Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Matteo

14 In quel tempo governava in Galilea il re *Erode. Egli venne a sapere che Gesù era diventato famoso.
Rimandi Note al Testo
14,1 Erode: si tratta di Erode Antipa, figlio di Erode il Grande; governò in Galilea dalla morte del padre (4 a.C.) fino al 39 d.C.
Disse allora ai suoi servi: «Questi è Giovanni il Battezzatore, che è tornato dal mondo dei morti! Perciò ha il potere di fare i *miracoli».
Rimandi
14,2 Giovanni il Battezzatore Mt 3,1+.
Note al Testo
In realtà, qualche tempo prima, Erode aveva fatto arrestare Giovanni, l’aveva incatenato e messo in prigione. Il motivo di tutto ciò era stata la faccenda di Erodìade (la moglie di suo fratello Filippo);
Rimandi Note al Testo
14,3 Erodìade: era nipote di Erode Antipa e moglie di un suo fratellastro che aveva perso ogni rilievo politico; la Legge vietava i matrimoni fra consanguinei (Levitico 20,21), e soprattutto non permetteva di sposare la moglie di un fratello ancora in vita, né accordava alla donna l’iniziativa del ripudio.
4 perché Giovanni aveva detto a Erode: «Non è giusto che tu la tenga con te!».
Rimandi Note al Testo
Allora Erode voleva farlo ammazzare, ma aveva paura della gente, perché tutti pensavano che Giovanni era un *profeta di Dio.
Rimandi
14,5 paura della gente Mt 21,26.46; Lc 20,19; 22,2. — Giovanni considerato come profeta Mt 11,9; 21,26; Lc 1,76; 7,26.
Note al Testo
6 Un giorno però ci fu la festa del suo compleanno, e la giovane figlia di Erodìade si mise a danzare davanti agli invitati. La sua danza piacque talmente a Erode
Rimandi Note al Testo
7 che egli le fece una promessa e un giuramento: «Chiedimi quello che vuoi e io te lo darò».
Rimandi Note al Testo
8 La madre le consigliò che cosa chiedere, e la ragazza disse: «Fammi portare qui, su un piatto, la testa di Giovanni il Battezzatore!».
Rimandi Note al Testo
9 Il re fu molto dispiaciuto, ma siccome aveva giurato e c’erano lì presenti gli altri invitati, ordinò di darle quel che aveva chiesto.
Rimandi Note al Testo
10 Perciò mandò uno alla prigione a far tagliare la testa a Giovanni.
Rimandi Note al Testo
11 La testa fu portata su un piatto e consegnata alla ragazza, ed essa la diede a sua madre.
Rimandi Note al Testo
I *discepoli di Giovanni andarono a prendere il corpo e lo seppellirono. Poi raccontarono il fatto a Gesù.
Rimandi
14,12 discepoli di Giovanni Mt 9,14+.
Note al Testo
13 Quando sentì questa notizia, Gesù partì in barca per recarsi in un luogo isolato, lontano da tutti, ma la gente venne a saperlo e seguirono Gesù a piedi, venendo da varie città.
Rimandi Note al Testo
Quando Gesù scese dalla barca e vide tutta quella folla, ebbe compassione di loro e si mise a guarire i malati.
Rimandi
14,14 compassione di Gesù per la folla Mt 9,36+.
Note al Testo
Verso sera, i discepoli si avvicinarono a Gesù e gli dissero: — È già tardi e questo luogo è isolato. Lascia andare la gente in modo che possa comprarsi da mangiare nei villaggi.
Rimandi
14,15 rinvio delle folle Mt 15,32; Mc 6,36; 8,3; Lc 9,12.
Note al Testo
16 Ma Gesù disse loro: — Non hanno bisogno di andar via: dategli voi qualcosa da mangiare.
Rimandi Note al Testo
Essi gli risposero: — Ma noi abbiamo soltanto cinque pani e due pesci.
Rimandi
14,17 pani e pesci Mt 15,34; Mc 8,5; Gv 6,9.
Note al Testo
18 E Gesù disse: — Portateli qui a me.
Rimandi Note al Testo
Allora Gesù ordinò di far sedere la folla sull’erba. Prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo e disse la preghiera di benedizione. Poi spezzò i pani e li diede ai discepoli; e i discepoli li diedero alla folla.
Rimandi
14,19 i gesti di Gesù Mt 15,35-39 par.; 26,26.
Note al Testo
14,19 far sedere: altri: accomodarsi; adagiarsi; la forma greca è come far sdraiare; mangiare distesi era prerogativa degli uomini liberi ed era un segno di dignità.
Tutti mangiarono e ne ebbero abbastanza. Alla fine raccolsero i pezzi avanzati e ne riempirono dodici ceste.
Rimandi
14,20 ne ebbero abbastanza Es 16,4.12; Sal 78,29; Gv 6,12. — pezzi avanzati 2Re 4,42-44. — dodici ceste Mt 10,1.2.5; 11,1; 19,28; 20,17; 26,20.
Note al Testo
21 Quelli che avevano mangiato erano circa cinquemila uomini, senza contare le donne e i bambini.
Rimandi Note al Testo
22 Subito dopo Gesù ordinò ai discepoli di salire in barca e di andare sull’altra riva del lago. Egli intanto avrebbe rimandato a casa la gente.
Rimandi Note al Testo
Dopo averla rimandata salì da solo sul monte a pregare. Venne la notte, e Gesù era ancora là, solo.
Rimandi
14,23 Gesù in preghiera Mt 26,36 par.; Lc 6,12; 9,28.
Note al Testo
24 La barca era già molto lontana dalla spiaggia, ma aveva il vento contrario ed era sbattuta dalle onde.
Rimandi Note al Testo
25 Sul finire della notte, Gesù andò verso i suoi discepoli camminando sul lago.
Rimandi Note al Testo
Quando essi lo videro camminare sull’acqua si spaventarono. Dicevano: — È un fantasma! — e gridavano di paura.
Rimandi
14,26 un fantasma Lc 24,37.
Note al Testo
27 Ma subito Gesù parlò: — Coraggio, sono io! Non abbiate paura!
Rimandi Note al Testo
Pietro rispose: — Signore, se sei tu, dimmi di venire verso di te, sull’acqua.
Rimandi
14,28 Pietro Mt 4,18+.
Note al Testo
29 E Gesù gli disse: — Vieni! Pietro allora scese dalla barca e cominciò a camminare sull’acqua verso Gesù.
Rimandi Note al Testo
30 Ma vedendo la forza del vento, ebbe paura, cominciò ad affondare e gridò: — Signore! Salvami!
Rimandi Note al Testo
Gesù lo afferrò con la mano e gli disse: — Uomo di poca fede, perché hai dubitato?
Rimandi
14,31 Uomo di poca fede Mt 6,30+.
Note al Testo
Quando salirono insieme nella barca il vento cessò.
Rimandi
14,32 il vento cessò Mc 4,39.
Note al Testo
Allora gli altri che erano nella barca si misero in ginocchio di fronte a Gesù e dissero: «Tu sei veramente il Figlio di Dio!».
Rimandi Note al Testo
Attraversato il lago arrivarono nella regione di Genèsaret.
Rimandi Note al Testo
14,34 La regione di Genèsaret è a nord-ovest del lago che porta lo stesso nome.
35 La gente del posto riconobbe Gesù e tutto intorno si sparse la voce che egli era arrivato. Allora gli portarono i loro malati,
Rimandi Note al Testo
e lo supplicarono di permettere che gli toccassero almeno l’orlo del mantello. E tutti quelli che lo toccavano erano guariti.
Rimandi
14,36 guarire-salvare Mt 9,22+.
Note al Testo
14,36 l’orlo: vedi 9,20 e nota.

Rimandi

14,2Giovanni il Battezzatore Mt 3,1+.
14,5paura della gente Mt 21,26.46; Lc 20,19; 22,2. — Giovanni considerato come profeta Mt 11,9; 21,26; Lc 1,76; 7,26.
14,12discepoli di Giovanni Mt 9,14+.
14,14compassione di Gesù per la folla Mt 9,36+.
14,15rinvio delle folle Mt 15,32; Mc 6,36; 8,3; Lc 9,12.
14,17pani e pesci Mt 15,34; Mc 8,5; Gv 6,9.
14,19i gesti di Gesù Mt 15,35-39 par.; 26,26.
14,20ne ebbero abbastanza Es 16,4.12; Sal 78,29; Gv 6,12. — pezzi avanzati 2Re 4,42-44. — dodici ceste Mt 10,1.2.5; 11,1; 19,28; 20,17; 26,20.
14,23Gesù in preghiera Mt 26,36 par.; Lc 6,12; 9,28.
14,26un fantasma Lc 24,37.
14,28Pietro Mt 4,18+.
14,31Uomo di poca fede Mt 6,30+.
14,32il vento cessò Mc 4,39.
14,36guarire-salvare Mt 9,22+.

Note al Testo

14,1Erode: si tratta di Erode Antipa, figlio di Erode il Grande; governò in Galilea dalla morte del padre (4 a.C.) fino al 39 d.C.
14,3Erodìade: era nipote di Erode Antipa e moglie di un suo fratellastro che aveva perso ogni rilievo politico; la Legge vietava i matrimoni fra consanguinei (Levitico 20,21), e soprattutto non permetteva di sposare la moglie di un fratello ancora in vita, né accordava alla donna l’iniziativa del ripudio.
14,19far sedere: altri: accomodarsi; adagiarsi; la forma greca è come far sdraiare; mangiare distesi era prerogativa degli uomini liberi ed era un segno di dignità.
14,34La regione di Genèsaret è a nord-ovest del lago che porta lo stesso nome.
14,36l’orlo: vedi 9,20 e nota.