Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Giobbe

42 1 Giobbe disse al Signore:
Rimandi Note al Testo
«Io so che puoi tutto. Niente ti è impossibile.
Rimandi
42,2 tu puoi tutto Mt 19,26+; Mc 9,23; Lc 1,37; Fil 4,13.
Note al Testo
Tu avevi chiesto: “Chi è costui che nella sua ignoranza oscura i miei piani?”. È vero, ho parlato di cose che non capisco, di cose al di sopra di me, che non conosco.
Rimandi
42,3 oscura i miei piani 38,2. — cose superiori all’intelligenza 11,6.
Note al Testo
4 Tu mi avevi chiesto di ascoltarti mentre parlavi e di rispondere alle tue domande.
Rimandi Note al Testo
Ma allora ti conoscevo solo per sentito dire, ora invece ti ho visto con i miei occhi.
Rimandi
42,5 ti ho visto con i miei occhi 19,27+.
Note al Testo
Quindi ritiro quello che ho detto e mi pento, mi cospargo di polvere e cenere».
Rimandi
42,6 ritiro quello che ho detto cfr. 40,4. — mi cospargo di polvere e cenere 2,8+.
Note al Testo
42,6 mi cospargo di polvere e cenere: gesto con cui Giobbe esprime pentimento e dolore per le sue parole precedenti: è il segno visibile della sua ritrattazione.
Dopo aver parlato così a Giobbe, il Signore disse a Elifaz di Teman: «Io sono adirato con te e i tuoi amici, perché non avete detto la verità sul mio conto, come invece ha fatto Giobbe, mio servo.
Rimandi
42,7 dire la verità sul conto di Dio 13,7-10; 27,4+.
Note al Testo
Ora andrete a trovare Giobbe, mio servo, porterete sette tori e sette montoni e li offrirete in sacrificio. Giobbe, mio servo, pregherà per voi. Per rispetto a lui, io non vi coprirò di vergogna, anche se non avete detto la verità sul mio conto, come invece ha fatto Giobbe, mio servo».
Rimandi
42,8 Per rispetto a Giobbe 22,30; cfr. Ez 14,20.
Note al Testo
Elifaz di Teman, Bildad di Sùach e Sofar di Naamà fecero quel che il Signore aveva detto. Allora il Signore esaudì la preghiera di Giobbe.
Rimandi
42,9 il Signore esaudì la preghiera di Giobbe Gn 20,17; Is 53,12; Gc 5,16.
Note al Testo
Dopo questa preghiera di Giobbe per i suoi amici, il Signore lo ristabilì nella condizione di prima e gli diede il doppio di quel che aveva avuto.
Rimandi
42,10 il doppio di quel che aveva avuto 8,7; Dt 30,3-5; Sal 90,15.
Note al Testo
I suoi fratelli, le sorelle, i vecchi amici ritornarono tutti da Giobbe. A casa sua mangiarono tutti assieme; si rammaricarono del suo dolore passato e lo consolarono di tutte le disgrazie che il Signore gli aveva mandato. Ognuno gli diede una moneta e un anello d’oro.
Rimandi
42,11 i parenti e gli amici tornarono Prv 14,20; cfr. 19,13-14. — lo consolarono Gb 2,11; 21,34; Gn 37,35; Mt 5,4; Gv 11,19. — anello d’oro Gn 24,22.
Note al Testo
12 Il Signore benedisse Giobbe nei suoi ultimi anni più di prima ed egli ebbe quattordicimila pecore, seimila cammelli, mille paia di buoi e mille asine.
Rimandi Note al Testo
13 Ebbe ancora sette figli e tre figlie.
Rimandi Note al Testo
Chiamò la prima figlia Iemima, la seconda Kesia e la terza Kerenappuc.
Rimandi Note al Testo
42,14 I nomi delle figlie di Giobbe significano rispettivamente: Colomba, Cassia e Astuccio di ombretto per gli occhi.
Le figlie di Giobbe erano le più belle della regione. Anche a loro il padre lasciò l’eredità, come ai figli maschi.
Rimandi Note al Testo
42,15 Secondo il diritto ebraico, alle figlie spettava l’eredità se non vi erano figli maschi (vedi Numeri 27,8).
16 Giobbe visse ancora centoquarant’anni e si godette figli e nipoti fino alla quarta generazione.
Rimandi Note al Testo
Morì dopo una lunga e felice vecchiaia.
Rimandi
42,17 morire dopo lunga vecchiaia 5,26; Gn 25,8.
Note al Testo

Rimandi

42,2tu puoi tutto Mt 19,26+; Mc 9,23; Lc 1,37; Fil 4,13.
42,3oscura i miei piani 38,2. — cose superiori all’intelligenza 11,6.
42,5ti ho visto con i miei occhi 19,27+.
42,6ritiro quello che ho detto cfr. 40,4. — mi cospargo di polvere e cenere 2,8+.
42,7dire la verità sul conto di Dio 13,7-10; 27,4+.
42,8Per rispetto a Giobbe 22,30; cfr. Ez 14,20.
42,9il Signore esaudì la preghiera di Giobbe Gn 20,17; Is 53,12; Gc 5,16.
42,10il doppio di quel che aveva avuto 8,7; Dt 30,3-5; Sal 90,15.
42,11i parenti e gli amici tornarono Prv 14,20; cfr. 19,13-14. — lo consolarono Gb 2,11; 21,34; Gn 37,35; Mt 5,4; Gv 11,19. — anello d’oro Gn 24,22.
42,17morire dopo lunga vecchiaia 5,26; Gn 25,8.

Note al Testo

42,6mi cospargo di polvere e cenere: gesto con cui Giobbe esprime pentimento e dolore per le sue parole precedenti: è il segno visibile della sua ritrattazione.
42,14I nomi delle figlie di Giobbe significano rispettivamente: Colomba, Cassia e Astuccio di ombretto per gli occhi.
42,15Secondo il diritto ebraico, alle figlie spettava l’eredità se non vi erano figli maschi (vedi Numeri 27,8).