Dimensioni del testo

Carattere

Tema

Evidenzia versetti con note

Stai leggendo

INTERCONFESSIONALE

Interconfessionale

Matteo

17 Sei giorni dopo, Gesù prese con sé tre *discepoli: Pietro, Giacomo e Giovanni fratello di Giacomo, e li condusse su un alto monte, in un luogo solitario.
Rimandi
17,1 Pietro, Giacomo e Giovanni Mt 26,37 par.; Mc 5,37; 13,3; Lc 5,10; 8,51; Gv 21,2; cfr. At 1,13. — un monte Mt 4,8; 28,16; cfr. Is 2,2-3; 11,9; Dn 9,16.
Note al Testo
Là, di fronte a loro, Gesù cambiò aspetto: il suo volto si fece splendente come il sole e i suoi abiti diventarono bianchissimi, come di luce.
Rimandi
17,2 cambiò d’aspetto 2Pt 1,16-18. — volto risplendente Mt 28,3; Ap 1,14.
Note al Testo
Poi i discepoli videro anche Mosè e il profeta *Elia: essi stavano accanto a Gesù e parlavano con lui.
Rimandi
17,3 Elia 2Re 2,11; Mt 11,14+. — Mosè Dt 18,15.18; 34,5-7.
Note al Testo
17,3 Mosè ed Elia: probabilmente per indicare la Legge e i profeti; entrambi i personaggi avevano avuto rivelazioni sul monte Sinai; Elia era atteso come precursore del Messia (vedi 11,10 e nota).
Allora Pietro disse a Gesù: «Signore, è bello per noi stare qui. Se vuoi, preparerò tre tende: una per te, una per Mosè e una per Elia».
Rimandi Note al Testo
17,4 tre tende: forse è un’allusione alla festa delle Capanne, che ricordava i giorni dell’Esodo (vedi Esodo 23,16; Levitico 23,27-34; Deuteronomio 16,13).
Stava ancora parlando, quando apparve una nuvola luminosa che li avvolse con la sua ombra. Poi, dalla nuvola venne una voce che diceva: «Questo è il Figlio mio, che io amo. Io l’ho mandato. Ascoltatelo!».
Rimandi
17,5 nube Es 19,16; 24,15-16; 40,34-35; 1Re 8,10-12; 2Mac 2,7-8; At 1,9. — il Figlio mio, che io amo Mt 3,17+. — Ascoltatelo! Dt 18,15; At 3,22.
Note al Testo
17,5 nuvola luminosa: la nube è segno della presenza divina; vedi Marco 13,26 e nota.
6 A queste parole, i discepoli furono talmente spaventati che si buttarono con la faccia a terra.
Rimandi Note al Testo
7 Ma Gesù si avvicinò, li toccò e disse: «Alzatevi! Non abbiate paura!».
Rimandi Note al Testo
8 Alzarono gli occhi e non videro più nessuno: c’era infatti Gesù solo.
Rimandi Note al Testo
Mentre scendevano dal monte, Gesù diede quest’ordine ai discepoli: «Non dite a nessuno quel che avete visto, fino a quando il *Figlio dell’uomo sarà risuscitato dai morti».
Rimandi
17,9 mantenere il segreto Mt 8,4+.
Note al Testo
Poi i discepoli fecero una domanda a Gesù: — Perché dunque i *maestri della Legge dicono che prima di tutto deve tornare il profeta Elia?
Rimandi
17,10 attesa del ritorno di Elia Ml 3,23; cfr. Mt 11,14+.
Note al Testo
11 Egli rispose: «È vero, prima deve venire Elia per mettere in ordine ogni cosa.
Rimandi Note al Testo
Vi assicuro però che Elia è già venuto, ma non l’hanno riconosciuto e gli hanno fatto quel che hanno voluto. Allo stesso modo faranno soffrire anche il Figlio dell’uomo».
Rimandi
17,12 Giovanni il Battezzatore assimilato a Elia Mt 3,4; 11,14; 16,14; Mc 6,14; 8,28; Lc 1,17; 9,7.19; Gv 1,26. — il Figlio dell’uomo Mt 8,20. — annunzio della Passione Mt 16,21+.
Note al Testo
13 Allora i discepoli capirono che aveva parlato di Giovanni il Battezzatore.
Rimandi Note al Testo
14 Quando arrivarono in mezzo alla gente, un uomo si avvicinò a Gesù, si mise in ginocchio davanti a lui
Rimandi Note al Testo
15 e gli disse: — Signore, abbi pietà di mio figlio. È epilettico, e quando ha una crisi spesso cade nel fuoco o nell’acqua.
Rimandi Note al Testo
16 L’ho fatto vedere ai tuoi *discepoli, ma non sono riusciti a guarirlo.
Rimandi Note al Testo
Allora Gesù rispose: — Gente malvagia e senza fede! Fino a quando resterò ancora con voi? Per quanto tempo dovrò sopportarvi? Portatemi qui il ragazzo.
Rimandi
17,17 Gente senza fede! Mt 12,39-45+.
Note al Testo
Gesù allora minacciò il *demonio: quello uscì dal ragazzo, e da quel momento il ragazzo fu guarito.
Rimandi
17,18 da quel momento fu guarito Mt 8,13; 9,22; 15,28; Gv 4,52-53.
Note al Testo
19 Allora i discepoli si avvicinarono a Gesù, lo presero da parte e gli domandarono: — Perché noi non siamo stati capaci di scacciare quel demonio?
Rimandi Note al Testo
Gesù rispose: — Perché non avete fede. Se aveste almeno una fede piccola come un granello di senape, potreste dire a questo monte: «Spostati da qui a là» e il monte si sposterà. Niente sarà impossibile per voi. [
Rimandi
17,20 granello di senape Mt 13,31; Lc 17,6. — la fede che sposta i monti Mt 21,21 par.; 1Cor 13,2; cfr. Is 40,4; Lc 17,6.
Note al Testo
]
Rimandi Note al Testo
17,21 Alcuni antichi manoscritti aggiungono come v. 21: Ma questa specie di demòni può essere solo scacciata a forza di preghiera e digiuno.
Un giorno che i discepoli erano tutti assieme in Galilea, Gesù disse: «Il *Figlio dell’uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini
Rimandi
17,22–23 annunzio della Passione Mt 16,21+.
Note al Testo
23 ed essi lo uccideranno; ma al terzo giorno risusciterà». Allora i discepoli diventarono molto tristi.
Rimandi Note al Testo
Poi andarono a Cafàrnao. Là, alcuni esattori della tassa del Tempio si avvicinarono a Pietro e gli domandarono: — Il vostro maestro paga la tassa?
Rimandi
17,24 tassa per il Tempio Es 20,13; 38,26.
Note al Testo
25 Pietro rispose: — Sì, la paga. Quando entrarono in casa, Gesù parlò per primo e disse a Pietro: — Simone, dimmi il tuo parere: chi deve pagare le tasse ai re di questo mondo: gli estranei o i figli dei re?
Rimandi Note al Testo
26 Pietro rispose: — Gli estranei. Gesù continuò: — Dunque i figli non sono obbligati a pagare le tasse.
Rimandi Note al Testo
Ma non dobbiamo dare scandalo: vai perciò in riva al lago, getta l’amo per pescare, e il primo pesce che abbocca tiralo fuori; aprigli la bocca e ci troverai una grossa moneta d’argento. Prendi allora la moneta e paga la tassa per me e per te.
Rimandi
17,27 scandalo (ostacolo) Mt 5,29+.
Note al Testo
17,27 grossa moneta d’argento: nel testo greco il nome della moneta è statere; essa equivale al doppio della tassa annuale per il Tempio.

Rimandi

17,1Pietro, Giacomo e Giovanni Mt 26,37 par.; Mc 5,37; 13,3; Lc 5,10; 8,51; Gv 21,2; cfr. At 1,13. — un monte Mt 4,8; 28,16; cfr. Is 2,2-3; 11,9; Dn 9,16.
17,2cambiò d’aspetto 2Pt 1,16-18. — volto risplendente Mt 28,3; Ap 1,14.
17,3Elia 2Re 2,11; Mt 11,14+. — Mosè Dt 18,15.18; 34,5-7.
17,5nube Es 19,16; 24,15-16; 40,34-35; 1Re 8,10-12; 2Mac 2,7-8; At 1,9. — il Figlio mio, che io amo Mt 3,17+. — Ascoltatelo! Dt 18,15; At 3,22.
17,9mantenere il segreto Mt 8,4+.
17,10attesa del ritorno di Elia Ml 3,23; cfr. Mt 11,14+.
17,12Giovanni il Battezzatore assimilato a Elia Mt 3,4; 11,14; 16,14; Mc 6,14; 8,28; Lc 1,17; 9,7.19; Gv 1,26. — il Figlio dell’uomo Mt 8,20. — annunzio della Passione Mt 16,21+.
17,17Gente senza fede! Mt 12,39-45+.
17,18da quel momento fu guarito Mt 8,13; 9,22; 15,28; Gv 4,52-53.
17,20granello di senape Mt 13,31; Lc 17,6. — la fede che sposta i monti Mt 21,21 par.; 1Cor 13,2; cfr. Is 40,4; Lc 17,6.
17,22–23annunzio della Passione Mt 16,21+.
17,24tassa per il Tempio Es 20,13; 38,26.
17,27scandalo (ostacolo) Mt 5,29+.

Note al Testo

17,3Mosè ed Elia: probabilmente per indicare la Legge e i profeti; entrambi i personaggi avevano avuto rivelazioni sul monte Sinai; Elia era atteso come precursore del Messia (vedi 11,10 e nota).
17,4tre tende: forse è un’allusione alla festa delle Capanne, che ricordava i giorni dell’Esodo (vedi Esodo 23,16; Levitico 23,27-34; Deuteronomio 16,13).
17,5nuvola luminosa: la nube è segno della presenza divina; vedi Marco 13,26 e nota.
17,21Alcuni antichi manoscritti aggiungono come v. 21: Ma questa specie di demòni può essere solo scacciata a forza di preghiera e digiuno.
17,27grossa moneta d’argento: nel testo greco il nome della moneta è statere; essa equivale al doppio della tassa annuale per il Tempio.