Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Capitoli
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13

Neemia

12 Elenco dei sacerdoti e dei leviti che tornarono a Gerusalemme dall’esilio con Zorobabele, figlio di Sealtièl, e con Giosuè: Sacerdoti: Seraia, Geremia, Esdra,
Rimandi
12,1–7 lista 10,2-9.
12,1 Zorobabele e Giosuè Esd 2,2+.
Note al Testo
2 Amaria, Malluc, Cattus,
Rimandi Note al Testo
3 Secania, Recum, Meremòt,
Rimandi Note al Testo
4 Iddo, Ghinnetòn, Abia,
Rimandi Note al Testo
5 Miamìn, Maadia, Bilga,
Rimandi Note al Testo
6 Semaià, Ioiarìb, Iedaià,
Rimandi Note al Testo
7 Sallu, Amok, Chelkia, Iedaia. Questi erano i capi delle famiglie sacerdotali al tempo di Giosuè. Leviti:
Rimandi Note al Testo
8 Giosuè, Binnùi, Kadmièl, Serebia, Giuda, Mattania: quest’ultimo e i suoi parenti erano incaricati di intonare i canti di lode.
Rimandi Note al Testo
Bakbukia e Unnì si alternavano con loro.
Rimandi Note al Testo
12,9 Si alternavano: cioè nel canto e nel turno di servizio.
10 Giosuè fu padre di Ioiakìm, Ioiakìm di Eliasìb, Eliasìb di Ioiadà,
Rimandi Note al Testo
Ioiadà di Giònata e Giònata di Iaddua.
Rimandi
12,11 Giònata 2Mac 1,23.
Note al Testo
12 Al tempo di Ioiakìm le famiglie sacerdotali, con il loro capofamiglia, erano le seguenti: famiglia di Seraia: Meraià famiglia di Geremia: Ananìa
Rimandi Note al Testo
13 famiglia di Esdra: Mesullàm famiglia di Amaria: Giovanni
Rimandi Note al Testo
14 famiglia di Melikù: Giònata famiglia di Sebania: Giuseppe
Rimandi Note al Testo
15 famiglia di Carim: Adna famiglia di Meraiòt: Chelkài
Rimandi Note al Testo
16 famiglia di Iddo: Zaccaria famiglia di Ghinnetòn: Mesullàm
Rimandi Note al Testo
famiglia di Abia: Zicrì famiglia di Miniamìn: famiglia di Moadia: Piltài
Rimandi Note al Testo
12,17 Il nome del capo famiglia manca nel testo ebraico.
18 famiglia di Bilga: Sammùa famiglia di Semaià: Giònata
Rimandi Note al Testo
19 famiglia di Ioiarìb: Mattenài famiglia di Iedaia: Uzzì
Rimandi Note al Testo
20 famiglia di Sallu: Kallài famiglia di Amok: Eber
Rimandi Note al Testo
21 famiglia di Chelkia: Casabia famiglia di Iedaia: Netanèl.
Rimandi Note al Testo
I nomi dei capi delle famiglie levitiche furono registrati al tempo dei sommi sacerdoti Eliasìb, Ioiadà, Giovanni e Iaddua. La registrazione delle famiglie dei sacerdoti continuò fino al tempo di Dario re di Persia.
Rimandi Note al Testo
12,22 Si tratta probabilmente di Dario III, che regnò dal 336 al 331 a.C.
I nomi dei capifamiglia dei leviti si trovano scritti nel libro delle Cronache fino al tempo del sacerdote Giovanni nipote di Eliasìb.
Rimandi Note al Testo
12,23 Si tratta di un libro in cui erano registrati i fatti più importanti, una specie di Annali.
24 I capi dei leviti, Casabia, Serebia e Giosuè figlio di Kadmièl, cantavano le lodi del Signore con altri leviti loro parenti a cori alterni, come aveva stabilito Davide, uomo di Dio.
Rimandi Note al Testo
25 I leviti Mattania, Bakbukia, Abdia, Mesullàm, Talmon e Akkub erano portinai e custodivano i magazzini situati presso le porte del tempio.
Rimandi Note al Testo
26 Tutti questi vissero al tempo del sacerdote Ioiakìm figlio di Giosuè e nipote di Iosadàk, del governatore Neemia e di Esdra sacerdote ed esperto nella legge.
Rimandi Note al Testo
Quando fu completata la ricostruzione delle mura di Gerusalemme furono convocati in città per l’inaugurazione tutti i leviti dai loro luoghi di residenza. Si doveva fare una celebrazione gioiosa, con canti di ringraziamento e musiche di cembali, arpe e cetre.
Rimandi
12,27 gli strumenti dei leviti Esd 3,10+.
Note al Testo
28 Arrivarono i cantori dai dintorni di Gerusalemme: dai villaggi di Netofà,
Rimandi Note al Testo
29 da Bet-Gàlgala e dalle campagne di Gheba e di Azmàvet. Tutti i cantori, infatti, si erano stabiliti in zone vicine a Gerusalemme.
Rimandi Note al Testo
30 I sacerdoti e i leviti compirono i riti di purificazione per se stessi, per il popolo, per le mura e le porte.
Rimandi Note al Testo
Io feci salire le autorità della Giudea sulle mura e divisi i partecipanti in due grandi cori. Il primo coro si mosse verso destra, sull’alto delle mura, in direzione della porta del Letame.
Rimandi Note al Testo
12,31 verso destra: significa verso sud. I due cori (vedi v. 38) fanno ciascuno circa mezzo giro.
32 Dietro i cantori c’era Osea, seguito da metà delle autorità.
Rimandi Note al Testo
33 C’erano Azaria, Esdra, Mesullàm,
Rimandi Note al Testo
34 Giuda, Beniamino, Semaià e Geremia.
Rimandi Note al Testo
Poi venivano i sacerdoti con le trombe; dopo di loro Zaccaria discendente di Giònata, Semaià, Mattania, Michea, Zaccur e Asaf
Rimandi
12,35 sacerdoti con le trombe Esd 3,10+.
Note al Testo
36 e i suoi parenti: Semaià, Azarèl, Milalài, Ghilalài, Maài, Netanèl, Giuda e Anàni con gli strumenti musicali voluti da Davide, uomo di Dio. Guidava questo primo coro Esdra l’esperto nella legge.
Rimandi Note al Testo
37 Quando il coro giunse alla porta della Sorgente, di fronte alla salita che va alla Città di Davide, procedette in quella direzione sull’alto delle mura, oltrepassò il palazzo di Davide e giunse alla porta delle Acque, a est.
Rimandi Note al Testo
Il secondo coro andò invece verso sinistra e io lo seguivo insieme all’altra metà delle autorità del popolo. Camminando sulle mura sorpassò la torre dei Forni e il muro largo.
Rimandi Note al Testo
12,38 verso sinistra: a nord. — delle autorità: la parola manca nel testo ebraico, ma va sottintesa (vedi v. 32).
Passò per la porta di Èfraim, la porta Vecchia, la porta dei Pesci, la torre di Cananèl, la torre dei Cento e la porta delle Pecore e si fermò alla porta della Prigione.
Rimandi Note al Testo
12,39 Per i nomi delle diverse porte vedi 2,13 e nota e c. 3 con note.
40 I due cori si fermarono al tempio. Anch’io mi fermai con le autorità che erano con me.
Rimandi Note al Testo
41 C’erano i sacerdoti Eliakìm, Maasia, Miniamìn, Michea, Elioenài, Zaccaria e Ananìa con le trombe
Rimandi Note al Testo
42 e inoltre Maasia, Semaià, Eleàzaro, Uzzì, Giovanni, Malchia, Elam ed Ezer. I cantori diretti da Izrachia intonarono i loro canti.
Rimandi Note al Testo
In quel giorno furono offerti numerosi sacrifici e si fece una grande festa. Dio aveva dato a tutti molta felicità. Le donne e i bambini gridavano di gioia e le voci della festa, celebrata a Gerusalemme, furono udite a grande distanza.
Rimandi
12,43 numerosi sacrifici 1Re 8,64.
Note al Testo
44 Quel giorno alcune persone furono incaricate dei magazzini dove si conservavano i primi frutti e la decima parte dei raccolti offerti come contributi per il tempio. Essi prelevavano nelle campagne attorno alla città la parte dovuta ai sacerdoti e ai leviti secondo la legge. Gli abitanti della Giudea erano tutti molto soddisfatti che sacerdoti e leviti prestassero il loro servizio.
Rimandi Note al Testo
Questi, da parte loro, compivano fedelmente il servizio del Signore e i riti di purificazione. Anche i cantori e i portinai si comportavano secondo le norme date da Davide e da suo figlio Salomone.
Rimandi
12,45 le norme date da Davide 1Cr 23; 25-26; 2Cr 8,14.
Note al Testo
46 Infatti, già dai lontani tempi di Davide e di Asaf, i cantori erano stati organizzati con i loro direttori e cantavano preghiere e lodi a Dio.
Rimandi Note al Testo
Come al tempo di Zorobabele, anche in quello di Neemia, tutti gli Israeliti provvedevano al sostentamento quotidiano dei portinai e dei cantori. Ai leviti essi davano l’offerta prescritta e questi consegnavano ai sacerdoti discendenti da Aronne la parte loro dovuta.
Rimandi
12,47 le parti 13,10.
Note al Testo

Rimandi

12,1–7lista 10,2-9.
12,1Zorobabele e Giosuè Esd 2,2+.
12,11Giònata 2Mac 1,23.
12,27gli strumenti dei leviti Esd 3,10+.
12,35sacerdoti con le trombe Esd 3,10+.
12,43numerosi sacrifici 1Re 8,64.
12,45le norme date da Davide 1Cr 23; 25-26; 2Cr 8,14.
12,47le parti 13,10.

Note al Testo

12,9Si alternavano: cioè nel canto e nel turno di servizio.
12,17Il nome del capo famiglia manca nel testo ebraico.
12,22Si tratta probabilmente di Dario III, che regnò dal 336 al 331 a.C.
12,23Si tratta di un libro in cui erano registrati i fatti più importanti, una specie di Annali.
12,31verso destra: significa verso sud. I due cori (vedi v. 38) fanno ciascuno circa mezzo giro.
12,38verso sinistra: a nord. — delle autorità: la parola manca nel testo ebraico, ma va sottintesa (vedi v. 32).
12,39Per i nomi delle diverse porte vedi 2,13 e nota e c. 3 con note.