 4,6. — Giovanni, il figlio di Zaccaria Mt 3,1+. — nel deserto Lc 1,80.
Note al Testo
3,2 Anna: fu sommo sacerdote fino all’anno 15 d.C.; ma rimase assai influente anche in seguito, ai tempi di Caifa, suo successore e genero (vedi Giovanni 18,13-24; Atti 4,6).
Allora Giovanni cominciò a percorrere tutta la regione del Giordano e a dire: «Cambiate vita e fatevi battezzare, e Dio perdonerà i vostri peccati».
Rimandi
3,3 dire Mt 3,1+; Mc 1,4+; Lc 4,18.19.44; 8,1.39; 9,2; 12,3; 24,47; At 8,5; 9,20; 10,42; 19,13; 20,25; 28,31. — attività battesimale di Giovanni Mt 3,6+. — battesimo e cambiamento di vita At 13,24; 19,4.
Note al Testo
Si realizzava così quel che sta scritto nel libro delle profezie di Isaia: Una voce grida nel deserto: Preparate la via del Signore, spianate i suoi sentieri.
Rimandi
3,4–6 Is 40,3-5.
Note al Testo
3,4 Luca cita il testo di Isaia (40,3-5) più ampiamente degli altri evangelisti; le ultime parole gli permettono di sottolineare l’universalismo della salvezza. Questo tema, a lui particolarmente caro, è riaffermato a conclusione del suo vangelo (24,47-48), all’inizio e alla fine degli Atti (1,8; 28,28).
Le valli siano tutte riempite, le montagne e le colline abbassate. Raddrizzate le curve delle strade, togliete tutti gli ostacoli.
Rimandi Note al Testo
Allora tutti vedranno che Dio è il salvatore.
Rimandi
3,6 Dio è il salvatore Lc 2,30-31; At 28,28; Tt 2,11.
Note al Testo
Una gran folla andava da Giovanni per farsi battezzare, ed egli diceva loro: «Razza di vipere! Chi vi ha fatto credere che potete sfuggire al castigo ormai vicino?
Rimandi
3,7 Razza di vipere Mt 3,7+.
Note al Testo
Dimostrate con i fatti che avete cambiato vita e non mettetevi a dire: “Noi siamo discendenti di Abramo”. Vi assicuro infatti che Dio è capace di far sorgere veri figli di Abramo anche da queste pietre.
Rimandi
3,8 discendenti di Abramo Gv 8,39.
Note al Testo
La scure è già alla radice degli alberi, pronta per tagliare: ogni albero che non fa frutti buoni sarà tagliato e gettato nel fuoco».
Rimandi
3,9 tagliato e gettato nel fuoco Mt 7,19; Gv 15,6.
Note al Testo
Tra la folla qualcuno lo interrogava così: — In fin dei conti che cosa dobbiamo fare?
Rimandi
3,10 che cosa dobbiamo fare? Lc 10,25+.
Note al Testo
11 Giovanni rispondeva: — Chi possiede due abiti ne dia uno a chi non ne ha, e chi ha dei viveri li distribuisca agli altri.
Rimandi Note al Testo
Anche alcuni agenti delle tasse vennero da Giovanni per farsi battezzare. Gli domandarono: — *Maestro, noi che cosa dobbiamo fare?
Rimandi
3,12 battesimo richiesto da alcuni agenti delle tasse Lc 7,29.
Note al Testo
3,12 agenti delle tasse: le tasse, da pagare sulle merci che entravano o uscivano dalla città, erano appaltate a privati. Costoro, aiutati da impiegati, erano considerati “peccatori” sia perché compromessi con il potere romano sia perché spesso abusavano del loro mestiere (vedi anche Luca 7,34; 19,2).
13 Giovanni rispose: — Non prendete niente di più di quanto è stabilito dalla Legge.
Rimandi Note al Testo
14 Lo interrogavano infine anche alcuni soldati: — E noi che cosa dobbiamo fare? Giovanni rispose: — Non portate via soldi a nessuno, né con la violenza né con false accuse, ma accontentatevi della vostra paga.
Rimandi Note al Testo
Intanto le speranze del popolo crescevano e tutti si chiedevano: — Chissà, forse Giovanni è il *Messia!
Rimandi
3,15 il Messia (il Cristo) Lc 2,11.26; 4,41+; 9,20; 20,41; 22,67; 23,2.35.39; 24,26.46. — Giovanni è il Messia? Gv 1,19-20; 3,28; At 13,25.
Note al Testo
16 Ma Giovanni disse a tutti: — Io vi battezzo con acqua, ma sta per venire uno che è più potente di me. Io non sono degno neppure di slacciargli i sandali. Lui vi battezzerà con lo *Spirito Santo e il fuoco.
Rimandi Note al Testo
Egli tiene in mano la pala per separare il grano dalla paglia. Raccoglierà il grano nel suo granaio, ma brucerà la paglia con un fuoco senza fine.
Rimandi
3,17 immagini del giudizio Ger 15,7; 51,2; Is 5,24; 47,14; Gl 2,5; Na 1,10; cfr. Mt 3,12+.
Note al Testo
3,17 con un fuoco senza fine: altri: con fuoco inestinguibile.
18 Con queste e molte altre parole Giovanni esortava il popolo e gli annunziava la salvezza.
Rimandi Note al Testo
19 Inoltre Giovanni aveva rimproverato il governatore Erode perché si era preso Erodìade, moglie di suo fratello, e per tutte le altre cose cattive che aveva fatto.
Rimandi Note al Testo
Allora Erode aggiunse un altro delitto a quelli che già aveva fatto: fece imprigionare anche Giovanni.
Rimandi
3,20 Giovanni imprigionato Mt 14,3-4; Mc 6,17-18.
Note al Testo
Intanto tutto il popolo si faceva battezzare. Anche Gesù si fece battezzare e mentre pregava, il cielo si aprì.
Rimandi
3,21 preghiera di Gesù Lc 5,16; 6,12; 9,18.28-29; 10,21; 11,1; 22,32.40-46; 23,34-46; cfr. Mt 14,23+; Mc 6,46+.
Note al Testo
Lo Spirito Santo discese sopra di lui in modo visibile come una colomba, e una voce venne dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, che io amo. Io ti ho mandato».
Rimandi
3,22 lo Spirito come colomba Gv 1,32. — Tu sei mio Figlio Sal 2,7; Mt 3,17.
Note al Testo
3,22 in modo visibile: oppure: in forma corporea. Io ti ho mandato: vedi nota a Marco 1,11; alcuni antichi manoscritti hanno invece: oggi ti ho generato.
Gesù aveva circa trent’anni quando diede inizio alla sua opera. Secondo l’opinione comune egli era figlio di Giuseppe, il quale a sua volta era figlio di Eli
Rimandi
3,23 figlio di Giuseppe Lc 4,22; Gv 6,42.
Note al Testo
3,23 figlio di…: diversamente da Matteo 1,1-17 che dà una genealogia discendente (da Abramo a Cristo) Luca elenca in forma ascendente gli antenati di Gesù (da Cristo ad Adamo) e conclude dicendo: figlio di Dio (3,38). Egli sottolinea così il legame tra Cristo e l’intera umanità e Dio (vedi Atti 17,26.31).
24 e questi era figlio di Mattàt, figlio di Levi, figlio di Melchi, figlio di Innài, figlio di Giuseppe,
Rimandi Note al Testo
25 figlio di Mattatia, figlio di Amos, figlio di Naum, figlio di Esli, figlio di Naggài,
Rimandi Note al Testo
26 figlio di Maat, figlio di Mattatia, figlio di Semèin, figlio di Iosech, figlio di Ioda,
Rimandi Note al Testo
figlio di Ioanan, figlio di Resa, figlio di Zorobabele, figlio di Salatiel, figlio di Neri,
Rimandi
3,27 Zorobabele 1Cr 3,17; Esd 3,2.
Note al Testo
28 figlio di Melchi, figlio di Addi, figlio di Cosam, figlio di Elmadàm, figlio di Er,
Rimandi Note al Testo
29 figlio di Gesù, figlio di Elièzer, figlio di Iorim, figlio di Mattàt, figlio di Levi,
Rimandi Note al Testo
30 figlio di Simeone, figlio di Giuda, figlio di Giuseppe, figlio di Ionam, figlio di Eliachìm,
Rimandi Note al Testo
figlio di Melèa, figlio di Menna, figlio di Mattatà, figlio di Natàm, figlio di Davide,
Rimandi
3,31 Natàm 2Sam 5,14.
3,31–32 Davide, Iesse 1Sam 16,1.13. — figlio di Davide Mt 1,1+.
3,31–33 Davide… Giuda Rt 4,17.22; 1Cr 2,3-15.
Note al Testo
32 figlio di *Iesse, figlio di Obed, figlio di Booz, figlio di Sala, figlio di Naassòn,
Rimandi Note al Testo
33 figlio di Aminadàb, figlio di Admin, figlio di Arni, figlio di Esrom, figlio di Fares, figlio di Giuda,
Rimandi Note al Testo
figlio di Giacobbe, figlio di Isacco, figlio di Abramo, figlio di Tare, figlio di Nacor,
Rimandi
3,34 Giacobbe Gn 25,26; 1Cr 1,34.
3,34–36 Abramo… Sem Gn 11,10-26; 1Cr 1,24-27.
Note al Testo
35 figlio di Seruch, figlio di Ragàu, figlio di Falek, figlio di Eber, figlio di Sala,
Rimandi Note al Testo
figlio di Cainam, figlio di Arfàcsad, figlio di Sem, figlio di Noè, figlio di Lamech,
Rimandi
3,36–38 Sem… Adamo Gn 4,25-5,32; 1Cr 1,1-4. — Figlio di Dio Mt 14,33+; Mc 1,1+.
Note al Testo
37 figlio di Matusalemme, figlio di Enoc, figlio di Iaret, figlio di Malleèl, figlio di Cainam,
Rimandi Note al Testo
38 figlio di Enos, figlio di Set, figlio di Adamo, figlio di Dio.
Rimandi Note al Testo

Rimandi

3,1Erode regnava sulla Galilea Mt 14,1+.
3,2Anna Gv 18,13.24; At 4,6. — e Caifa Mt 26,5; Gv 11,49; 18,13.28; At 4,6. — Giovanni, il figlio di Zaccaria Mt 3,1+. — nel deserto Lc 1,80.
3,3dire Mt 3,1+; Mc 1,4+; Lc 4,18.19.44; 8,1.39; 9,2; 12,3; 24,47; At 8,5; 9,20; 10,42; 19,13; 20,25; 28,31. — attività battesimale di Giovanni Mt 3,6+. — battesimo e cambiamento di vita At 13,24; 19,4.
3,4–6Is 40,3-5.
3,6Dio è il salvatore Lc 2,30-31; At 28,28; Tt 2,11.
3,7Razza di vipere Mt 3,7+.
3,8discendenti di Abramo Gv 8,39.
3,9tagliato e gettato nel fuoco Mt 7,19; Gv 15,6.
3,10che cosa dobbiamo fare? Lc 10,25+.
3,12battesimo richiesto da alcuni agenti delle tasse Lc 7,29.
3,15il Messia (il Cristo) Lc 2,11.26; 4,41+; 9,20; 20,41; 22,67; 23,2.35.39; 24,26.46. — Giovanni è il Messia? Gv 1,19-20; 3,28; At 13,25.
3,17immagini del giudizio Ger 15,7; 51,2; Is 5,24; 47,14; Gl 2,5; Na 1,10; cfr. Mt 3,12+.
3,20Giovanni imprigionato Mt 14,3-4; Mc 6,17-18.
3,21preghiera di Gesù Lc 5,16; 6,12; 9,18.28-29; 10,21; 11,1; 22,32.40-46; 23,34-46; cfr. Mt 14,23+; Mc 6,46+.
3,22lo Spirito come colomba Gv 1,32. — Tu sei mio Figlio Sal 2,7; Mt 3,17.
3,23figlio di Giuseppe Lc 4,22; Gv 6,42.
3,27Zorobabele 1Cr 3,17; Esd 3,2.
3,31Natàm 2Sam 5,14.
3,31–32Davide, Iesse 1Sam 16,1.13. — figlio di Davide Mt 1,1+.
3,31–33Davide… Giuda Rt 4,17.22; 1Cr 2,3-15.
3,34Giacobbe Gn 25,26; 1Cr 1,34.
3,34–36Abramo… Sem Gn 11,10-26; 1Cr 1,24-27.
3,36–38Sem… Adamo Gn 4,25-5,32; 1Cr 1,1-4. — Figlio di Dio Mt 14,33+; Mc 1,1+.

Note al Testo

3,1–2Tiberio: diventò imperatore dopo Augusto, nel 14 d.C.; l’anno quindicesimo corrisponderebbe al 28 d.C. — Ponzio Pilato fu governatore romano della Giudea (vedi nota a 5,17) dal 26 al 36 d.C. — Erode: si tratta di Erode Antipa (vedi nota a Marco 3,6). — Filippo governò dal 4 al 34 d.C. Questo cosiddetto «sincronismo a sei» rivela la forte sensibilità storiografica di Luca, che lo porta a collegare la vicenda che sta per narrare con il quadro più generale della storia universale (vedi nota ad Atti 2,9-11).
3,2Anna: fu sommo sacerdote fino all’anno 15 d.C.; ma rimase assai influente anche in seguito, ai tempi di Caifa, suo successore e genero (vedi Giovanni 18,13-24; Atti 4,6).
3,4Luca cita il testo di Isaia (40,3-5) più ampiamente degli altri evangelisti; le ultime parole gli permettono di sottolineare l’universalismo della salvezza. Questo tema, a lui particolarmente caro, è riaffermato a conclusione del suo vangelo (24,47-48), all’inizio e alla fine degli Atti (1,8; 28,28).
3,12agenti delle tasse: le tasse, da pagare sulle merci che entravano o uscivano dalla città, erano appaltate a privati. Costoro, aiutati da impiegati, erano considerati “peccatori” sia perché compromessi con il potere romano sia perché spesso abusavano del loro mestiere (vedi anche Luca 7,34; 19,2).
3,17con un fuoco senza fine: altri: con fuoco inestinguibile.
3,22in modo visibile: oppure: in forma corporea. Io ti ho mandato: vedi nota a Marco 1,11; alcuni antichi manoscritti hanno invece: oggi ti ho generato.
3,23figlio di…: diversamente da Matteo 1,1-17 che dà una genealogia discendente (da Abramo a Cristo) Luca elenca in forma ascendente gli antenati di Gesù (da Cristo ad Adamo) e conclude dicendo: figlio di Dio (3,38). Egli sottolinea così il legame tra Cristo e l’intera umanità e Dio (vedi Atti 17,26.31).